fbpx
Intrattenimento

Il mistero delle creste Klingon

Dopo una lunghissima attesa (sono passati ormai 12 anni dal termine di Star Trek: Enterprise) è stata annunciata e poi mandata in onda una nuova serie televisiva ambientata nell'universo di Star Trek e prodotta da CBS: Discovery. Ma fin dal rilascio del primo trailer, alcune cose hanno lasciato perplessi i fan più accaniti, prima fra tutti una in particolare: l'aspetto dei Klingon, una delle razze aliene più iconiche della serie.

Non è la prima volta che i Klingon cambiano aspetto, e questo chi segue la serie fin dagli albori (o ne ha recuperato la visione) lo sa bene. Eppure questa volta c'è qualcosa che non quadra. Nel corso della serie ci rendiamo conto che non è solo l'aspetto fisico ad essere mutato (per quanto ne avessimo già avuto un assaggio in Star Trek: Into Darkness), ma è evidente che anche parte del design e alcune usanze culturali siano state modificate (ciò si può ricondurre al fatto che i Klingon siano sempre stati una razza composta da clan guerrieri dalla forte identità culturale, ma in questo caso, dato che abbiamo anche usanze e design mai visti su un Klingon, ciò potrebbe anche essere legato al fatto che la nuova serie ci abbia inizialmente mostrato solo una piccola fazione estremista).

Chiunque abbia visto gli episodi della serie classica in cui compaiono i Klingon avrà sicuramente notato una cosa, o meglio, la mancanza di una cosa: le creste craniali. Successivamente, con The Next Generation, il mondo fu introdotto ad uno dei Klingon più amati i tutti i tempi: Worf. Worf si è rivelato un personaggio sorprendente sotto molti aspetti: non solo si è trattato del primo ufficiale Klingon della Flotta Astrale (dopo i decenni di guerre tra la Federazione e l'Impero Klingon), ma aveva anche un aspetto decisamente diverso dai Klingon apparsi nella serie classica, meno umano, con pronunciate creste sulla fronte. E da quel momento in avanti, quella divenne una delle caratteristiche distintive dei Klingon, che presentavano creste di diverse forme e dimensioni, con pattern tramandati di generazione in generazione ai propri discendenti.

Star Trek TNG non spiegò il motivo del cambio d'aspetto dei Klingon rispetto alla serie classica.  La verità era semplicemente che col passare dei decenni anche nel mondo reale, gli effetti speciali ed il trucco erano migliorati tantissimo così Gene Roddenberry ed il suo team decisero di rendere il look dei Klingon più simile a quanto Roddenberry aveva inizialmente immaginato, ma che non poteva permettersi di realizzare ai tempi della serie classica.

L'argomento non venne più affrontato e la faccenda continuò a restare senza spiegazioni anche con la serie successiva: Deep Space Nine, nella quale Worf stesso fece ritorno come personaggio fisso.
Il silenzio avvolse il mistero delle creste Klingon anche nella puntata Processi e Tribol-azioni (Trials and Tribble-ations), nella quale parte della ciurma della stazione spaziale Deep Space Nine si ritrova catapultata ai tempi del Capitano Kirk, sulla Stazione Spaziale K-7, durante l'invasione degli adorabili ma terribilmente infestanti Triboli. Alcuni Klingon sono presenti sulla stazione e la ciurma è sorpresa di vedere che sono privi di creste. Chiedono spiegazioni a Worf, che liquida la cosa con un semplice “È una storia lunga. Non è una cosa di cui un Klingon ama parlare con gli estranei.

È solamente a due serie di distanza, con Enterprise, che il cambiamento d'aspetto dei Klingon viene finalmente spiegato. Enterprise infatti, essendo una serie ambientata ai tempi dei primi passi dell'umanità nella galassia, dopo la scoperta della propulsione a curvatura, esplora anche il primissimo contatto tra umani e Klingon, quando nel 2151 una navetta Klingon si schianta sulla Terra, inseguita da due caccia Sulibani. Tre anni dopo, nel 2154, una piccola fazione ribelle composta da umani geneticamente migliorati, gli Augments, rubò un Falco da Guerra e tentò di attaccare l'avamposto Klingon di Qu'vat con un'arma biogenetica per scatenare una guerra tra l'Impero Klingon e la Terra. L'incidente diplomatico fu evitato per un soffio, ma i Klingon riuscirono a recuperare dna umano geneticamente modificato dai resti della nave rubata. Temendo che la Flotta Stellare volesse creare dei supersoldati per schiacciare l'Impero, i Klingon decisero di usare il dna umano modificato per migliorare se stessi, somministrandolo a parte della casta dei guerrieri. I soggetti sottoposti al dna Augment divennero sì più forti ed intelligenti, ma presentarono due effetti collaterali: il primo, più lieve, portò all'umanizzazione dei Klingon ed alla perdita delle creste craniali, il secondo, decisamente peggiore, portava alla degenerazione dei percorsi neurali ed alla morte tra atroci sofferenze. Il dna Augment si combinò inoltre in maniera letale con l'Influenza Levodiana, che si trasformò in un'epidemia mortale, minacciando di decimare l'intera popolazione Klingon. Lo scienziato Klingon Antaak ed il Dottor Phlox dell'Enterprise riuscirono a sviluppare una cura che arrestava il virus al primo stadio: ciò lasciò milioni di Klingon, specialmente le caste di guerrieri, privi di creste. La caratteristica venne passata per alcune generazioni di discendenti degli infetti, fino a scomparire del tutto ai tempi di The Next Generation, anche se molti Klingon se le fecero ricostruire chirurgicamente, poiché esse simboleggiavano uno status sociale. Ciò spiega perchè ai tempi di Kirk la maggioranza dei Klingon non avesse le creste (anche se ad alcuni personaggi compaiono successivamente nei lungometraggi), per poi vederle nuovamente da The Next Generation in poi.

Quindi come si spiega il diverso aspetto dei Klingon in Star Trek: Discovery, dato che la serie è ambientata 100 anni dopo Enterprise e solamente 10 anni prima della serie classica? Non possono essere discendenti dei Klingon infettati dal Virus Augment poiché, per quanto le loro creste siano leggermente meno pronunciate, non si spiega la calvizie generale e la pelle molto scura nella totalità degli individui (escluso un individuo albino). Inoltre si nota uno stile di vestiario molto diverso da quelli finora attribuiti alla razza, accompagnato dall'insolita usanza di conservare le bare dei morti attaccate allo scafo della nave (ma questo sembra essere un costume della particolare fazione di fanatici mostrataci, anche se sia il fanatismo religioso che la sepoltura/conservazione dei morti non sono normali usanze Klingon).

A partire dall'8 di gennaio potremo seguire la seconda metà della prima stagione dello show (che intanto è già stato rinnovato per una seconda stagione, prevista per il 2019). Riuscirà lo show a spiegarci il motivo dei cambiamenti nelle prossime puntate? CBS aveva promesso di realizzare una serie diversa da qualsiasi altra serie di Star Trek vista fin'ora. Riusciranno a farlo senza deludere le aspettative?

Qualche indirizzo utile per approfondire la questione e le vostre conoscenze su storia e cultura Klingon:

http://memory-alpha.wikia.com/wiki/Klingon

http://memory-alpha.wikia.com/wiki/Klingon_history 

http://www.ex-astris-scientia.org/inconsistencies/klingon-foreheads.htm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker