Dominaria

I Piani di Magic the Gathering: Dominaria
Dominaria è il primo Piano in cui si svolgono le avventure di Magic the Gathering. Da non perdere!

3 min


Dominaria è un nome che rievoca ricordi nei giocatori dei primi tempi di Magic: the Gathering. Erano i primi anni ’90, eravamo tutti più giovani. Si parlava di Era Glaciale, di Esodo, di Saga di Urza… e di Dominaria. All’inizio delle nostre avventure in Magic era il Piano in cui tutto si svolgeva, e ci tenevo che dopo Zendikar si riprendesse da qui questa carrellata tra i Piani.

Dominaria tra luoghi naturali e artificiali

In Dominaria esiste una grande varietà di luoghi. Si trova ogni tipo di ambiente naturale: dalle montagne più alte agli arcipelaghi di isole in mezzo a profondi mari. Distese di alberi formano ricche  foreste, che contrastano con le vaste pianure, distese sgombre a perdita d’occhio. Infine esistono anche ampie zone di paludi. Non a caso, in questo primo Piano sono presenti tutti gli ambienti legati ai tipi di mana.

Ci sono inoltre luoghi i cui nomi sono diventati famosi per i giocatori. Ad esempio Shiv, l’isola vulcanica a nord del Piano abitata da Viashino, Goblin e Draghi. Oppure Urborg, l’isola paludosa. Oppure ancora l’Accademia di Tolaria, fondata da Urza e Barrin, ha tra i suoi studenti più popolari anche Teferi.

Dominaria

Dominaria contesa tra Urza e Mishra: la Guerra dei Fratelli

Uno degli eventi più conosciuti tra i giocatori di Magic è la cosiddetta Guerra dei Fratelli. Due fratelli appunto, Urza e Mishra, diventano sempre più potenti, e la loro fame di potere li porta a scontrarsi. Nel tentativo di sopraffare l’avversario, coinvolgono intere popolazioni e spingono Dominaria alla devastazione.

Dopo il conflitto col fratello, Urza scopre i piani di invasione di Phyrexia. Questo Piano artificiale, sotto le indicazioni del taumaturgo Yawgmoth, aveva studiato diversi modi per invadere Dominaria. E l’invasione sarebbe riuscita, senza la costruzione della nave volante Cavalcavento e la prontezza del suo equipaggio. Questa nave volante, capace di navigare anche tra i Piani, trasportava un insieme di artefatti soprannominata “L’Eredità di Urza“. L’Eredità comprendeva anche il Planeswalker Karn.

Gli eventi su Dominaria fino alla Guerra dei Fratelli

Come primo Piano protagonista delle varie edizioni di Magic: the Gathering, molti fatti sono avvenuti su Dominaria. Eccone un breve elenco.

Il primo avvenimento in ordine cronologico fu una guerra tra Draghi ed Umani per il controllo del Piano, vinta da questi ultimi. Nei secoli successivi venne fondato l’Impero Thran, nato sul continente di Terisiare e diffusosi capillarmente. Le popolazioni facenti parte dell’Impero vissero in pace finchè Yawgmoth non fece scatenare una guerra che portò alla distruzione dell’Impero ed alla fuga di Yawgmoth su Phyrexia. Ne seguì un periodo di sviluppo tecnologico.

Tutto questo accadde prima della Guerra dei Fratelli. Durante il combattimento tra Urza e Mishra, venne attivato il Golgothian Sylex: una sorta di antica ciotola di metallo con alcuni incomprensibili glifi. Secondo un’approssimativa traduzione, significavano “per ripulire il mondo, per ricominciare“. La sua attivazione distrusse entrambi gli eserciti e scatenò un periodo di guerre e di rivolte, con la caduta di diversi imperi e popoli.

Dominaria Urza

L’Era Glaciale

Oltre a ciò il Golgothian Sylex determinò la cosiddetta Era Glaciale, segnata da un prolungato inverno. L’Era Glaciale terminò grazie all’intervento della Planeswalker Freyalise, che con un incantesimo riportò il calore a Dominaria. Però questo creò un veloce disgelo, con diversi allagamenti in tutto il Piano.

Al disgelo seguì un periodo di cui non abbiamo molte informazioni, detto Quarto Vuoto. Durante questo periodo tornò su Dominaria il Planeswalker Urza.  Urza aveva raccolto notizie sulla volontà del Piano di Phyrexia di lanciarsi all’attacco. Mise allora in atto alcune azioni per fermare la futura invasione, come la fondazione dell’Accademia di Tolaria e la creazione dell’Eredità. Questo periodo, chiamato “Epoca Moderna” terminò con i tentativi di Phyrexia di invadere Dominaria, che portò alla chiusura dei portali tra i due Piani.

Un secolo dopo, nel continente Otaria, a sud di Dominaria, apparve un potente artefatto: il Mirari. Questo oggetto distrusse Akroma, Phage e Zagorka, le cui entità si unirono e formarono Karona, un essenza di puro mana.

La Riparazione

L’attivazione del Golgothian Sylex, la nascita e morte di Karona e molti altri avvenimenti crearono delle fratture su Dominaria e delle fratture minori in tutto il Multiverso. Alcuni Planeswalker si resero conto che se le fratture non fossero state riparate, l’intero Multiverso sarebbe collassato. Per riparare le fratture alcuni Planeswalker rinunciarono alla loro Scintilla, altri alla propria vita. Tra questi il contributo determinante fu quello di Jeska. Col suo sacrificio siggillò la frattura più grande e, con un effetto a catena, tutte le fratture minori del Multiverso. Questa  serie di eventi viene chiamata Riparazione.

Dopo la Riparazione, il mana del pianeta tornò in equilibrio. Ma non mancano nuove minacce per Dominaria. Rinacque l’organizzazione della Cabala, sotto la guida del demone Belzenlok. Questo venne distrutto grazie al nuovo equipaggio della rediviva Cavalcavento ed ad alcuni dei Guardiani.

Conclusioni

Dominaria è il Piano protagonista di molte espansioni di Magic, e di conseguenza è un Piano ricco di avvenimenti, positivi e negativi. Molti personaggi di Magic sono nati e morti a causa degli stravolgimenti di questo Piano, contribuendo a legare i giocatori della prima ora a questo mondo. Chi, come me, ha iniziato a giocare a Magic più di vent’anni fa ricorda l’uscita di certe espansioni che segnavano questi avvenimenti. E molti si sono affezionati a Magic: the Gathering anche grazie alle storie dei protagonisti di questi stravolgimenti.


Like it? Share with your friends!

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Alessio Riccardi

Amante di giochi da tavolo, giocatore di Magic della prima ora, divoratore compulsivo di mostre. Se c'è un gioco da tavolo nelle sue vicinanze, probabilmente vi inviterà a fare una partita insieme!
        




      
















 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link