1403476832-backtothefuturepart2
PhotoELF Edits: 2009:12:08 --- Saved as: 24-Bit JPEG (EXIF) Format 98 % --- batch crop --- crop 2009:12:07 --- Batch Resized 2009:12:07 --- Batch Resized

Ecco come dovremmo vestirci dal prossimo anno secondo ‘Ritorno al Futuro’

3 min


Anche a voi è capitato di rivedere Ritorno al Futuro – Parte II negli ultimi mesi e rimare con uno sguardo a metà tra lo stranito e il perplesso davanti la tv, chiedendovi “È così che saremo vestiti tra qualche mese?” Magari, se avete avuto un amico al vostro fianco, avreste potuto anche mettervi a congetturare: “Ma guarda un po’ come dovremmo vestirci!”, “Che figo sarebbe se ci fossero i volopattini?”, oppure potreste sentirvi dire, come ci è capitato, “Certo che negli anni ’80, l’iPhone neanche se lo immaginavano!”.
Noi di Orgoglio Nerd abbiamo analizzato il secondo capitolo della splendida trilogia di Robert Zemeckis per mostrarvi come ci si aspettava che fosse il 2015 nel 1985, tra profezie che si sono avverate, predizioni completamente sbagliate e invenzioni inimmaginabili anche nel futuro più futuristico.
Partiamo dalle profezie che si sono avverate. Le serrature che funzionano a impronte digitali che si possono vedere a casa McFly sono una realtà, anche se non hanno mai preso piede. Il 3D è stato inventato ed è in sala di frequente, anche se per fortuna ancora non rischiamo di essere divorati dal protagonista dell’ennesimo sequel de Lo Squalo. Gli occhiali interattivi, sono nati da poco e ancora non sono in commercio, ma lo saranno a breve e chi può dire che non diventeranno famosi?
Infine, le Nike dotate di autolacci. In caso lo aveste perso, saranno in vendita a partire dall'anno prossimo le Nike Air Mag 2015: stesso design e led luminoso di quelle che compaiono nel film, sfortunatamente senza autolacci…
Ora quelle cose futuristiche che oggi per noi sono obsolete. Lasciando stare le pizze di Pizza Hut disidratate e le doppie cravatte che vediamo addosso al Marty McFly del 2015, che se il Grande Giove ce ne scamperà, non vedremo mai, abbiamo qualche altro fatto interessante di cui parlare.
Il fax, per esempio, che secondo il film dovrebbe essere ancora oggi in auge, quando ormai è quasi completamente estinto. Mentre di caffè vintage anni ’80, come il Cafè ’80 dove vediamo ologrammi di Michael Jackson a prendere ordinazioni, ancora non se ne  vedono in giro. Nota di merito –si fa per dire- va all’abbigliamento: crediamo che neanche gli hipster più hipster vestiranno mai come Griff Tannen e la sua gang, quindi tiriamo un sospiro di sollievo.
È il turno di tutte quelle meravigliose invenzioni che difficilmente vedremo nel nostro 2015. Parliamo dei motori ecologici che funzionano riciclando immondizia, di cui avremmo un bisogno disperato; del sistema giudiziario velocizzato, grazie all’abolizione degli avvocati; l’efficientissimo servizio meteorologico, che dubitiamo seriamente vedremo mai; oppure le macchine volanti, che ad oggi paiono un miraggio.
Capitolo a parte per i volopattini, forse l’invenzione apparentemente più a portata di mano (e se ricordate, non troppo tempo fa ci eravamo illusi con dei video creati ad arte che potessero entrare seriamente in commercio, salvo poi accorgerci che era tutta una bufala): purtroppo, pare non sia questione di poco vederli entrare in commercio. Che peccato!
Pensiamo sia il caso di tirarvi su, adesso. Se vi abbiamo delusi elencandovi tutte quelle invenzioni che non vedremo nel 2015, ecco invece alcune cose che quasi 30 anni fa neanche si immaginavano. Abbiamo già citato l’iPhone, che difficilmente era anche solo pensabile, nonostante al tempo i primi cellulari avessero fatto le prime comparse. Però, potremmo parlare anche di internet, quando nell’85 il World Wide Web ancora non era nato. E perché non parlare di DVD, televisione in HD, Youtube o social network vari che sono parte integrante della vita di quasi tutti noi.

E così abbiamo visto come si pensava fosse il presente quasi 30 anni fa…
Ora potremmo chiederci come sarà il 2045, immaginando quante cose esisteranno che adesso non riusciamo nemmeno ad immaginare. Oppure potremmo pensare a come saranno le cose che fanno parte del nostro presente! Doctor Who sarà arrivato a festeggiare i suoi 80 anni? In che avventure si troverà Spider-Man? I Google Glasses avranno  preso piede? I Cubs avranno finalmente vinto le World Series? 
Ma soprattutto: esisteranno queste benedette DeLorean che viaggiano nel tempo?

Like it? Share with your friends!

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

matteosoldo

        






      





 
















 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link