fbpx
FeaturedIntrattenimento

Anteprima Esclusiva Magic The Gathering: Commander 2019

Ecco a voi una nuovissima chicca proveniente dall'edizione 2019 di Commander!

Quando si tratta di Magic The Gathering, districarsi fra i mille formati disponibili può essere un’impresa. All’uscita di un nuovo set c’è il prerelease, che utilizza il formato sealed. Nei fine settimana successivi in fumetteria abbondano i tornei nel formato draft, per poi lasciare lo spazio allo standard, uno dei tanti formati costruiti. Se giocate da molto tempo e la vostra collezione è vasta, potreste preferire modern, oppure uno dei formati “eterni”, come legacy, pauper vintage. E’ tutto molto complicato, e soprattutto molto lontano dall’esperienza genuina di sedersi attorno al proprio tavolo della cucina, con degli amici, semplicemente a giocare a Magic. Ebbene, c’è un altro formato, di gran lunga il nostro preferito, che invece di rivolgersi ai giocatori “seri” intende fin dalla sua concezione offrire un rifugio dallo stile competitivo che accomuna tutti i formati finora citati: stiamo parlando di Commander, un formato che utilizza delle regole tutte speciali, ma soprattutto che si basa su una filosofia, sull’accettazione condivisa del fatto che l’obbiettivo non sarà vincere ad ogni costo, ma divertirsi e far divertire tutte le persone coinvolte.

Magic Commander: ogni anno, giocattoli nuovi

commander 2019

Commander è stato creato dai giocatori, non dalla Wizards, ma ha acquisito una tale popolarità nel corso degli anni che la casa madre ha deciso che valesse la pena supportarlo, senza cercare di aggiustare ciò che non è rotto, ma semplicemente dando ai giocatori tanti giocattoli nuovi. E’ così che è nato il prodotto Magic Commander, una serie di mazzi prefabbricati, costruiti secondo le bizzarre regole di deckbuilding del formato, che di anno in anno offrono nuove carte, nuovi generali, nuove opzioni. Non abbiamo fai fatto segreto di considerare Magic Commander uno dei migliori prodotti preconfezionati che la Wizards offra ai suoi giocatori. I mazzi sono generalmente forti, divertenti, forse non ottimizzati, ma certo molto al di sopra di ciò che viene alla mente pensando al tipico mazzo prefabbricato. L’edizione dell’anno scorso è stata accolta con giustificatissima delusione da parte dei giocatori: non solo i mazzi apparivano meno ispirati del solito, ma contenevano quasi nessuna ristampa di pregio, il tutto a fronte di un aumento del prezzo al pubblico. L’attenzione sull’edizione di Commander 2019 è quindi molto alta: dopo lo scivolone dell’anno scorso, saprà la Wizards offrire qualcosa all’altezza della reputazione di questo straordinario prodotto? Lo vedremo! Magic Commander 2019 è in uscita a fine mese, e ci troviamo proprio nel bel mezzo della stagione degli spoiler! Anche a questo giro la Wizards è stata così premurosa da inserirci nel novero di coloro che hanno il compito di rivelare una delle nuove carte al mondo, quindi senza ulteriori indugi ecco a voi…

Anteprima Commander 2019: Supremo Demone dell’Astio

commander 2019

…il Supremo Demone dell’Astio! Quest’anno i mazzi di Commander saranno quattro, ciascuno legato ad una meccanica: flashback, proliferare, metamorfosi e, l’avrete azzeccato, follia. Il nostro demone appartiene quindi all’ultimo mazzo di questo elenco, un mazzo nero e rosso che vuole scartare carte per ottenere grossi, grassi vantaggi. Ora, un pochino di analisi, senza sapere molto del contenuto del resto del mazzo. Qualsiasi carta con un costo di follia rappresenta vantaggio carte se inserita in un mazzo dedicato: anche semplicemente trasformare un’apparente perdita di una carta in una creatura o un effetto, per quanto piccoli possano essere, è senz’altro desiderabile. La nostra creatura, però, è tutt’altro che piccola: stiamo parlando di un demone, anche bello grosso. Certo, un 6/6 volante per sette mana è decisamente mediocre, ed anche pagato con i cinque mana del costo di follia non stiamo certo parlando di qualcosa di devastante: Commander è un formato dove le creature, per impattare davvero la partita, devono fare ben di più di essere semplicemente “grosse”.

Fortunatamente, questo è proprio il caso del nostro demone, che presenta un’abilità piuttosto interessante: punisce gli avversari che lo danneggiano. E’ vero che, per quanto il danno accidentale esista, i nostri avversari potranno facilmente evitare di lanciare quell’Atto Blasfemo che hanno in mano, sapendo che il nostro demone glielo rimbalzerebbe sul muso…ma qui entra in gioco la sinergia che offre il costo di follia! Non si tratta soltanto di uno sconto di due mana, del tutto trascurabile: ciò che follia ci permette di fare è di modificare le tempistiche del lancio di questa creatura. Pagare il costo di follia e lanciare questa magia, infatti, è legato al momento in cui scartiamo la carta, e questo può essere fatto nel turno degli avversari, durante il combattimento, in risposta alle loro magie…quindi ci è sufficiente avere un modo per scartare carte a velocità istantanea (ad esempio, per dirne una, con il nuovo generale Anje Falkenrath) per poter sorprendere gli avversari e punirli in modo spettacolare. Avete presente quell’Atto Blasfemo? Bene, in risposta al lancio potremo tappare Anje, scartare il demone, pagare il mana, farlo entrare in gioco…ed ecco che il nostro avversario dal grilletto facile dovrà scegliere fra subire 13 danni o sacrificare 13 permanenti. Oppure, eccovi un altro scenario molto più comune: un avversario vede che siete senza difese, e decide di attaccarvi con qualche creatura. Benissimo! Dopo che ha dichiarato l’attacco potete scartare il demone e lanciarlo…e poi bloccare, costringendo la creatura bloccata a danneggiare anche il proprio controllore.

commander 2019

Insomma: il Supremo Demone dell’Astio è un’ottima carta che ha bisogno del mazzo giusto per funzionare a dovere. In un mazzo come, immaginiamo, quello nero e rosso di Commander 2019, svolge alla perfezione il ruolo di “serpente a sonagli”, cioè di minaccia palese (nessuno vorrà attaccarvi se avrete il demone in campo!), e di “scorpione”, cioè di trappola nascosta pronta a scattare al momento giusto. Le applicazioni sono tantissime, considerando che Commander è uno dei formati più imprevedibili di sempre: basterà tenere gli occhi aperti ed essere pronti ad approfittare delle opportunità quando si presenteranno. Siamo molto curiosi di scoprire assieme a voi il resto delle carte che compongono i mazzi dell’edizione di Commander 2019, e siamo felici di essere parte di questa stagione di spoiler, ancora una volta!

Tags

Gabriele Bianchi

Lettore, giocatore, conoscitore di cose. Storico di formazione, insegnante di professione, divulgatore per indole. Cercatelo in fiera: è quello con la cravatta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker