eSports a scuola con Daniele ‘Prinsipe’ Paolucci del team MKERS

1 min


Gli eSports arrivano a scuola per la prima volta grazie ad un progetto didattico ideato da Creative Management Association. L’evento fa parte del progetto ‘BES – Da Bisogni Educativi Speciali a Basta Essere (E)Sportivi’ e vedrà la partecipazione del campione di FIFA Daniele Prinsipe Paolucci all’IIS Piazza della Resistenza di Monterotondo (Roma).

Il progetto, unico in Italia, vede studenti e docenti lavorare insieme per analizzare il mondo dei videogiochi ed in particolare degli Esports come una nuova opportunità sociale e di impiego per i giovani di oggi. L’appuntamento è lunedì 3 giugno, dalle 9.30 alle 13.00 presso l’istituto in Piazza delle Resistenza 1 a Monterotondo. Il percorso didattico BES si conclude con la presentazione dei manifesti e dei project work elaborati dagli studenti durante l’anno. Ci sarà inoltre un evento speciale aperto a tutti e dedicato agli Esports a scuola in presenza del campione Daniele ‘Prinsipe’ Paolucci e di Thomas De Gasperi, Chief of Communication dei MKERS, il team competitivo di Esports leader in Italia. I due risponderanno a domande e curiosità degli studenti, dei docenti e dei dirigenti scolastici presenti e  sfideranno gli studenti più ‘ambiziosi’ alla PlayStation.

I protagonisti

Il progetto è stato interamente curato dalla Creative Management Association, che offre servizi e consulenza nel mondo dello sport. In collaborazione con la Cooperativa Sociale Il Pungiglione, ente gestore del servizio di Assistenza Specialistica all’interno della Scuola.

Carlo Alessandri, presidente della Creative Management Association, ha affermato: ‘Si tratta di un’esperienza didattica assolutamente innovativa in Italia pensata e realizzata per la prima volta all’interno di un Istituto d’Istruzione Superiore grazie alla collaborazione tra una scuola, una cooperativa sociale ed un promotore privato. Un approccio formativo nuovo su uno dei temi sociali e di intrattenimento che stanno più a cuore alle famiglie italiane. L’utilizzo dei videogiochi da parte dei loro figli, che questo progetto ha permesso di analizzare anche da un punto di vista sociale e professionale. Ringraziamo i dirigenti scolastici per la fiducia e speriamo si possa replicare presto anche in altri Istituti”.

Angelica Giannetti, coordinatrice del progetto per la Cooperativa Sociale Il Pungiglione, ha dichiarato: “Il servizio di Assistenza Specialistica della cooperativa sociale “Il Pungiglione” ha accolto la proposta progettuale della CMA con molta curiosità tematica per noi nuova quella degli Esports, completamente! A fine anno scolastico, possiamo dire di essere davvero soddisfatti per la collaborazione con il team di CMA. Ma soprattutto di aver scoperto un mondo davvero affascinante e con tante sfaccettature da poter approfondire. L’attesa per la giornata di chiusura del progetto BES è grande, poiché intenso è stato il percorso”.

 


Like it? Share with your friends!

Condividi la tua reazione

Amore Amore
8
Amore
Confusione Confusione
6
Confusione
Felicità Felicità
10
Felicità
Paura Paura
10
Paura
Rabbia Rabbia
8
Rabbia
Tristezza Tristezza
10
Tristezza
Wow Wow
2
Wow
WTF WTF
1
WTF

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Daniele Cicarelli

author-publish-post-icon
Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.
        






      





 
















 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link