fbpx
Intrattenimento

Brendan Fraser racconta della sua audizione fallita per Superman

L'attore, prossimamente in Doom Patrol, ha raccontato della sua (quasi) esperienza nei panni dell'Uomo d'Acciaio.

Nella sua lunga carriera Brendan Fraser ha interpretato ruoli di diverso peso, ma diventati spesso iconici nella mente degli appassionati di cinema e serie TV. Come dimenticarsi di Rick O’Connell, protagonista della saga La mummia iniziata nel 1999? O ancora, il personaggio di Ben Sullivan in Scrubs, protagonista di uno dei momenti più memorabili dell’intera serie? In questi giorni l’attore ha raccontato che in passato è stato vicino ad aggiungere un altro nome di grande rilievo al suo curriculum: Superman.

Quando Brendan Fraser è stato quasi Superman

Brendan Fraser ha partecipato alle audizioni per il rilancio dell’Uomo d’Acciaio al cinema sviluppato durante i primi anni 2000. Il progetto tecnicamente non è andato in porto, ma si è lentamente trasformato, diventando Superman Returns, con Brandon Routh nel ruolo dell’ultimo figlio di Krypton.

Fraser ha raccontato la sua esperienza, svelando che è andato anche piuttosto vicino a ottenere la parte. È stata l’occasione per negare che, viceversa, fosse tra le scelte principali per interpretare un altro iconico supereroe ovvero Reed Richards nel film dedicato ai Fantastici 4 del 2005. Queste le dichiarazioni dell’attore:

Ho fatto il provino per Superman. Sono arrivato anche alla prova del costume. […] Era bello, era molto bello. Cioè, alla fine non ho ottenuto la parte. Non si è più fatto. Brett Ratner era un po ‘woo hoo’ in quel periodo e di questo ci sono le prove. E la sceneggiatura era stata scritta da J.J. Abrams, ma non l’ha mai realizzata. Ed era il dannato Shakespeare nello spazio. Era davvero figo. Era l’incontro di più mondi ed era davvero, davvero bello. Però, insomma, so che Superman è andato piuttosto bene poi“.

Alla fine comunque l’attore ha trovato il modo di entrare nell’universo DC Comics. È infatti lui a dare la voce a Robotman nella serie Doom Patrol, distribuita proprio in queste settimane negli States.

Cosa ne pensate? Vi sarebbe piaciuto vedere Brendan Fraser indossare il mitico costume rosso e blu e sfrecciare per i cieli di Metropolis?

Tags

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker