fbpx
Senza categoria

I Vichinghi alla conquista di Northgard

Che siate appassionati o meno di cultura norrena avrete comunque avuto a che fare con l'affascinante storia dei vichinghi. Grazie alle serie tv, ai film, alla musica, ai libri e ai racconti, i vichinghi si sono ritagliati una fetta importante nella storia della cultura popolare. 
Sulla scia di questa notorietà lo staff di Shiro Games ha realizzato "Northgard". I creatori del fortunato "Evoland" si sono lasciati ispirare dalla mitologia norrena per creare un bellissimo videogioco strategico in tempo reale di cui, francamente, sentivamo la mancanza.
Il nostro obiettivo, nella campagna in Single Player, è quello di superare l'Iron Sea e raggiungere, con un manipolo di fedeli vichinghi, le terre dell'inesplorato e misterioso continente di Northgard. Ma, scopriremo ben presto di non essere l'unico clan a desiderare le ricchezze del nuovo continente, questo ci spingerà a una lunga lotta che avrà come protagonisti, le armi sicuramente, ma anche il commercio, l'esplorazione e una forte dose di strategia.
Sebbene, infatti, ad un primo impatto Northgard si presenti come un classico videogioco strategico, introduce anche una forte componente gestionale.
Centro nevralgico del nostro clan sarà il Town Hall che genererà automaticamente abitanti del villaggio se si possiedono alloggi e felicità sufficienti. Gli abitanti svolgono qualsiasi funziona da voi assegnata, raccoglieranno le tre risorse principali, cibo, oro o legna, per voi e per il vostro villaggio e saranno sempre gli abitanti ad imbracciare le armi per difendervi o attaccare i nemici a discapito, ovviamente, della raccolta di risorse. 
Se il vostro villaggio cresce troppo in fretta o se vi siete buttati sul commercio a danno del cibo, entrerete presto in una crisi alimentare che vi costringerà rivedere completamente la vostra strategia.
Come se non bastasse, oltre a crisi di cibo, lupi selvaggi e nemici, dovrete fronteggiare,il gelido inverno!
Un indicatore vi mostrerà il periodo dell'anno in cui vi trovate per permettervi di prepararvi al meglio ai rigidi inverni che caratterizzano le terre del Nord, durante i quali la produzione di cibo e legname è dimezzata. Dovrete calcolare bene le vostre riserve prima di fare qualsiasi scelta importante
A dare brio alle partite saranno i vari clan intenzionati ad invadere Northgard con cui, presto o tardi, avrete a che fare. Ogni clan presenta delle caratteristiche peculiari che possono variare dai potenziamenti garantiti ad inizio partita, a unità esclusive o variazioni di gameplay; inizierete con l'ambizioso e fiero clan del Cervo che vi assicurerà risorse extra a inizio partita, combatterete contro il clan del Corvo che vi darà la possibilità di acquistare mercenari per combattere per la vostra causa oppure sceglierete il clan dell'Orso che potenzierà le vostre truppe durante l'inverno.
I vari clan garantiranno anche particolari vantaggi nell'albero delle tradizioni che verranno sviluppate con la conoscenza dei vostri studiosi intenti a riscoprire i misteri delle rune e delle rovine di culture passate. 
Altre risorse "secondarie" come Pietra o Ferro, serviranno a migliorare le strutture e gli strumenti dei lavoratori.
Interessante la divisione nella mappa in aree relativamente piccole che, prima di potervi accedere, devono essere perlustrate da un esploratore ed eventualmente ripulite da eventuali truppe o animali neutrali; una volta fatto ciò, è possibile annettere il terreno al vostro clan dopo aver pagato un tributo che andrà crescendo man mano che conquisterete nuove zone. Questo lavoro sarà indispensabile perché ogni area conquistata può contenere al massimo 3 strutture, se desiderate realizzare nuove abitazioni sarete costretti ad esplorare e annettere nuove zone ma… non troppo in fretta! o il vostro villaggio non riuscirà a soddisfare le richieste di cibo, legname e felicità degli abitanti.
Tutti questi elementi gestionali finiscono inevitabilmente per rallentare il ritmo di gioco a vantaggio, però, di una sana dose di strategia. Insomma, se vi aspettate grandi eserciti di vichinghi lanciarsi alla cieca contro il nemico , vi sbagliate di grosso. 
Dal punto di vista grafico, Northgard si avvale di uno stile cartoonesco piacevole e fluido che ben comunica con l'atmosfera nordica degli ambienti e dei personaggi: tra gli Jarl dei vari clan, giganti del ghiaccio, Valchirie e altre creature mitologiche, tutto in questo gioco richiama l'affascinante cultura vichinga. Altrettanto interessante è il sonoro che, per quanto presenti un numero fastidiosamente limitato di tracce, riesce ad immergerci completamente nell'atmosfera.
Gli appassionati del genere dovranno fare un po' di sforzi per dimenticare i gloriosi scontri tra due grandi eserciti che possono offrire altri titoli di questo genere ma Northgard si difende molto bene; è un titolo "coraggioso" che ha saputo combinare semplici dinamiche per creare uno strategico in tempo reale nuovo e accattivante.

Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker