1403111649-spark-renault--formulae

Formula E: un campionato di auto elettriche

2 min


Automobilismo. Ebbene sì, Orgoglio Nerd si occupa anche di questo! 
Ma che cos'hanno a che fare motori, sgommate e tutta questa roba con noi Nerd? Niente. Infatti non è di formula 1 che vi parliamo, ma della formula E. In parole semplici una nuova F1 ecologica.
Recentemente infatti la FIA (Federazione Internazionale dell'Automobile) ha dato il suo OK a questo nuovo campionato che potrebbe partire già dal 2014.
Ma quali sono le differenze con l’ormai stravista F1? Innanzitutto l’ecologia. Ultimamente, lo sappiamo tutti, il verde piace! Di questi ultimi tempi non vai da nessuna parte se non hai una bell’etichetta che certifica che stai usando energia pulita o che la tua sedia è costruita con materiale riciclato usando tecnologie che rispettano l’ambiente!
Che sia quindi per far star meglio il nostro piccolo pianeta o per far moda, la nuova Formula E garantirà emissioni zero e rispetto per l'ambiente, un bel passo avanti se teniamo presente di cosa stiamo parlando.
E poi i circuiti: basta con Indianapolis, Monza, ecc… la Formula E si correrà su circuiti cittadini, tante nuove Montecarlo ecologiche insomma.
Per ora non ci sono troppe proposte per la vecchia Europa, Berlino a parte. Sembra che il totocircuito parli di Hong Kong, Shanghai, Pechino, Mumbai, Sydney, Città del Capo, Rio de Janeiro, Mosca, Città del Messico, Miami e Los Angeles. Ma per ora sono solo voci.
Inoltre potete scordarvi anche quell’alone di calore sprigionato dai motori al via, come non ci saranno rombi, sgasate, fumate nere ecc… Dovremmo quindi dire addio a tutte quelle cose rumorose che piacciono agli appassionati del genere e i già super agitati cronisti dovranno darsi ancora più da fare (sempre che ciò sia umanamente possibile) per tener vivo l'interesse degli spettatori visto il tremendo silenzio che regnerà in pista grazie ai nuovi motori.
Gli appassionati però possono stare tranquilli, si parla sempre di auto da corsa, non di auto a pedali! "Questa serie spettacolare offrirà allo stesso tempo intrattenimento e una nuova opportunità di
condivisione dei valori e degli obiettivi della Fia per un'energia pulita, mobilità e sostenibilità, raggiungendo un pubblico più vasto e più giovane", assicura Jean Todt, presidente della FIA.
Ci si dovrà accontentare quindi di prestazioni un po’ al di sotto di quello che vediamo oggi: “solo” 220 – 250 km/h, non saranno i 320 garantiti dalla F1 ma non è poi così male.
Quello che ci lascia un po' perplessi sono le vere motivazioni (che non sappiamo e mai sapremo) che hanno spinto gli organizzatori a metter su questo nuovo “circo”: una sincera svolta ecologista intenta a sensibilizzare pubblico e investitori, oppure la voglia (o il bisogno) di trovare nuovi sponsor e nuovi mercati per una F1 un po' in crisi?
Per sapere se il pubblico gradirà questo cambio di rotta dovremo aspettare la fine del 2014, ma sicuramente una buona notizia per noi Nerd c’è: l’autonomia di questi nuovi bolidi è di solo 20-25 minuti (comunque troppo tempo da perdere guardano delle auto che si rincorrono), ma sempre meglio dell’ora abbondante che uno deve perdere per guardarsi un gran premio dall’inizio alla fine!

Like it? Share with your friends!

One Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. aprendo una competizione le varie case si daranno battaglia per chi fa meglio, ciò significa rendere più competitive le tecnologie ecologiche. se avrà successo ci sarà una svolta epocale…. se….

redazioneon

La Redazione di Orgoglio Nerd, sempre pronta a raccontarvi le ultime novità dal mondo della cultura Nerd, tra cinema, fumetti, serie TV, attualità e molto altro ancora!
        




      
















 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link