Lunedí si è conclusa la penultima stagione de L’Attacco dei Giganti, con la trama più fitta che mai. Fortunatamente, non dovremo penare a lungo, visto che la quarta (e ultima) stagione è giá stata annunciata e uscirá nell’autunno del 2020. Nonostante il disarmante cliffhanger, questa terza stagione ci ha decisamente aperto gli occhi in merito alla visione complessiva del mondo del nostro Shingeki no Kyojin, e qui fermeró i lettori che non vogliono imbattersi in Spoiler. Il resto dell’articolo è spoilerosissimo, si metta al riparo dietro le mura chi non è ancora in pari, dopodiché torni qua, perché ci sono dei piccoli dettagli de L’Attacco dei Giganti che vi saranno probabilmente sfuggiti.

L'Attacco dei Giganti

Il Titolo Originale

Per chi segue l’anime in lingua originale questo dovrebbe essere stato abbastanza lampante. Mentre chi guarda L’Attacco dei Giganti col doppiaggio si è perso uno dei momenti più epici della stagione. Nel 58esimo episodio, tramite le memorie di Grisha Jaeger, scopriamo che i nove Giganti (o Titani) emersi da Ymir hanno dei nomi specifici, e quello di Eren? Il Gigante d’Attacco. La peculiaritá? Il nome del suo gigante è esattamente il titolo della serie in giapponese. Forse anche chi segue la serie doppiata potrebbe aver avuto l’occhio da lince e aver visto che il titolo dell’episodio stesso è: Il gigante d’attacco「進撃の巨人」 – Shingeki no Kyojin, potendo collegare le due cose.

L'Attacco dei Giganti

Grisha and the boys

Sempre grazie alle memorie di Grisha Jaeger scopriamo che Dinah, la sua prima moglie, è il gigante che ricordiamo tutti per la scena cruenta in cui divora la madre di Eren. Quindi del gruppo di conoscenti di Grisha che vengono giustiziati dagli Eldiani, durante l’attacco a Shiganshina vediamo solo lei. Se vi sono sembrati particolarmente familiari i volti degli altri suoi compagni in forma Gigante è perché sono gli stessi della battaglia di Trost.

L'Attacco dei Giganti

In particolare, il più vecchio è lo stesso gigante che tenta di mangiare Armin. Il medesimo personaggio che fa risvegliare il potere dei Titani in Eren. Coincidenze? No, anche altri volti noti appaiono a Trost, uno di questi è lo stesso gigante che i nostri cadetti devono confrontare per riprendere le bombole di gas di riserva. Insomma, il gruppo si è evidentemente continuato a muovere in modo coeso.

L'Attacco dei Giganti

Le Ultime Parole prima di cedere il Gigante d’Attacco

I colpi di scena non sono di certo mancati in questa stagione. In puro stile di “The Village” di M. Night Shyamalan scopriamo che, oltre ai nostri protagonisti, esiste una civiltà più avanzata al di là del mare. Hajime Isayama non ha perso l’occasione di rincarare la dose di colpi di scena aggiungendone uno degno di Steins;Gate.

Nel penultimo episodio vediamo Eren, il Gufo, che decide di cedere il Gigante d’Attacco a Grisha il quale, a sua volta, lo darà al figlio Eren Jaeger. Nelle memorie il Gufo menziona “Armin e Mikasa” che sappiamo non essere neanche nati all’epoca, “Chi?” risponde Grisha, “Chissá….chissá di chi sono queste memorie“. Probabilmente l’elemento di shock spazio-temporale di questa conversazione potrebbe avervi fatto dimenticare che abbiamo già sentito la frase del Gufo. Le ultime parole sia di Eren il Gufo che di Grisha Jaeger prima di passare il Gigante d’Attacco al proprio successore sono identiche.

L'Attacco dei Giganti

La Prefigurazione di Zeke da Gigante

Si auspica che avrete fatto il collegamento a questo punto. Zeke, il primo figlio di Grisha Jaeger, è il Gigante Bestia. Il suo potere di controllo sugli altri Giganti è dovuto probabilmente al suo sangue reale per via materna, trovando finalmente una quadratura del cerchio riguardo questa figura misteriosa. Isayama, però, ce lo prova a indicare quasi immediatamente, appena il personaggio di Zeke viene introdotto, con un’abile utilizzo della prefigurazione attraverso i suoi giocattoli.

L'Attacco dei Giganti

A te, fra 2000 Anni

Dulcis in fundo, il presagio che è sfuggito a tutti, la chiusura definitiva di un cerchio. Concludiamo questo articolo con il dettaglio più complesso e incredibile di tutta la serie.

Un utente ha pubblicato un calcolo particolare su IMDB riguardante gli anni dal Re Fritz ad oggi. Nel manga i testi indicano che era Re 107 anni prima del secondo volume, quindi 100 anni esatti prima del primo episodio. In quell’anno, Fritz, il 145esimo Re, ha eretto le mura per proteggere il suo popolo. Abbiamo scoperto in questa stagione che, quando un umano ottiene il potere da Gigante, gli rimarranno solamente altri 13 anni di vita a causa della “Maledizione di Ymir”, ed è lo stesso numero di anni tra un rito di successione reale e l’altro.

Dunque, se Fritz era il 145esimo Re, implica che ci siano stati 145 portatori del Gigante Fondatore, moltiplicato per i 13 anni di vita di ciascuno di essi fa 1885. Quindi, 107 anni prima sarebbero stati 1885 anni dal regno di Ymir Fritz, rispetto al presente sarebbero 1992.

Eren ha ottenuto il suo potere da Gigante a 10 anni, e di conseguenza dovrebbe morire a 23. Al momento Eren ha 15 anni, che implica che gliene rimangano solo 8 di vita. Se allo stato attuale nella serie siamo a 1992 anni da Ymir Fritz, sommati gli 8 restanti ad Eren, saranno 2000 pari quando dovrebbe morire.

Tutto questo calcolo cosa ci dice? Andatevi a rivedere il titolo del primissimo episodio de L’Attacco dei Giganti.

Non avete voglia? Lo davamo per scontato. Il titolo del primo Episodio in assoluto era:

L'Attacco dei Giganti

A te, fra 2000 anni La caduta di Shiganshina (parte 1)

「二千年後の君へ ―シガンシナ陥落①―」 – Ni sen nengo no kimi e ―Shiganshina kanraku (1)

 


Like it? Share with your friends!

What's Your Reaction?

Amore Amore
0
Amore
Confusione Confusione
1
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Paura Paura
0
Paura
Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF

5 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Il conto dell’ultima cosa è sbagliato

    Re Fritz ha preso il Coordinata nel 743 (quindi Ymir lo ha preso secondo l’utente nell’anno 743-145*13 = -1142, sulla wiki dice B1 1003 ma non so cosa intenda per B1, non pare un before 1, ma tralasciamo l’incongruenza storica per validi motivi di trama).
    Considerando il titolo del primo capitolo fai -1142 + 2000 = 858
    Eren ha preso Coordinata e Assalto nell’845 quindi dovrebbe crepare nell’858.
    Quindi quel “A te fra 2000 anni” potrebbe significare qualcosa correlato alla morte di Eren piuttosto che al suo ottenimento.
    E fin qui tutto chiaro.

    Però secondo me è sbagliato il conto, dovrebbe essere (743+13)-145*13 oppure l’equivalente matematico 743-144*13 poiché si deve contare la morte del Re e non quando lo eredita.
    Esempio stupido per farvi capire la logica matematica se non vi fidate: il terzo Re eredita Coordinata 26 anni dopo rispetto ad Ymir e muore 39 anni dopo. Quindi per contare l’anno in cui eredita Ymir bisogna partire dalla data di morte e sottrarre il numero del re (3) moltiplicato per 13. Quindi 39 – 3*13 = 0.
    Oppure bisogna partire dall’anno in cui lo eredita e sottrarre il numero dei re-1 (3-1=2) moltiplicato per 13.
    Quindi 26 – 2*13 = 0.

    Facendo nuovamente i conti risulta che Ymir acquisisce Coordinata nel -1129, contanto da lì i 2000 anni fa poi 871.
    Inoltre Frieda lo eredita nell’842, quindi non è proprio attendibile il calcolo dei 13 anni.
    Per farlo venire servirebbe una grossa coincidenza + un Re che sia durato 0 anni

    1. Ciao Heichou!
      Mi sa che stiamo parlando di due Furittzu Ō diversi! Il 145esimo Re Fritz era Karl Fritz (colui che ha eretto le mura, il nonno di Rod Reiss, per intenderci) e lui ha acquisito il potere da Titano nel 737. Poi capisco la tua logica tale per cui vorresti fare il conto tenendo in considerazione gli anni di morte dei successori ma qua, chiaramente, è una dedica di una persona viva a un’altra (a te, fra 2000 anni), quindi sarebbe più logico considerare l’anno di acquisizione del potere piuttosto che quello di morte. Sembra un po’ il dibattito tra informatici che vogliono fare partire il conto da 0 o da 1 ????.
      Ad ogni modo, il succo, di cui speriamo avere più delucidazioni entro la fine del manga, è che, considerando che la “memoria” dei portatori dei Titani non è a senso temporale unico (cosa che abbiamo scoperto in questa stagione), Ymir Fritz sapesse già dall’inizio che 2000 anni dopo qualcuno avrebbe trovato la quadratura del cerchio. Sapeva che l’intera storia dell’esistenza dei Titani avrebbe avuto un culmine 2000 anni dopo e, con questo calcolo, si indica che è probabile che coincida con la morte di Eren. Tutto qui! Ho delle teorie in merito ma si entrerebbe in territorio spoiler, quindi eviterei…

  2. Bellissimo articolo! Grazie! Vorrei che questo Anime non finisse mai. Miglior manga/anime di sempre! Gioia e lacrime continue. Fantastico!

  3. Bell’articolo, soprattutto l’ultimo punto, sono rimasto a bocca aperta.
    In questa stagione vengono rivelate tantissime cose tutte insieme (ho sempre pensato la sigla di chiusura della seconda stagione fosse importante) ma ho comunque dei dubbi e perplessità alla quale non riesco a dare risposta o che non ho colto durante a pieno.
    Ymir ottiene il potere da gigante (con il quale si dice che costruisce strade e ponti) poi alla sua morte lo distribuisce ad altri 9 titani. Questi 9 creano un impero dove accrescono il popolo di Ymir. Quindi quello che fanno, trasformatosi nelle versioni umane, è riprodursi e creare delle discendenze umane (ovvero gli attuali abitanti delle mura ed attuali abitanti che stanno in quei quartieri dentro il regno di Marley dove tengono le fasce al braccio)?
    Ma quindi Ymir da dove creava i giganti che utilizzava? Cioè li creava dal nulla o trasformava degli umani? Non penso che trasformava i suoi sudditi non sarebbe stato carino ???? trasformava quelli di Marley? Non credo.
    Verso fine stagione scopriamo che il re Fritz costruisce le mura per stare in pace lontano dalla guerra ma anche per proteggersi dai titani che avrebbero provato a divorarli. Ma quindi questi giganti così come anche quelli usati per creare le mura come sono apparsi? Cioè sono sempre umani trasformati in giganti da parte del re (quindi sempre suoi sudditi)? O li crea dal nulla?
    Un’altra cosa che ho pensato è che magari lui crea semplicemente le mura per stare in pace rispetto al governo Marley e dopo quelli gli iniziano a riempire il fuori delle mura di giganti. Però in ogni caso non mi spiego da dove spuntino i giganti usati per le mura.
    Diciamo la logica è chiara fino a metà stagione. Eren eredità il potere più forte e più ambito ovvero quello di controllare i giganti che sono gli esseri cattivi. Ma scopriamo successivamente che quei giganti sono messi li per punizione da quelli di Marley.
    Insomma mi sento confuso su questi elementi che non riguardano in se la sola creazione dei titani ma delle logiche che ci stanno dietro. ???? grazie se qualcuno risponderà.

  4. La migliore storia, il miglior anime giapponese di sempre, vorrei non finisse mai, nell’attesa della quarta ed ultima stagione (sigh) mi rivedrò e rivedrò le prime tre.
    Mikasa, I love you!

Caroline Ribi Zappi

author-publish-post-icon
È qua perchè ha sbagliato coordinate dimensionali. Nella vita reale è una persona seria, qui dà libero sfogo al suo nerdismo represso. Sogna invano di diventare il prossimo Piero Angela.