Chicken Little

Chicken Little doveva essere una femmina all’inizio?
Randy Fullmer svela il curioso retroscena su uno dei personaggi più amati dai più piccoli

1 min


I fan di Chicken Little potrebbero essere sorpresi di sapere che il personaggio titolare sul tavolo da disegno era inizialmente una donna. Questo fino a quando l’ex presidente e CEO della Disney, Michael Eisner, non ha chiesto un protagonista maschile. Chicken Little è stato pubblicato per la prima volta nel 2005 come primo lungometraggio di animazione al computer della Disney. Questo ha stabilito un ampio futuro per l’animazione Disney CGI con film come Zootopia e Frozen. Il film è stato diretto e basato su una storia di Mark Dindal, che ha tratto l’idea dalla vecchia favola europea, Henny Penny.

La trama di Chicken Little

La storia segue Chicken Little (doppiato da Zach Braff), che sostiene che il cielo stia cadendo dopo che una ghianda gli cade sulla testa. Incapace di dimostrare alla città che il cielo lo ha “colpito”, diventa lo zimbello disprezzato della città. Un anno dopo, Little cerca di riscattarsi unendosi alla squadra di baseball. Una notte, dopo una partita di baseball, viene colpito di nuovo alla testa e scopre che il suo “cielo che cade” è in realtà un UFO. Little si imbarca in una missione per avvertire la città di un’imminente invasione aliena.

La versione originale del film, tuttavia, era leggermente diversa. Dopo il suo lavoro su The Emperor’s New Groove, Dindal ha inventato una trama tutta su Chicken Little, che sarà doppiata da Holly Hunter, e il suo rapporto con suo padre. Tuttavia, il CEO della Disney Michael Eisner non voleva che il film avesse una protagonista femminile.

Il produttore Randy Fullmer, che ha lavorato con Dindal al progetto, ha detto a Collider: “Michael Eisner ha appena detto: ‘Non voglio che sia una ragazza, voglio che sia un ragazzo'”. Dindal ha dichiarato che il suggerimento è stato forse dato a causa di alcune ricerche di mercato condotte dallo studio che affermavano: “le ragazze andranno a vedere un film con un protagonista maschile, ma i ragazzi non vedranno un film con una protagonista femminile”. E, secondo Dindal, “Quella era la saggezza in quel momento … finché Frozen non esce e guadagna $ 1 miliardo”.


Like it? Share with your friends!

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"