fbpx
Cultura e Società

A Yokohama una statua di Gundam in grado di muoversi

Gundam Factory Yokohama è il progetto che realizzerà il sogno di ogni appassionato di mecha

In occasione degli annunci inerenti le celebrazioni dei 40 anni di Gundam è stato confermato che il progetto Gundam Global Challenge realizzerà una statua a grandezza naturale di Gundam in grado di muoversi.

Dovremo attendere il 2020, anno delle olimpiadi di Tokyo, per vedere finalmente concretizzarsi un progetto iniziato nel 2015 che prenderà da oggi il nome di Gundam Factory Yokohama.

Un Gundam a grandezza naturale

Il sito prescelto è quello del porto di Yokohama, a pochi chilometri da Tokyo, location che per circa un anno diventerà la nuova casa del Gundam RX-78-2, dopo la sua ultima apparizione ad Odaiba.
In quell’occasione la statua dell’altezza di 18 metri era in grado di muovere la testa e la cabina di pilotaggio, oltre a emettere suoni e luci, seguita lo scorso anno dalla realizzazione del Rx-0 Unicorn Gundam.
Ancora in mostra sempre ad Odaiba, il nuovo mecha è capace di cambiare forma passando dal Unicorn Mode al Destroy Mode, modificando parte dell’armatura e colore del frame interno del Mobile Suit.

Inizialmente previsto per il 2019, proprio in occasione del quarantesimo anniversario del franchise, la Gundam Factory Yokohama sta collaborando con la città giapponese per realizzare quello che da sempre è il sogno nel cassetto di milioni di fan del Mobile Suit Bianco: vedere finalmente muoversi il robot tanto amato.

Il sito ufficiale della Gundam Factory Yokohama, consultabile a questo link, premette di aggiornare continuamente i fan sullo sviluppo del progetto, sebbene per il momento sia povero di informazioni.

Se ancora non avete preso impegni per il 2020 questo è un ottimo incentivo per visitare il Giappone!

Via
animenewsnetwork
Tags

Mattia De Poi

Anche conosciuto come Il Nini, Mattia è il lato gioioso di Orgoglio Nerd. Biondo e curioso, è appassionato di ogni genere fumettistico, Gunpla e avventure. Portatelo in viaggio, all'organizzazione ci penserà lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker