FeaturedIntrattenimentoLifestyle

Comunità di Pokémon Go, ecco come farne parte e giocare assieme

Dal sostegno locale al Ranking Mondiale, allenatori fantastici e dove trovarli

Insomma, vi siete scaricati Pokémon GO sul telefono, vedete sempre le palestre piene e i raid leggendari vi fanno gola ma non sapete con chi andare a catturarli tutti? Non temete, ecco come si organizzano le Comunità di Pokémon Go e come contattarle.

Un Raid di Mawile, fattibile da soli

Se ad oggi avete sempre giocato in solitaria, prima o poi vi sarete stancati di semplicemente catturare, girare pokestop, evolvere Pidgey e infilarvi in qualche posto vuoto in palestra. Magari vorreste tanto un bel Machamp (o sei) per tirare giú con più agio tutti quei Blissey e Snorlax che imperano nelle palestre della cittá. Finalmente è uscito qualche leggendario e la scritta “Numero consigliato di giocatori: 20” vi ha fatto arrendere a priori. Magari avrete provato invano a convincere tutti i vostri amici a giocare.

Se vi annoverate tra i molti giocatori in questa situazione, c’è speranza per voi e potrete finalmente snobbare le birre con gli amici che si sono rifiutati di giocare, con la scusa che la sera “si va a palestre”.

A livello locale ci sono 5 piattaforme organizzative per le Comunitá:

The Silph Road, Telegram, Discord, Facebook e WhatsApp.

Vi chiederete “come faccio a entrare in un gruppo di whatsapp e avere i numeri dei giocatori quando nemmeno li conosco?” ed ecco il perché le altre piattaforme hanno maggiore successo. Tramite Facebook (che ha un migliore algoritmo di ricerca) potete cercare il nome della vostra cittá congiuntamente alle parole chiave “Pokémon GO” o “POGO”, da lí troverete i nomi precisi (o i link) per il canale Discord o il gruppo Telegram di riferimento per gli allenatori della vostra cittá. Nonostante alcune comunitá continuino a optare per Whatsapp, è un uso in via d’estinzione, poiché Telegram e Discord hanno un’arma segreta: i bot.

Una Raid Lobby

I bot hanno una funzione fondamentale per il gioco: creano sondaggi in automatico per i Raid, consentendo di vedere se si riesce a raggiungere il quorum necessario per la vittoria, stabilendo un orario di ritrovo e fornendo la geolocalizzazione precisa della palestra. La gran parte delle cominutá Telegram ha creato dei bot fatti su misura, dandogli nomi geniali inerenti all’universo Pokémon come “Ufficiale Jenny” o “Detective Pikachu”. Questo vi consente di organizzarvi al meglio per i raid con i vostri amici più vicini.

In linea generale, vi è un unico quid: tendenzialmente (con molte eccezioni, quindi da prendere piú come inclinazione e meno come regola) i gruppi di Discord sono preferiti dai giocatori in fly (ovvero chi bara utilizza il gioco tramite Fake GPS) mentre i gruppi Telegram sono preferiti dai giocatori Legit.

Se tutte le vostre ricerche falliscono, non disperate, c’è sempre The Silph Road a farvi da rete di salvataggio. Qui trovate una mappa globale delle Comunitá Silph, che vi consentirá di richiedere direttamente l’accesso al gruppo Telegram o Discord piú vicino a voi.

Cosa vi fornisce in piú una Comunitá di Pokémon GO?

Vari strati di esperienza di gioco in piú.

Innanzitutto i Raid. Quei Kyogre e Groudon (come tutti gli altri leggendari Hoenn e Sinnoh) non saranno più inaccessibili e, se siete fortunati, potrete vantarvi con gli altri di averli trovati nella loro forma Shiny.

Gli elusivissimi Raid EX. Senza digressioni sui metodi complessi tramite i quali sbloccare le palestre EX, la vostra comunitá potrá indicarvi su quali palestre focalizzarvi per ottenere finalmente un Pass EX, al fine di accedere ai Raid Deoxys (purtroppo, il monopolio EX di Mewtwo è finito ma siamo fiduciosi che tornerá  a breve visto che è stata inserita la sua forma cromatica nel codice senza essere stata ancora rilasciata).

Le Amicizie (dentro e fuori dal gioco). Niente piú spiattellare il vostro codice allenatore sui social nella speranza che qualche sconosciuto vi aggiunga: finalmente potrete alzare di livello le amicizie con persone con le quali fate Raid spesso, ottenendo i relativi benefici di attacco. Potrete conoscere persone con cui avete questo hobby in comune, con le quali andare a farmare in centro la domenica, fare maratone di Raid o giri palestra serali. Soprattutto, con le quali condividerete gioie e frustrazioni del gioco nella quotidianità.

Gli Scambi. Più alto sarà il vostro livello di amicizia, più alta sarà la probabilità di avere IV alti dagli scambi. Avrete accesso a varie persone con cui scambiare le vostre catture del giorno e, magari, trovare qualche viaggiatore che vi passi un Pokémon Regionale.

Il PvP. Abbiamo giá parlato ampiamente del PvP in passato: esistono tornei e Coppe a cui aderire nelle vostre comunità, per saperne di piú guardate qui.

I Community Day. Almeno una volta al mese la Niantic ci regala 3 ore di bonus assieme allo spawn aumentato di una particolare specie di Pokémon. Poter condividere le esche e tappezzare i pokéstop della cittá renderá l’evento sostanzialmente più fruttuoso. Inoltre, se la vostra comunitá è iscritta alla Silph League, vi verranno aggiunte Badge sulla vostra Tessera Allenatore di Silph Road.

Ok, mettiamo, invece, che siate i migliori giocatori della vostra comunitá e che, oramai, tutto ció non sia più abbastanza:

Benvenuti al Meta.

I Meta-Game, ovvero i giochi all’interno dei giochi, sono una realtá abbastanza diffusa tra i giocatori piú dedicati su qualsiasi piattaforma. Nel caso di Pokémon GO, il Meta-Game si basa sulla comunitá, tramite il Ranking.

L’Allenatore Pokémon Kieng ha sviluppato un sistema di punti che consente di classificare i giocatori in modo equo e bilanciato a livello globale. Se oramai li avete catturati tutti (mettendovi l’anima in pace per quel Relicanth, sapendo che non riuscirete andare in Nuova Zelanda a prendervelo), se siete al livello 40 e avete un arsenale completo di qualsiasi specie di Pokémon, se avete Shiny a bizzeffe, questa classifica mondiale è un game changer.

Gli allenatori che competono per i Kieng Points li potete scovare quasi subito: hanno obiettivi completamente diversi dagli altri nel gioco quotidiano. Sono quelli disposti a regalarvi uno Shiny in cambio di 20 Magikarp XL (quelle con peso superiore ai 13.5 Kg), oppure che vi regalano un Mewtwo in cambio di 30 Pikachu. Sono quelli che la domenica spariscono in macchina, perché e giornata di Wafu (termine giapponese per tap and go, diffuso da Brandon Tan, per indicare i Raid in rapidissima successione, partendo al “GO” verso la prossima palestra mentre il Raid è ancora in atto). Questi allenatori giocano solo in funzione delle medaglie (che trovate sul vostro profilo nel gioco), non basta averle tutte oro: continuano ad alzarle a numeri esorbitanti, decine di volte oltre il numero richiesto per l’oro.

Fanno questo perché ogni mese escono le classifiche mondiali dei Kieng Points e possono vedere il loro collocamento locale o globale per le singole statistiche. Magari picchiate poche palestre ma schiudete un numero prodigioso di uova, oppure date poche bacche ma avete una quantitá gargantuesca di catture: i Kieng Points vi fanno vedere dove il vostro gioco ha aree di miglioramento e dove siete imbattibili.

Questo meta-game consente di rendere la quotidianeitá estremamente competitiva, assieme ai Tornei di PvP e vi dá un’opportunitá unica: entrare a far parte dell’esclusivissimo Verified Legit Level 40 Club, il quale, peró, vi richiede un minimo di ben 900 Kieng Points e seguire un processo di verifica per accertare che non abbiate barato usato Fake GPS.

Dulcis in fundo: oltre il Gioco

Molte comunitá, tra cui The Secret League, hanno sfruttato Pokémon GO per organizzare fundraisers. Durante i Community Day si possono raccogliere fondi per innumerevoli cause e per il beneficio della vostra cittá: dalla raccolta alimentare, alle adozioni di animali domestici, ai contributi finanziari alla ONLUS di vostra scelta. Molte cittá sono riuscite ad ottenere il Patrocinio Comunale e le sponsorizzazioni commerciali dalla cittá, mettendo a disposizione premi, incentivando la raccolta di fondi per la partecipazione. Questa è la dimostrazione per eccellenza di quanto l’aspetto di Comunitá di Pokémon GO vada ben oltre il semplice gioco, rendendolo uno strumento per quel che piú vi aggrada. Che sia per ragioni di fitness, di beneficenza, di amicizia o di competitivitá, c’è una ragione per ognuno di noi per giocare a PoGo.

E voi? Per cosa giocate?

Tags

Caroline Ribi Zappi

É qua perché ha sbagliato coordinate dimensionali. Nella vita reale é una persona seria, qui dà libero sfogo al suo nerdismo represso. Sogna invano di diventare il prossimo Piero Angela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker