fbpx
Senza categoria

The Terror: la crepa nel ghiaccio

The Terror è giunto, la serie tv prodotta da Ridley Scott e tratta dal romanzo di Dan Simmons, conosciuta in Italia con il titolo 'La scomparsa dell'Erebus' è su Amazon Prime Video.
La nostra memoria vola a Shackleton, Lovecraft e i racconti d'avventura d'esplorazione tra i ghiacci più classici, come Melville o O'Brian. 
La verità è che The Terror è questo e anche molto altro: nuovo e classico che si fanno strada, una crepa nel ghiaccio televisivo che ci mostra cosa c'è sotto. 
Tra le acque torbide di una trama oscura, bianca e silenziosa si nasconde qualcosa di più terrificante di una tragedia e questo si evince subito dal clima desertico innevato delle prime due puntate
Saranno 10 in tutto gli episodi che ci guideranno attraverso la spedizione della Erebus e della sua compagna, la Terror.
Due navi incagliate nei ghiacci in Antartide nel 1845, una storia vera di sopravvivenza, romanzata, ibrida tra realtà e  finzione costellata da mostruosi predatori.
La lotta contro una creatura fatta di "muscoli e incantesimi" del capitano Francis Crozier (Jared Harris) e del suo equipaggio.
Ed è con la necessità di provocare terrore che questi primi 90 minuti affondano nel nostro cuore come un piccone nel ghiaccio, non per instillare calore ma un diverso tipo di gelo, non dato dal clima, ma dalla terrificante consapevolezza che qualcosa non va. Le prime due puntate non scivolano lievemente sul ghiaccio senza lasciarci nulla, ma scavano un potente solco nel quale lo spettatore ha da subito il sentore drenerà del sangue. La paura dell'ignoto data  dall'immutabile e impassibile realtà nella quale si trovano i protagonisti, viene portata all'estremo, il sospetto cresce anche nello spettatore non solo nei pionieri. È già dalle prime puntate ogni loro gesto ogni inquadratura sembra voler dire molto di più, da subito la regia riesce a farci capire che c'è qualcosa sotto tutto quel bianco.
Proprio come nei racconti gotici di Lovecraft l'angoscia non è data da ciò che accade, ma solo da ciò che potrebbe accadere, un crescendo che sappiamo porterà lo spettatore verso l'estrema follia  d'interesse dato da questo tipo di intrattenimento. Tutto ciò che ora dobbiamo fare è stare seduti e guardare questa infinita distesa bianca aguzzando la vista verso ogni ombra, ogni sensazione, ogni respiro, in modo da non perderci nulla.
Le vicende di questi arroganti esploratori ci faranno compagnia per molto tempo. 
The Terror ha il potenziale per rilanciare una tipologia di pellicole sepolta da troppo tempo sotto il ghiaccio.
Forse qualche spettatore si estrarrà quel piccone del cuore e comincerà a usarlo per scavare nelle opere di genere, non solo letterarie, ma anche cinematografiche, andando a scoprire film memorabili come Master and Commander. 
The Terror riporta il gusto dell'avventura, guarda verso un periodo dove molto più di ora gli uomini erano schiacciati dai capricci della natura, piccoli spettatori impotenti, un periodo dove esplorare significava scendere a patti con la consapevolezza che il terrore era dietro ad ogni angolo. 
Questa serie TV dalla travagliata realizzazione era stata pensata prima come pellicola e poi dopo numerosi rifiuti dalle altre piattaforme è riuscita ad approdare su Amazon Prime Video.
Le prime due puntate di The Terror sono una vera e propria opera teatrale messa in scena da grandi attori, caratteristi ispirati da centinaia danni di racconti di genere. 
A noi non resta che consigliarvelo vivamente, le premesse di grandezza sono vivide fin da subito. Se proprio volete prendere la rincorsa per la visione non lasciatevi scappare pellicole come La Cosa di John Carpenter il già citato Master and Commander con Russell Crowe. 
Sedetevi Preparatevi qualcosa di caldo perché il freddo sta arrivando e con lui il terrore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker