Nuova edizione 7 Wonders

7 Wonders: costruisci la tua Meraviglia e stupisci il mondo
Recensione di 7 Wonders, in vista dell'uscita dell'edizione rivista nella grafica!

3 min


Benvenuti alla recensione di 7 Wonders! Un gioco ben voluto nel mondo dei giocatori e che ha ormai conquistato la sua fetta di giocatori incalliti. Con l’uscita della nuova edizione, rivista graficamente e in piccoli dettagli delle regole, riscopriamo insieme questo gioco!

recensione 7 wondersTutto iniziò nel 2010, con la pubblicazione da parte della casa editrice belga Repos Production di questo gioco ideato da Antoine Bauza. Il successo è immediato ed esteso, e viene certificato dal Kennerspiel des Jahres, un premio nato nel 2011 e dedicato ai giochi per un pubblico più esperto. Membro della famiglia dello Spiel des Jahres, noto premio per il miglior gioco pubblicato in Germania l’anno precedente. Alla prima edizione del Kennerspiel des Jahres, 7 Wonders riesce a mettere le mani sul riconoscimento. E non si ferma a questo: dal 2010 ha conquistato più di 20 premi in tutto il mondo, a dimostrazione della bontà del gioco.

Regole di 7 Wonders

Continuiamo la recensione di 7 Wonders con un recap delle regole. Anzitutto ogni giocatore sceglie una delle plance per se stesso. Ciascuna rappresenta una delle 7 città contenenti le meraviglie del mondo antico. Vengono poi formati 3 mazzi, seguendo i numeri romani riportati sul dorso delle carte, che indicano anche l’ordine con cui si utilizzeranno questi mazzi.

recensione 7 wonders

Ogni turno si svolge in modo simile. Si parte con 7 carte in mano, tutte derivanti dallo stesso mazzo. Ogni giocatore ne sceglie una e passa le restanti al giocatore al suo fianco. Quando tutti hanno scelto la propria carta, ciascuno rivela la carta contemporaneamente agli altri. Poi si prendono le carte ricevute dall’avversario e se ne sceglie una nuova. Il draft procede così fino alla fine di ognuno dei tre mazzi.

Carte di 7 Wonders

Le carte sono molto diverse tra loro, e diventano sempre più potenti col passare dei mazzi. Anzitutto ci sono le carte Risorsa, che danno al giocatore diverse risorse ad ogni turno, con cui pagare i costi per costruire gli edifici rappresentati sulle altre carte. Poi ci sono le carte delle Strutture Civili (blu) che fanno guadagnare punti vittoria. Le Strutture Scientifiche (carte verdi) danno punti vittoria a fine partita in base ai 3 simboli riportati ed in base a quanti simboli per ciascun tipo si possiedono. Le carte Commerciali (gialle) fanno guadagnare monete e risorse, oltre a variare le regole per il commercio con i vicini. Le carte Militari (rosse) aumentano la propria potenza militare, da usare alla fine di ogni era per guadagnare punti guerra ed imporre penalità sugli avversari. Infine le carte Gilda (viola) danno particolari criteri per guadagnare una bella somma di punti, ma si trovano solo nel III mazzo, quindi poco prima della fine del gioco.

Esistono diversi modi per costruire gli edifici delle proprie carte. Il più generico è pagando un numero di Monete indicato sulla carta. Altre carte hanno un costo in risorse, che possono essere prodotte dal giocatore o comprate da uno dei due giocatori a lui vicini. Altre possono essere create gratis, se si possiede una carta indicata sulla carta che volete costruire.

Le carte possono anche essere usate per costruire una parte della propria Meraviglia. Sulla parte inferiore di ogni plancia Meraviglia ci sono 2 o 3 spazi con i simboli delle risorse da pagare e delle ricompense ottenute. Vanno realizzate in ordine, da sinistra a destra. Per realizzarne una, ad un turno il giocatore può scegliere di infilare a faccia coperta una carta sotto lo spazio prefisso e pagare il costo indicato.

Cosa cambia nella nuova versione di 7 Wunders?

Squadra che vince non si cambia! Il detto si può adattare anche a questa situazione. Perché cambiare un gioco che anche dopo anni ha ancora una pletora di giocatori incalliti? Dev’essere quello che si sono domandati anche alla Repos. Come abbiamo già scritto, ci sono davvero poche modifiche tra la vecchia e la nuova edizione.

Anzitutto non ci saranno modifiche sulla meccanica, ma verrà revisionata la grafica. Saranno riviste le immagini, in modo da migliorarne la leggibilità, e saranno inseriti dei simboli che identificano il colore delle carte (ottimo per i giocatori daltonici). Sarà inoltre snellito il regolamento, rendendolo consultabile più velocemente. Quindi questa recensione di 7 Wonders sarà valida anche per la nuova edizione.

La possibilità di essere giocato in due sarà abbandonata, visto che esiste la versione 7 Wonders Duels pensata esclusivamente per 2 giocatori. Inoltre saranno ristampate con la nuova grafica anche le espansioni Leader, Cities e Armada mentre l’espansione Babel uscirà dal mercato.

Asmodee- Gioco da Tavolo, Multicolore, 8040
  • Numero di giocatori: 2 − 7
  • Durata media: 30 min
  • Età suggerita: da 10 anni in su
  • Lingua: edizione interamente in italiano

Like it? Share with your friends!

Condividi la tua reazione

Amore Amore
2
Amore
Confusione Confusione
6
Confusione
Felicità Felicità
1
Felicità
Paura Paura
6
Paura
Rabbia Rabbia
8
Rabbia
Tristezza Tristezza
8
Tristezza
Wow Wow
4
Wow
WTF WTF
7
WTF

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Alessio Riccardi

author-publish-post-icon
Amante di giochi da tavolo, giocatore di Magic della prima ora, divoratore compulsivo di mostre. Se c'è un gioco da tavolo nelle sue vicinanze, probabilmente vi inviterà a fare una partita insieme!
        






      





 
















 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link