Senza categoria

Firefly, Buffy e Agents of SHIELD: Joss Whedon e le sue creature

Dopo The Avengers: Age of Ultron (ecco qui che ne pensiamo) parliamo di Joss Whedon.
Chi è appassionato del lavoro dello sceneggiatore/registra sarà ormai dipendente dalla sua scrittura e soprattutto dai suoi personaggi così…whedoniani, fin dai tempi di Buffy the Vampire Slayer.
Perché vogliamo così tanto bene a Whedon? Perché ci ha regalato personaggi fuori dagli schemi, che hanno stravolto i classici “tipi” che ci eravamo abituati a ritrovare nelle serie tv e film. Per la prima volta la bionda dei film horror anziché scappare su per le scale finalmente si volta e combatte i mostri. Ci ha dato quello che volevamo senza sapere che era quello che stavamo cercando.
Ma una volta stravolti questi vecchi schemi, la scrittura dello sceneggiatore ha costruito degli archetipi tutti suoi che vediamo spesso tornare in varie manifestazioni. Pensiamo di averne individuato qualcuno, eccoli.

{Il capitano carismatico} A tratti ombroso, con un senso della giustizia ben definito, che non deve necessariamente corrispondere a quello comune al resto della società. Si è guadagnato la fiducia del suo gruppo, della sua "famiglia", che lo segue per il suo valore, non per un distintivo di latta.

{Il mastino fedele} Numero uno, il secondo in comando del capitano, compagno coraggioso e fedele, pronto a guardargli le spalle, ma senza trattenersi dal mettere in discussione le sue scelte e decisioni. Certo, seguirebbe il suo capitano in qualsiasi situazione, anche quando sa perfettamente che sta facendo qualcosa di veramente stupido.

{Il bruto ma buono} Il sensibile e tenebroso che deve costantemente tenere a bada la propria furia animalesca che rimane a sostrato della sua personalità. Abbiamo visto lo stesso modello di personaggio ben adattarsi a un particolare membro della squadra dei Vendicatori.

{La ragazza speciale} La giovane fanciulla adolescente che si rivela una macchina da guerra dai poteri sovrumani è uno dei personaggi preferiti e più ricorrenti nel lavoro di Whedon. Ha una forza straordinaria ma deve scendere a patti con le proprie responsabilità, imparando a gestire i propri poteri.

{Il secchione disponibile} il giovane nerd che non ama la vita d’azione (almeno inizialmente) le cui conoscenze derivano quasi interamente dai fedeli libri e dallo studio assiduo. Per questo personaggio le cose cambiano rapidamente, dovendosi trovare faccia a faccia con la dura realtà dell’esistenza, rivelando però insospettabile capacità reattive.

{Il mercenario} parla da sé. Sempre pronto a menar le mani, meglio non fidarsi troppo di questa figura decisamente affascinante.

{Il sapiente chierico} L'archetipo del saggio enigmatico e riservato, dal passato nebuloso ritorna assumendo il ruolo del maestro. Nella maggior parte dei casi appartiene, o meglio apparteneva, a un ordine antico e sacro che ha abbandonato, mantenendone però i valori.

{L'adorabile mascalzone} probabilmente il più simpatico e a cui è più facile affezionarsi. Sicuro di sé nonostante la sfortuna che sembra perseguitarlo; a differenza dei suoi compagni non ha grandi poteri e si ricava il proprio spazio cercando di arrivare a fine giornata nel modo più piacevole possibile.

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker