fbpx
IntrattenimentoLifestyle

È morto Mattia Torre, co-creatore della serie TV Boris

Lo sceneggiatore e regista italiano si è spento all'età di 47 anni.

È morto in queste ore Mattia Torre, regista e sceneggiatore italiano. L’annuncio è arrivato pochi minuti fa ed è stato immediatamente rimbalzato da diverse testate online. L’autore, di origini romane, ha collaborato nella sua carriera con tanti grandi artisti del nostro cinema e del nostro teatro. Tra questi, ovviamente spiccano i compagni di avventura Luca Vendruscolo e Giacomo Ciarrapico con cui ha formato un sodalizio artistico solido e di successo.

Morto Mattia Torre, iconico autore di Boris

Dopo l’incontro, a cavallo dell’anno 2000, il trio ha iniziato periodicamente a collaborare, arrivando a creare nel 2007 il loro più grande successo. Stiamo parlando della serie televisiva Boris, diventata un vero e proprio fenomeno a livello nazionale. Uno show davvero molto caro anche alla Redazione di Orgoglio Nerd, a cui proprio recentemente abbiamo dedicato un approfondimento per analizzare quanto sia penetrato nella cultura popolare italiana.

Lo show, incentrato su una sgangherata troupe televisiva alle prese con la produzione di una fiction terribile faceva una satira arguta e decisa sul mondo dello spettacolo tricolore. Un ambiente ben noto a Mattia Torre, dato che ci ha lavorato per anni, come sceneggiatore di programmi televisivi. Successivamente la serie è arrivata anche al cinema, ironizzando ovviamente sullo stato della settima arte in Italia.

A Boris hanno preso parte anche tanti collaboratori di lunga data di Mattia Torre, come Valerio Aprea e Corrado Guzzanti. Proprio quest’ultimo pochi minuti fa ha dedicato un post sulla propria pagina Facebook all’amico scomparso, ricordandone il senso dell’umorismo e il talento.

Mattia Torre, amico carissimo e brillante, scrittore sopraffino, 47 anni, venti romanzi ancora da scrivere, cento…

Pubblicato da Corrado Guzzanti su Venerdì 19 luglio 2019

Un piccolo ruolo in Boris lo ha avuto anche Valerio Mastandrea, noto attore italiano, che poi è diventato il protagonista di un’altra serie di Mattia Torre, ovvero La linea verticale. Lo show era incentrato proprio sulla malattia che ha portato alla morte dello sceneggiatore, che era anche autore del libro.

Mattia Torre è morto all’età di 47 anni. La Redazione lo ricorda.

Tags

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker