fbpx
Intrattenimento

Hentai e Tentacoli: uno studio scientifico

Sappiamo che molti di voi malandrini hanno aperto questo articolo sperando di scontrarsi con del materiale scabroso, no.
Oggi risponderemo a un importante quesito, lo stesso del sottotitolo, ovvero: quanti polpi servono per fare un manga?
O meglio: quanto inchiostro contenuto nei simpatici invertebrati dovremmo estrarre prima di averne abbastanza per stampare un hentai?
E' una domanda scomoda, in particolare per le protagoniste delle storie, ma qualcuno doveva porla. 
Noi Nerd siamo curiosi, ci sottoponiamo a quesiti che nessun altro si sognerebbe di affrontare e lo facciamo esclusivamente per voi. Ci direte grazie dopo.
Sono quasi cento anni che nessuno utilizza più il liquido oleoso contenuto nei polpi (denominato inchiostro) per la scrittura e non siamo nemmeno troppo sicuri che tale sostanza sia adatta a essere inserita in una stampante industriale, perciò ci prenderemo qualche piccola libertà.
Quindi risponderemo alla domanda immaginando un povero ragazzo troppo imbarazzato per utilizzare una stampante di larga scala e quindi costretto a fare i conti con una stampante a getto di inchiostro casalinga.
Immaginatevi questo otaku che strizza un cefalopode dentro una cartuccia, che ci crediate o no è un'ipotesi possibile, non probabile,  ma possibile.
Una possibilità è una eventualità e una eventualità è un'opportunità. L'opportunità di comprendere più a fondo la realtà che ci circonda e qui entriamo in gioco noi.
Ma iniziamo dalla carta, quale manga scegliere come esempio? Abbiamo deciso di mantenere il tema tentacoli e basarci sul lavoro del maestro dell'Hentai: Shiwasu No Okina.
Entrando più nel particolare  ci riferiremo a Shining Musume, il terzo capitolo di ben 188 tavole e che, ovviamente, tratta la famosa pratica “tentacolare” che tutti noi conosciamo bene ma che fingiamo di ignorare che esista.
Tralasciamo i contenuti pornografici, non ci interessano, a noi interessa la quantità (in percentuale) di inchiostro sulle pagine, qui dovremmo approssimare. 
Dopo aver raffrontato il tratto dell'autore ad altri manga possiamo dire che la media per pagina di copertura di inchiostro (retini inclusi) è del 55%. Cioè se prendessimo tutto il nero di una pagina e lo pigiassimo in un quadrato quel quadrato occuperebbe poco più della metà della suddetta pagina.
Per un manga come berserk si raggiungono picchi del 70% per i primi numeri di Dragon Ball anche solo il 20%, manteniamo una media.
Ragionando sul totale quindi solo il 55% delle 188 pagine è effettivamente ricoperto di inchiostro, quindi ci basterà stampare 103,5 pagine (completamente nere) per avere un'idea.
103,5 pagine nere (tenendo presente che una cartuccia contiene 42ml di inchiostro e in un mondo perfetto dovrebbe riuscire a stampare oltre 600 pagine, non ci crediamo nemmeno noi ma così dicono i depliant) ci faranno utilizzare 9,135 ml in totale. 
Sappiamo cosa state pensando, dubitiamo che le 600 pagine siano intese completamente nere, ma siamo buoni e massimizziamo le possibilità.
Ricordiamocelo.
Il polpo (Octopus vulgaris) è un invertebrato abbastanza simpatico che tutti noi conosciamo, nella sua forma base aleggia tra i pochi centimetri fino a 100, tentacoli compresi.
Tra i molti sistemi di difesa dell'animale, uno dei suoi più famosi, è la “nuvola  di inchiostro”.
Tale getto di liquido nero ha non solo lo scopo di coprire la fuga del cefalopode ma anche di urticare la minaccia.
L'inchiostro è contenuto in una vescica in piccole quantità, anche se queste possono essere molto varie alcune ricerche le approssimano a massimo 4,4ml.
Ogni amico tentacolato quindi contiene poco più di 4 millilitri di inchiostro nero.
Da qui è tutta discesa: 9,135 : 4,4 fa esattamente 2,07613636364.
Il nostro consiglio comunque è di procuravi tre Polpi per stare sul sicuro.
Ora non vi rimane che convincere l'animale a emettere la nube in stile Darkwing Duck, pigiarla nella vostra cartuccia e stampare il terzo atto di Shining Musume.
Volevate sapere quanti polpi stanno in un hentai? La risposta è 2,076. Ma allora perchè non sembrate così soddisfatti?
Non vi tornano i calcoli?

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker