FeaturedIntrattenimento

Boy Erased – Vite cancellate: il senso di colpa | Recensione

Arriva nelle sale italiane il film ispirato al libro di Garrard Conley, ecco il nostro parere...

Di Boy Erased – Vite cancellate abbiamo parlato più volte durante il nostro coverage degli Oscar 2019. Siamo rimasti infatti leggermente stupiti del fatto che una pellicola come questa non abbia ricevuto alcuna candidatura agli ambiti premi. Oggi però non siamo qui per riaprire questa discussione, ma per raccontarvi cosa ne pensiamo di questo film, appena sbarcato nelle sale italiane. Come potete facilmente intuire, la nostra recensione di Boy Erased – Vite cancellate è decisamente positiva. Ma andiamo a vedere nel dettaglio perché.

Di cosa parla Boy Erased – Vite cancellate?

boy erased vite cancellate terapia recensione

Questo film è ispirato alla vera storia di Garrad Conley, giornalista e scrittore americano, che ha vissuto sulla propria pelle l’esperienza della cosiddetta terapia riparativa. Si tratta di un metodo, spesso associato ad associazioni religiose fondamentaliste, il cui obiettivo finale è modificare l’orientamento sessuale e non solo.

Il protagonista del film, alter ego di Conley, è Jared Eamons. Questi, dopo aver dichiarato la propria omosessualità ai genitori, viene inviato in uno di questi centri, su iniziativa principalmente del padre, predicatore Battista. Il racconto della sua esperienza si interseca a flashback del suo passato. Qui viene mostrata la sua crescita personale e il rapporto con la sua famiglia, con la fede e con gli amici.

Boy Erased – Vite cancellate ci porta per mano nel mondo della terapia riparativa, lasciando un segno indelebile. Lungo il film Jared assiste a pratiche terribili, amministrate peraltro senza alcun tipo di competenza psicologica. I ragazzi si trovano in un ambiente terrificante, che li colpevolizza ad ogni angolo, cercando di sopprimere ogni tipo di individualità, come rimarcato dalla “divisa” che tutti sono costretti a indossare.

Ad aiutare la riuscita finale della pellicola sono sicuramente le prestazioni attoriali. Lucas Hedges offre una delle migliori performance della sua carriera, degnamente supportata da Nicole Kidman e Russell Crowe nel ruolo dei suoi genitori. Il loro apporto è fondamentale per questo film, ma ne paleremo più approfonditamente in seguito, ed è importante che non sia mancato.

Full Metal Jacket incontra Qualcuno volò sul nido del cuculo

boy erased vite cancellate terapia recensione

Sebbene si discosti nei dettagli dalla trasposizione cartacea dell’esperienza di Conley, Boy Erased – Vite cancellate ne coglie a pieno lo spirito trainante, elevandolo ai massimi livelli. Scoprire passo passo la vita di Jared, ma soprattutto quanto succede nel centro è traumatico.

Oltre alla questione della terapia di conversione in sé, il film ci mostra visioni terrificantemente errate di temi importantissimi. Il campionario del centro in cui si reca Jared è ‘ben’ assortito: dalla demonizzazione delle malattie mentali, definite “comportamento peccaminoso”, alla concezione dell’omosessualità come scelta, fino al rifiuto della scienza e dell’istruzione e ovviamente al victim blaming.

Nella struttura, che richiama alternativamente Qualcuno volò sul nido del cuculo e Full Metal Jacket, i giovani sono sottoposti a una manipolazione continua. L’obiettivo è instillare in loro un senso di colpa per la loro condizione, attraverso pratiche che raggiungono livelli estremamente traumatici. A questo si affianca la creazione di un contrasto (a volte inesistente) con i propri genitori.

E questo è un altro tema centrale del film. Perché il rapporto tra Jared e la sua famiglia è affascinante e perfettamente rappresentato. Le incomprensioni e le difficoltà relazionali con il padre, le decisioni che i genitori prendono, non sono motivo di frattura. Si tratta di un aspetto che emoziona più e più volte lungo il film, anche grazie alle sopracitate performance di Russell Crowe e Nicole Kidman.

È importante sottolineare comunque che Boy Erased – Vite cancellate non è un attacco alla fede o alla religione, bensì una lucida analisi dei suoi aspetti distorti. Questo si esplicita nell’arco di tutti e tre i personaggi principali, in particolare per Marshall Eamons, predicatore e padre di Jared.

Pareri finali

boy erased vite cancellate terapia recensione

Boy Erased – Vite cancellate è un film che vi consigliamo caldamente di vedere. È capace di colpire duro, direttamente alla bocca dello stomaco, ma anche emozionare dolcemente con sequenze toccanti. Ma soprattutto sa fare riflettere. È semplice, no?

Tags

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker