Disney Plus

Disney ha un nuovo focus: concentrarsi maggiormente sullo streaming
Bob Chapek ha illustrato alcuni cambiamenti molto importanti

1 min


La Walt Disney Company sta implementando una delle sue più grandi ristrutturazioni interne mai realizzate. L’obiettivo è quello di concentrarsi maggiormente sul mondo dello streaming video. La società ha dichiarato in un comunicato che intende unire tutte le sue attività di intrattenimento in un’unica organizzazione. Invece di agire come aziende autonome, gli studi cinematografici della società, i fornitori di contenuti sportivi, il gruppo di intrattenimento e i prodotti diretti al consumatore (Disney +, Hulu e ESPN +) ora risiedono sotto lo stesso ombrello.

Alcuni cambiamenti sono stati apportati nel gruppo

Nella dichiarazione, il capo della Disney Bob Chapek ha illustrato alcuni cambiamenti. Il capo dell’editoria e dei prodotti di consumo della Disney Kareem Daniel supervisionerà l’intero gruppo di nuovi media e intrattenimento. Alla fine, tutta la distribuzione, le vendite e la pubblicità dei film e della televisione nazionale cadranno sotto la competenza di Daniel. Mentre Rebecca Campbell continuerà a guidare la carica sui prodotti diretti al consumatore e Peter Rice sarà a capo del gruppo di intrattenimento generale. Quest’ultimo include studi televisivi e canali come 20th Television, ABC Signature, tutti i canali Disney, Freeform e FX.

Anche se Daniel è il capo del nuovo gruppo di intrattenimento, tutti i suddetti dirigenti riferiranno direttamente a Chapek. Con la ristrutturazione che avrà luogo immediatamente, Chapek afferma che la società continuerà la sua incursione nello streaming di contenuti. Queste mosse dovrebbero essere qualcosa che consenta loro di concentrarsi maggiormente su Disney+, Hulu ed ESPN+.

“Dato l’incredibile successo di Disney + e i nostri piani per accelerare il nostro business direct-to-consumer, stiamo posizionando strategicamente la nostra azienda per supportare più efficacemente la nostra strategia di crescita e aumentare il valore per gli azionisti“, ha detto Bob Chapek. “Gestire la creazione di contenuti distinta dalla distribuzione ci consentirà di essere più efficaci e agili nel fare in modo che i consumatori desiderino di più, consegnati nel modo in cui preferiscono consumarli”.


Like it? Share with your friends!

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"
        




      
















 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link