fbpx
Cultura e Società

Il gobbo di Notre Dame: Disney al lavoro sul remake live action

Il film originale, ispirato al romanzo di Victor Hugo, debuttò nel 1996.

Il gobbo di Notre Dame diventerà un live action intitolato Hunchback. L’annuncio è arrivato ieri sera, aggiungendo quindi una nuova pellicola alla lunga lista di progetti simili a cui Disney sta lavorando. Solo nel 2019 ne usciranno ben 3: Dumbo, Aladdin e Il re leone, diretti rispettivamente da Tim Burton, Guy Ritchie e Jon Favreau. Un quarto, dedicato a Lilli e il vagabondo è stato annunciato e dovrebbe debuttare non al cinema, ma sulla piattaforma di streaming Disney+.

Il gobbo di Notre Dame diventerà un live action

Non sono ancora disponibili particolari informazioni su questo nuovo progetto che, a rigor di logica, non dovrebbe vedere la luce prima del 2020. Si conosce tuttavia il nome dello sceneggiatore a cui Disney avrebbe già chiesto una prima versione dell’adattamento. Si tratta del vincitore del Tony David Henry Hwang, che lavorerà sul progetto, che sarà un musical proprio come l’originale del 1996.

Un’altra informazione già disponibile riguarda infatti proprio l’aspetto musicale. Le canzoni (che saranno quasi sicuramente riadattamenti del classico animato) saranno curate da Alan Menken e Stephen Schwartz. I due autori hanno già lavorato a film dello studio, tra cui proprio Il gobbo di Notre Dame nel 1996. Nel loro curriculum, anche Pocahontas, prima collaborazione tra Menken e Schwartz, per cui hanno ottenuto anche due Premi Oscar.

Non si sa ancora quali nomi faranno parte del cast di questo live action. Tuttavia sembra che Josh Gad sia in prima linea per interpretare il protagonista Quasimodo. Non si tratterebbe della sua prima volta in un progetto del genere: l’attore ha infatti già preso parte al remake live action de La bella e la bestia del 2017. Tuttavia non c’è ancora una conferma su questa scelta di casting.

Ispirato al romanzo di Victor Hugo, Il gobbo di Notre Dame è uno dei più cupi lavori della Disney, affrontando temi più adulti e dark rispetto agli altri classici animati dello studio.

Cosa ne pensate? Vi attira questo progetto?

Fonte
Deadline
Tags

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker