fbpx
Intrattenimento

Cells at Work si prepara per la seconda stagione

Le cellule antropomorfe tornano al lavoro

L’account ufficiale di Cells at Work ha annunciato il tanto atteso rinnovo della serie anche per la seconda stagione, ulteriori dettagli ci verranno rivelati solo tra qualche settimana.
L’adattamento animato del manga di Akane Shimizu, ha visto la prima stagione, composta da 13 episodi più uno speciale, conquistare il pubblico di tutto il mondo diventando, è il caso di dirlo, un successo virale.

Cells at Work pronto a proteggere nuovamente il nostro corpo

Cells at work, narra le vicende dei milioni e milioni di cellule presenti in un corpo adulto, piastrine, globuli rossi e bianchi, linfociti ecc…, occupate a mantenere l’equilibrio all’interno del corpo umano. Tra tutte questi milioni di cellule “spicca” un globulo rosso parecchio impacciato che spesso e volentieri si imbatte in batteri vogliosi solo di invadere il corpo umano in questione. Il nostro globulo rosso però non sarà mai solo infatti ad aiutarlo, anzi ad aiutarla, ci saranno i vari globuli rossi ed un globulo bianco parecchio forte e dotato.

La serie che qui in Italia è disponibile in maniera gratuita e completamente sottotitolata sul canale Youtube di Yamato Animation, vede le avventure di questi globuli alle prese con diversi ostacoli, strizzando un po’ l’occhio all’immortale ‘Siamo fatti così‘ o ‘C’era una volta la vita‘ che dir si voglia del francese Albert Barillè e, in alcuni casi, ai moderni battle shonen.

Come detto precedentemente, il successo della serie è sotto gli occhi di tutti e proprio per questo motivo i registi e gli animatori del paese del Sol Levante stanno cercando di ottenere il massimo risultato da questa gallina dalle uova d’oro, vedremo il risultato finale con la seconda stagione di Cells at Work! che presto sarà online sui nostri schermi.

Tags

Mauro Brisacani

Videogiocatore e giocatore di TCG accanito, sogno di diventare giornalista sportivo e videoludico per poter giocare e lavorare. Barese DOC, amo lo street food, quindi non lasciatemi mai del cibo incustodito perché come Cthulhu, vi farò impazzire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker