Scienza e Tecnologia

Anche Elon Musk sogna aerei elettrici

Il CEO di SpaceX ha in mente di produrre anche mezzi aerei elettrici

Non è una novità che Elon Musk abbia in mente cose bizzarre. Ne abbiamo viste diverse delle sue, dal tunnel per Hyperlooop ai Falcon riutilizzabili, per arrivare alle auto elettriche. Sì, oggi parliamo un poco dei piani futuri (e passati) di Tesla. Nata nel 2003, quando la stessa idea di auto elettriche sembrava utopia, all’attuale vende circa 7000 auto elettriche alla settimana, con una scelta che varia dalla lussuosissima Roadster alla Model 3, con il suo enorme tablet a sostituire l’intero cruscotto. Ma a Musk non basta conquistare le strade e lo spazio, lui vuole anche il cielo e, infatti, da qualche anno ha in mente di costruire un aeroplano completamente elettrico.

Un aereo? Come mai?

Musk ha dichiarato già diverse volte che costruire un aereoplano supersonico gli piacerebbe da morire. Perché? Credo sia si diverta moltissimo, principalmente, sia a rendere elettrici veicoli già esistenti, sia ad immaginare un jet supersonico in grado di decollare e atterrare da fermo. Eh già.

Se ne parlava da tempo, già nel 2009 Elon aveva dichiarato che l’idea gli piaceva tantissimo ma non aveva tempo per svilupparla, nel 2010 aveva fatto un piccolo cameo in Iron Man 2, portando a Tony Stark l’idea per un jet elettrico, nel 2014 aveva affrontato il problema al MIT AeroAstro Centennial Symposium e lo scorso Settembre ne ha discusso con Joe Rogan nel suo podcast.

Bisogna poi dire che gran parte dell’energia spesa dall’aeroplano sarebbe solo per il decollo, quando deve vincere la forza gravitazionale, mentre per la durata del volo e per la discesa ne servirebbe assai meno. In più sarebbe possibile sfruttare la discesa come fonte di carburante, riconvertendo l’energia potenziale in energia elettrica utilizzabile.

Insomma, cosa separa la Tesla dalla produzione di aereoplani? Le batterie. Attualmente in una Tesla si trovano batterie da 250 watt-ora per chilogrammo, tuttavia queste energie non basterebbero mai ad un aereo. Per essere in grado di volare in tranquillità ci sarebbe la necessità di fornire il doppio della potenza e, secondo Subhash Dhar, CEO di XALT Energy, batterie in grado di tenere queste performance arriveranno entro il 2022. Staremo a vedere.

 

Fonte
Inverse
Tags

Matteo Magherini

Matteo Magherini, noto ad alcuni come Asciugamano, è un gatto professionista. Una volta completato l’obiettivo « laurea triennale in fisica » ha deciso di scegliere la classe « fisico delle particelle » e si aggira tra un esame e l’altro intento a livellare. Appassionato di fantascienza, arrampicata e chitarre è campione nazionale di freddure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker