Sergio di Giulio, è morto il doppiatore di Dan Aykroyd in Ghostbusters

1 min


Questa nottè all’età di 74 anni è venuto a mancare Sergio Di Giulio, grande attore e doppiatore, famoso per essere stato la voce del Dottor Raymond ‘Ray’ Stantz in Ghostbusters.

Sergio Di Giulio, mille personaggi in una sola voce

Sergio Di Giulio

Il giorno che Sergio Di Giulio conobbe Dan Aykroyd, quest’ultimo lo apprezzò molto, dicendogli che la sua era la migliore voce mai avuta.

Ma il grande talento del doppiatore non si limitava solo al doppiaggio di Dan Aykroyd nei film Ghostbusters, Ghostbustrers II, Casper, Ai confini della realtà – il film e P.S.I. Factor.

È famoso anche per aver doppiato il padre di Timmy Turner nella serie animata I due fantagenitori (Si, la famosa voce che urla Dinkleberg è la sua).

Tra Personaggi di Hollywood e Film Animati

Sergio Di Giulio

Tra i suoi tanti lavori rilevanti possiamo ricordare il doppiaggio del grande Bill Murray nei film Speaking of Sex e Osmosis Jones, entrambi del 2001, quello di Jim Belushi in Danko, Istinti Criminali, Joe Somebody, o quello di Steve Buscemi in Art School Confidential e in Io Vi dichiaro Marito e… Marito.

Ha anche dppiato Chevy Chase in National Lampoon’s Vacation o Bastano tre per fare coppia.

La sua capacità naturalmente si espandeva anche all’interno del mondo animato, prestando la sua voce anche a opere d’animazione quali Braccobaldo, Il libro della Giungla, L’era Glaciale, L’ispettore Gadget, Le nuove avventure di Lamù, e la saga di He-Man.

Insomma una serie di esperienze lavorative di tutto rispetto, nate dopo aver debuttato come  attore nel film Un Amleto di Meno (1973) per la regia del mitico Carmelo Bene, per poi proseguire successivamente con vari ruoli in vari film come Il Pranzo della domenica (2003) di Carlo Vanzina, Baciami Piccina (2006) di Roberto Cimpanelli, Il giorno + Bello (2006) di Massimo Cappelli e L’ora di punta (2007) di Vincenzo Marra.

Il mondo dei doppiatori italiani sentirà certamente la mancanza di una voce che abbiamo praticamente sentito tutti e che continueremo a sentire nei suoi lavori.


Like it? Share with your friends!

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enrico Natalini

il suo DNA è composto al 100% di cultura trash e underground. Che siano libri, film, fumetti, serie tv, spettacoli teatrali, mostre o televendite è un segugio per tutte quelle chicche che sopravvivono all'insaputa del mainstream. Di lui dicono che è come un cartone animato, non ha capito bene se sia un complimento o meno, ma a lui piace.
        






      





 
















 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link