fbpx
FeaturedIntrattenimento

Come iniziare a leggere fumetti Marvel? Don’t Panic!

La nostra guida su come approcciarsi per la prima volta ai supereroi della Casa delle Idee

Siamo sicuri che molti di voi, anche più di una volta, abbiano avuto l’intenzione di iniziare a leggere le avventure a fumetti degli eroi Marvel. Una bellissima idea che si è però scontrata contro un muro chiamato continuity editoriale, formati differenti e una miriade di pubblicazioni che possono confondere le vostre idee. Don’t Panic, Orgoglio Nerd è qui in vostro aiuto.

L’Universo Narrativo che tutt’oggi viene prodotto da Marvel è quanto mai intricato e variegato. Periodicamente vengono presentati nuovi eroi, vari artisti si susseguono costantemente al timone delle diverse testate e gli stessi personaggi che conosciamo grazie ai film del MCU non sono esattamente l’identica controparte cartacea.

Se volete però iniziare ad esplorare questo vasto e meraviglioso Universo siamo pronti a consigliarvi quella che, secondo noi, è la strada migliore. Impossibile fornire una risposta univoca a questo dubbio, aspettiamo di leggere i vostri pareri nei commenti, ma sarebbe un peccato non poter godere di entusiasmanti racconti solo per lo smarrimento iniziale. In Italia i fumetti Marvel sono pubblicati da Panini Comics, editore che dalla metà degli anni ‘90 distribuisce regolarmente gli eroi della Casa delle Idee, proponendo continue novità ed edizioni simili, ed in molti casi anche superiori, rispetto al corrispettivo statunitense.

Siamo pronti ad iniziare questo viaggio all’interno dell’Universo Narrativo Marvel. L’importante è fare il primo passo, la vostra curiosità vi porterà a scoprirne tutti i segreti.

Marvel Comics, la Casa delle Idee

Era il 1939 quando Timely Comics si affacciò per la prima volta sul mercato americano. Un nuovo editore di fumetti che oggi, dopo il rebranding del 1961, conosciamo come Marvel. Proprio quest’anno saranno celebrati i primi 80 anni di attività di una fra le realtà più conosciute al mondo che, nella sua lunga storia editoriale, non ha mai realmente resettato le storie dei suoi personaggi. Una continuity lunga ed intricata che quindi potrebbe facilmente scoraggiare i neofiti che vogliono approcciarsi ai suoi racconti. Non vi consigliamo però di iniziare a leggere i fumetti Marvel dal loro vero inizio, dovreste fare un bel salto nel passato, scontrandovi con stili grafici e di sceneggiatura in netto contrasto con quelli attuali. Aggiungiamo inoltre che le origini di personaggi come Spider-Man o Daredevil sono oggi note al grande pubblico grazie alla controparte cinematografica.

Doveroso sottolineare però come il passaggio da cartaceo a visivo abbia da un lato permesso ad una vastissima platea di pubblico di avvicinarsi agli eroi Marvel, slegandosi però dalla versione fumettistica. Lo Spider-Man che avete potuto vedere al cinema in questi giorni è completamente diverso da quello che attualmente ricopre il ruolo di protagonista nell’omonima testata a fumetti. Non pensate quindi di catapultarvi in fumetteria e comprare il primo albo di Spider-Man che vi capita fra le mani, potreste rimanere decisamente spaesati.

Don’t Panic #1 : Io Sono

Quindi il primo consiglio è il seguente: Io sono. Volumi interamente dedicati ai più famosi eroi Marvel in cui ripercorrerne la storia sin dalle origini. Già pubblicati Iron-Man, Black Panther, Capitan Marvel, Spider-Man e molti altri.

Formati editoriali

Siete convinti della vostra scelta, volete iniziare a leggere le storie dei personaggi Marvel, ma prima di partire dobbiamo fare un po’ di chiarezza su quello che potreste trovarvi davanti. Negli Stati Uniti periodicamente vengono pubblicate diverse testate in cui trovano spazio le avventure di un eroe o di un intero gruppo. Solitamente la cadenza è mensile ma possono esserci delle eccezioni che portano la periodicità a quindicinale o bimestrale. In ogni caso all’interno di questi albi, comunemente chiamati spillati, trovate le più recenti storie del vostro eroe preferito. Come potete immaginare non vi è un unico autore che ha dato vita alla storyline di un personaggio, ma troviamo invece diversi team creativi che periodicamente si susseguono alle redini della serie.

Parliamo di team creativi perché negli Stati Uniti, a differenza di quanto accade in Europa o Giappone, è comune che ogni artista si occupi di un compito specifico: troviamo infatti uno sceneggiatore e un disegnatore, che nella maggior parte dei casi è coadiuvato da un colorista. Tutte queste figure gestiscono una testata per un periodo variabile che solitamente occupa 6, 12 o 24 mesi. Questo lasso di tempo viene definito Run e serve ai lettori per capire quali numeri sono stati realizzati da autori specifici.

Ogni nuova Run può essere vista come un ottimo punto di partenza per nuovi lettori. Ogni team creativo tende infatti a dare la propria impronta al racconto, forgiando secondo la propria esperienza il personaggio in questione: per questo motivo vi capiterà spesso di sentire parlare del Daredevil di Brian Michael Bendis o del Thor di Jason Aaron, solo per fare due esempi.

Dopo aver pubblicato la versione in spillato, con una foliazione media di 24/32 pagine, i capitoli vengono raccolti in volumi più corposi in formato cartonato o brossurato. Questi albi in genere contengono 6 capitoli, ognuno facente parte della medesima Run, che permettono di leggere tutto d’un fiato il racconto dell’eroe in questione. Solo successivamente, per i racconti più significativi e apprezzati dal pubblico, vengono stampati dei volumi di pregio chiamati Omnibus. Al loro interno, oltre al racconto che già conoscete, sono presenti contenuti extra, interviste, storyboard o sceneggiature del racconto.

Don’t Panic #2: Collezioni da Edicola

Arriviamo quindi al secondo consiglio: collezioni da edicola. Come suggerisce il nome sono collane pubblicate in allegato a diversi quotidiani al cui interno sono raccolte alcune fra le storie più iconiche della Marvel. Le grandi saghe o la collezione Hachette, attualmente in corso di pubblicazione, sono ottimi volumi da cui iniziare.

1506359609-marvel-generations

Rilanci e starting point

Comprendendo lo smarrimento che potrebbero subire i nuovi lettori, e cercando di accaparrarsi nuovo pubblico, negli ultimi anni Marvel ha più volte deciso di dar vita a dei veri e propri rilanci editoriali. Nessun reboot o cancellazione di ciò che è avvenuto negli anni precedenti ma dei perfetti punti di partenza per scoprire le avventure di un determinato eroe. Un discorso è iniziare a leggere Spider-Man dal numero 547, un altro è vedere un rassicurante numero 1 sulla cover dell’albo.

Questa scelta ha portato a molte critiche anche da parte dei fan di lungo corso, troppo spesso spiazzati dalle scelte dell’editore. Questa decisione ha infatti più volte mischiato le carte portando alla creazione di nuovi team di eroi, creati con lo scopo di valorizzare eroi secondari a scapito dei personaggi più noti. Una scelta discutibile che ha comunque prodotto ottime serie. Ed è proprio qui che arriva il nostro:

Don’t Panic #3: Marvel Now

All’interno dei rilanci Marvel Now e successivi hanno trovato spazio racconti fuori dall’ordinario come Occhio di Falco, Visione, Moon  Knight o la nuova Miss Marvel. Tutte storie che ci sentiamo di consigliarvi senza indugio, non ne rimarrete delusi.

Maxi eventi

Capita infine molto spesso che gli eroi Marvel si uniscano per dei grandi crossover: eventi unici nel loro genere che fanno collimare personaggi all’interno di una storyline corale. Storie come Civil War, Secret Invasion o Avengers Vs X-Men sono quanto di più simile ad un cinecomic Marvel possa proporre. Un racconto collettivo in cui molti degli eroi che già potreste conoscere combattono spalla contro spalla.

La particolarità di questi eventi risiede nella loro complessità, storie che travalicano i confini della semplice testata. Oltre al racconto principale saranno infatti proposti molteplici Tie-in, racconti paralleli che troveranno spazio sulle pagine di molteplici testate regolari Marvel. L’editore prova quindi ad invogliare il lettore nell’acquisto non solo degli albi direttamente interessati dall’evento, ma anche di quelli paralleli per poter ricostruire il quadro completo della situazione. Scelte che spesso hanno incontrato le critiche dei lettori, non intenzionati ad acquistare un numero spropositato di albi per poter godersi al meglio il racconto.

Nonostante la continua proposizione di eventi che nelle intenzione saranno sempre “epocali e in grado di modificare per sempre l’Universo Marvel”, essi hanno più volte disatteso le premesse. La loro periodica pubblicazione, circa uno all’anno a partire dal 2001, ha fatto crollare le attese che i fan nutrivano nei loro confronti, al contempo però desiderosi di venire smentiti ed elettrizzati dal nuovo mega evento.
Questi racconti rappresentano comunque buoni punti dai quali iniziare il proprio viaggio nel mondo dei supereroi.

Don’t Panic #4: Maxi Eventi

Civil War o Ragnoverso. Due degli eventi che maggiormente hanno modificato l’universo narrativo dell’editore. Nel primo caso lo scontro fra eroi inizia a diventare canonico, il secondo apre le porte al multiverso di Spider-Man (consigliato anche a chi abbia apprezzato il lungometraggio animato Spider-Man: Un nuovo Universo).

I nostri consigli

Se siete arrivati al termine del nostro articolo significa che siete davvero intenzionati ad esplorare approfonditamente l’Universo Marvel. Alla fine dei vari paragrafi avete potuto trovare i nostri piccoli Don’t Panic, alcune modi in cui i nuovi lettori possono approcciarsi al mondo della Casa delle Idee.

A questi ci sentiamo di aggiungere però altre indicazioni, una su tutte la lettura delle edizioni collection, collane interamente dedicate ad un personaggio che ne ripercorrono le avventure principali. Per ora Panini Comics ha pubblicato quelle inerenti Spider-Man (in cui sono compresi anche i racconti di Miles Morales), The Punisher e Daredevil, ma il loro apprezzamento speriamo possa spingere l’editore modenese a proporne di nuove.

Quando infine vi sarete innamorati definitivamente delle storie e dei personaggi Marvel, perché sappiamo che sarà così, non possiamo far altro che consigliarvi la lettura di Marvels. Il capolavoro indiscusso di Alex Ross e Kurt Busiek è una miniserie pubblicata originariamente nel 1993 in cui viene ripercorsa l’intera storia della Marvel in ordine cronologico, il tutto visto con gli occhi di un reporter di New York. Una profonda analisi sull’impatto dei supereroi nella vita degli uomini che si prefiggono di proteggere. Tutti noi.

Speriamo che i nostri consigli vi possano tornare utili a non andare nel panico nel momento in cui entrerete decisi in fumetteria. In ultima istanza vi suggeriamo di chiedere il parere del vostro negoziante, siamo sicuri che non sarete di certo i primi ad avergli sottoposto un quesito simile. Buona lettura!

Tags

Mattia De Poi

Anche conosciuto come Il Nini, Mattia è il lato gioioso di Orgoglio Nerd. Biondo e curioso, è appassionato di ogni genere fumettistico, Gunpla e avventure. Portatelo in viaggio, all'organizzazione ci penserà lui.

Un Commento

  1. STEP ONE

    Ignorate tutto quello schifo Social Justice Warrior pubblicato negli ultimi 10 anni e cominciate a leggere dal più recente rilancio.

    STEP TWO: recuperate Civil War, Capitan America di Ed Brubaker, Thor di Strazinsky, Planet Hulk, Secret Invasion e il successivo Dark Reign.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker