fbpx
Intrattenimento

Indiana Jones 5: riparte la sceneggiatura da zero

Il film di prossima lavorazione ricomincia la scrittura

Indiana Jones 5 è stato annunciato tempo fa da Disney e Lucasfilm. La sceneggiatura era stata affidata a Jon Kasdan, scrittore di Solo: A Star Wars Story. A causa di un contrattempo non specificato, l’intera riscrittura è stata ora assegnata a Dan Fogelman, autore della serie televisiva This is Us e collaboratore nella scrittura dei primi due film di Cars.

Dovrebbe stare in un museo?

La sceneggiatura originale di Jon Kasdan si ispirava alla storia del treno di Walbrzych, un convoglio nazista pieno d’oro che sembra sia andato perduto su una linea ferroviaria polacca. Questa storia non verrà raccontata, perché l’intero film verrà riscritto da zero. Dan Fogelman è stato assunto appositamente per ideare il film dalle fondamenta, quindi scordiamoci dell’oro nazista (almeno per ora, ammesso e non concesso che in futuro Hollywood non decida ancora di mungere questa mucca).

Steven Spielberg si era detto pronto ad iniziare le riprese di Indiana Jones 5 ad aprile 2019. Durante gli Empire Awards il regista aveva dichiarato: “Vale sempre la pena quando ho l’occasione di lavorare con una vasta scelta di talenti che arrivano dal Regno Unito. Gli attori, la crew, i falegnami, gli elettricisti, i guidatori – tutti coloro che mi hanno aiutato a creare i miei film qui e continueranno ad aiutarmi a creare i miei film qui quando tornerò ad Aprile 2019 per fare il quinto film di Indiana Jones proprio qui.”

Per ora la data di uscita è prevista per il 10 Luglio 2020, ma ci si aspetta venga ora posticipata, soprattutto per il non piccolo contrattempo di dover riscrivere la sceneggiatura da zero. Indiana Jones 5 uscirà e già i fan stanno fremendo e rumoreggiando. Voi cosa ne pensate? Siete restati delusi dal Regno del Teschio di Cristallo oppure vi è piaciuto? Vi aspettate di conseguenza un buon film oppure sarà un flop?

Ai posteri l’ardua sentenza.

Tags

Francesco Briola

Videogiocatore di vecchia data, estimatore di serie d'animazione e film, divoratore di documentari. Parafrasando Sin City, "ha avuto la sfortuna di nascere nel secolo sbagliato": per lui le automobili sono carrozze senza cavalli e sostiene che una spada sia mille volte più affascinante di una qualunque arma da fuoco. Schivo e riservato, è ancora a disagio nel rileggere queste tre righe.

Un Commento

  1. Il tempio maledetto pur non avendo come protagonista alcun oggetto mistico è uno dei più divertenti ma preferirei qualcosa di più stuzzicante, come avvenne con l’arca dell’alleanza o il santo graal.. un treno d’oro non ha nulla di magico come nei tre precedenti.

    Io tempo fa ipotizzai la messa in scena dell’arca di noè, nella storia biblica è uno di quegli elementi classici che potrebbero far concludere la serie in modo dignitoso, alternativa la lancia di longino, la reliquia più ambita anche dai nazisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker