Charlie Says; Ultimamente il cinema ha riscoperto l’efferatezza degli omicidi de ‘La famiglia’, setta capeggiata dal criminale Charles Manson (che in realtà non ha mai effettivamente commesso nessun omicidio personalmente). Sappiamo benissimo che anche la nuova pellicola di Quentin Tarantino, C’era una volta a Hollywood, gira intorno alle vicende della Manson Family e all’omicidio di Sharon Tate (moglie di Roman Polanski), avvenuto per mano di quattro persone appartenenti alla setta di Manson.

Charlie Says racconta direttamente le vicende della Manson family, e di tutta quella brutta faccenda che sconvolse Hollywood alla fine degli anni ’60.

Charlie says: La storia dal punto di vista delle ragazze

Presentato al Festival del cinema di Venezia, con la regia di Mary Harron (American Psycho), la narrazione di Charlie Says segue la storia dal punto di vista di tre ragazze membri della Manson Family: Susan Atkins, Patricia Krenwinkel (direttamente collegate all’omicidio di Sharon Tate) e Leslie Van Houten, interpretate rispettivamente da Marianne Rendon (Mapplethorpe), Sosie Bacon (Tredici) e Hannah Murray (Games of Thrones), e di come vennero fortemente influenzate dal carisma del criminale capofamiglia.

Il ruolo di Charles Manson viene invece affidato all’irriconoscibile ex Dr Who, Matt Smith, naturalmente in versione barbuta e capellona.

Oltre all’omicidio di TateCharlie Says si concentra anche sulle vicende del brutale assassinio del coniugi LaBianca nella loro casa, eseguito per mano di Leslie Van Houten Patricia Krenwinkel.

Infatti la sceneggiatura, oltre ad ispirarsi al libro The Family di Ed Sanders (un resoconto di tutti gli avvenimenti riguardanti gli omicidi della Manson Family), trae principalmente spunto da Life Beyond the Cult. The long Prison journey of Leslie Van Houte, scritto dalla criminologa Karlene Faith (nel film interpretata da Merritt Wever) che provò a riabilitare le tre assassine protagoniste quando furono arrestate.

Il film verrà proiettato nelle sale americane a partire dal 10 Maggio 2019, per essere successivamente distribuito nel resto del mondo.


Like it? Share with your friends!

What's Your Reaction?

Amore Amore
0
Amore
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Paura Paura
0
Paura
Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enrico Natalini

author-publish-post-icon
il suo DNA è composto al 100% di cultura trash e underground. Che siano libri, film, fumetti, serie tv, spettacoli teatrali, mostre o televendite è un segugio per tutte quelle chicche che sopravvivono all'insaputa del mainstream. Di lui dicono che è come un cartone animato, non ha capito bene se sia un complimento o meno, ma a lui piace.