Baby Yoda ha un nome. Non sappiamo quale sia, ma Bob Iger, presidente del consiglio di amministrazione della Walt Disney Company, ne ha confermato l’esistenza. Pochi giorni fa lo stesso Iger aveva dichiarato di non voler etichettare il personaggio con il nome di “Baby Yoda”. Ieri, durante un’intervista a The Star Wars Show ha rivelato l’esistenza del nome della creaturina.

To Baby Yoda or not to Baby Yoda?

Baby Yoda Emoji

Baby Yoda, personaggio presente nella serie The Mandalorian, sta spopolando su internet. La sua (relativamente) giovane età lo mette in contrasto con il personaggio da cui prende il nome: Yoda appunto, l’anziano maestro Jedi di Luke Skywalker. Il popolo del web gli ha già affibbiato un nome ma Jon Favreau, sceneggiatore di The Mandalorian, non si è mostrato d’accordo. Ecco le parole di Bob Iger in proposito.

Il mondo si sta riferendo al personaggio come Baby Yoda, ed è un no. Sono stato castigato nelle prime e-mail da Jon Favreau per aver usato quel nome. Sembrava così semplice. Ho avuto i polsi schiaffeggiati da Jon qualche volta. “Non è Baby Yoda!” Okay, okay. Non deve dire niente, solo essere espressivo. Muovere gli occhi e le orecchie. È così dannatamente intrigante. La gente vuole davvero sapere, qual’è il suo nome? Qual’è il suo vero nome? A proposito, lo conosci? Conosco il suo vero nome, ecco il motivo delle mie guardie del corpo extra. Non voglio che qualcuno mi somministri un qualche tipo di siero della verità.

Si scoprirà in futuro il vero nome di Baby Yoda? E il web, già abituato ad usare un nomignolo così azzeccato, saprà accettare il suo vero nome?


Like it? Share with your friends!

Condividi la tua reazione

Amore Amore
0
Amore
Confusione Confusione
1
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Paura Paura
0
Paura
Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Francesco Briola

author-publish-post-icon
Videogiocatore di vecchia data, estimatore di serie d'animazione e film, divoratore di documentari. Parafrasando Sin City, "ha avuto la sfortuna di nascere nel secolo sbagliato": per lui le automobili sono carrozze senza cavalli e sostiene che una spada sia mille volte più affascinante di una qualunque arma da fuoco. Schivo e riservato, è ancora a disagio nel rileggere queste tre righe.