fbpx
Intrattenimento

Enascentia: un mondo da scoprire a Lucca, cosa pensate dei GDR italiani?

Tempo addietro, un po' più di un anno fa, nel campo dei giochi di ruolo avevamo parlato di un prodotto italiano ambizioso che si appoggiava ad un'iniziativa editoriale altrettanto ambiziosa che ha fatto il suo ingresso al Lucca Games dell'anno scorso: si trattava dell'edizione italiana di Savage Worlds, e la proposta nostrana era l'ambientazione chiamata Enascentia. Un fantasy dal sapore metafisico, ambientato in un mondo pieno di misteri dove fazioni/razze chiamate Tribù vivono secondo filosofie di vita diversissime tra loro, dove la gente non nasce ma viene generata già adulta, e la surrealtà e il mistero permeano tutta l'atmosfera di gioco. Abbinato ad un romanzo, e alle illustrazioni dell'artista cinese Wen-M, il setting voleva portare qualcosa di nuovo nel panorama italiano del gioco: una via un po' diversa al fantasy, fuori dalle tendenze attuali low-magic e di intrigo, più metafisica.
Il progetto non si è fermato qui; anzi, dopo la pubblicazione del manuale e il feedback da parte del pubblico l'autore Edoardo Dalla Via si è rimboccato le maniche e con la mano del team di GG Studio, ancora una volta editore per Enascentia, ha dato luce alla seconda edizione del manuale. Questa è la prima delle novità riguardanti Enascentia che verranno portate a Lucca; una serie di iniziative che sembrano proprio volere mandare l'ambientazione alla ribalta.
Prima di tutto, per l'appunto, il manuale nuovo: con una copertina diversa e nuove illustrazioni, vuole combinare un rimpolpamento estetico ad  una maggiore chiarezza di fondo, dove nuovi dettagli chiariranno meglio varie faccende d'ambientazione e una nuova serie di tabelle e una migliore disposizione del contenuto rendono il tutto più fruibile laddove era stata segnalata una generale poca chiarezza nella spiegazione. E chi porterà la precedente edizione del manuale basa potrà pagare la nuova con giusto 10 €.
Second of all, non uscirà soltanto il nuovo manuale base: assieme a questo arriva Dietro lo Schermo, che è destinato ai Game Master. Questo manuale racconta i segreti celati nell'ambientazione, approfondisce le misteriose Tribù scomparse dal mondo di gioco e quelle che ancora esistono, fornisce spunti per avventure e interpretazione dei personaggi e mette nero su bianco una possibile campagna che porterà i personaggi a girare l'intero mondo, avere a che fare con gran parte delle sue razze portanti e ad esplorare l'alleanza tra i razionalissimi Kronoss e i Whispling dalla pelle azzurra e l'amore per la libertà. Inoltre è stato ideato in combinazione con il nuovo manuale base, che infatti reca riferimenti a DlS oltre a quelli già presenti.
E come ultima ma non ultima cosa, Enascentia si allea ad un'altra opera ludica italiana: Warage, il gioco di carte la cui ambientazione uscirà sempre per Savage Worlds ad opera di GG. Per quanto riguarda Enascentia invece sarà portato a Lucca un set in scatola di 220 carte e due dadi, con tanto di regolamento, per potere fare una partita di Warage completa nel mondo delle Tribù. Con i creatori del gioco District Games, ci spiega Edoardo, è nata una sinergia istantanea che ha portato rapidamente al doppio progetto di legame: un rapporto di collaborazione che ha dato questi frutti.
Insomma, ci sono tutte le carte in tavola per un progetto di conquista dei tavoli su larga scala, e sta al tempo e al riscontro di Lucca vedere se Enascentia dimostrerà il carisma per imporsi in un mondo pieno di mondi e di suggestione. Facendo i nostri auguri allo staff, vi invitiamo sempre a veleggiare verso mondi nuovi; giocate e date fuoco alla fantasia!

Un Commento

  1. Quest’anno a lucca ho trovato molti gdr tutti italiani, basta guardare nel mondo delle autoproduzioni.
    C’era la prima edizione italiana di FATE, con relativa prima ambientazione tutta italiana, Evolution Pulse.
    C’erano i ragazzi di Urban Heroes, un gioco sui supereroi molto intrigante.
    Infine https://www.facebook.com/dererumnaturagdrcartaceo , gioco con ambientazione e sistema di gioco anch’essi di produzione nostrana, molto particolare, basato su una rivisitazione del mito della torre di babele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker