Proprio in questi giorni esce il nuovissimo film su Iron Man, se vi siete persi il nostro articolo dopo aver visto l’anteprima lo potete trovare Qui, oggi invece parliamo della sua controparte originale, ovvero quella nata col fumetto.
Nella stessa settimana dell’uscita del film al cinema troviamo in fumetteria questo volume edito da Panini Comics intitolato Iron Man: Arriva il Mandarino, in cui viene narrato il primo incontro di Tony Stark con quello che poi sarà uno dei suoi acerrimi nemici.

Il volume raccoglie una mini serie creata fra il 2007 e il 2008 che reinterpreta in questo volume autoconclusivo gli originali eventi del primo incontro di Iron Man con il super criminale di origine cinese risalenti al 1971, anno in cui compare per la prima volta il Mandarino sulle testate Marvel per l’appunto. Alla sceneggiatura di questa storia troviamo Joe Casey già attivo dagli anni 90 con diversi lavori sia per Marvel che per la DC, inoltre è anche uno dei creatori della serie animata di Ben 10. Per i disegni abbiamo invece Eric Canete autore filippino con un tratto originale e moderno che ha già lavorato per la Marvel in diverse storie di Spiderman e dei Thunderbolts.
In questa storia vediamo come il Mandarino, discendente di Gengis Khan, ottiene il suo grande potere scoprendo nella Valle degli Spiriti un antica astronave aliena e presto ne ottiene i segreti diventando un potentissimo leader che spaventa perfino il governo cinese. Lo S.H.I.E.L.D. incarica Iron Man (che in questo fumetto mantiene ancora la sua identità segreta) di indagare sui piani misteriosi di questo super criminale. Iron Man si reca sul posto ma viene colto di sorpresa dal suo nemico che si dimostra molto più ostico del previsto grazie al potere dei suoi 10 anelli magici, ognuno in grado di usare una capacità diversa. Iron Man riesce a mettere in difficoltà l’avversario ma è comunque messo alle strette e decide di ritirarsi dopo aver testato la potenza del suo nemico. Questo scontro risveglia l’interesse del discendente di Gengis Khan che vede nell’uomo di ferro un degno rivale con cui poter usare tutta la sua potenza. Da questo incontro nasce la rivalità fra i due, uno scontro che vede contrapposti  la tecnologia di Iron Man con la magia del Mandarino, due fonti di potere molto diverse fra loro che un po’ rappresentano anche le linee di pensiero dei due avversari. Tony Stark infatti tenta continuamente di migliorare il suo arsenale tecnologico con nuove armature o nuove funzioni all’interno delle stesse per contrastare forze a lui sconosciute come appunto la magia, mentre il Mandarino usa il potere magico ottenuto con tecnologie aliene sconosciute per assoggettare il mondo e la tecnologia umana al suo volere e rivoltarla contro i loro creatori come vedremo in questa storia.

Questo volume è sicuramente un buon inizio per chiunque si sia appassionato ai film dell’universo Marvel ma era troppo spaventato dalle miriadi di pubblicazioni passate, infatti non ci sono troppi riferimenti esterni e la storia si focalizza sui due personaggi principali, inoltre potrete divertirvi a vedere le differenze e i rimandi fra la versione cinematografica del Mandarino e la sua controparte fumettistica. Dunque fan di Iron Man cinematografico e non, ecco una storia che sicuramente merita di essere letta per conoscere le origini di uno dei nemici più significativi per l’eroe in armatura.


Like it? Share with your friends!

Condividi la tua reazione

Amore Amore
0
Amore
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Paura Paura
0
Paura
Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF

One Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Silvio Mazzitelli

author-publish-post-icon
Di stirpe vichinga, sono conosciuto soprattutto con il soprannome “Shiruz”, tanto che quasi dimentico il mio vero nome. Videogiocatore incallito sin dall’alba dei tempi, adoro il mondo videoludico perché dopo tanto tempo riesce sempre a sorprendermi come la prima volta. Scrivo ormai da diversi anni di questa mia passione per poterla condividere con tutti. Sono uno dei fondatori di Orgoglio Nerd e sono anche appassionato di tutto ciò che riguarda la cultura giapponese e la mitologia (in particolare quella nordica).