fbpx
Cultura e SocietàIntrattenimentoSenza categoria

Kyoto Animation: gli aggiornamenti dopo il disastro

Dopo l'incendio del 18 luglio, lo studio ha annunciato che molti progetti saranno annullati o posticipati

A seguito dei danni riportati nell’incendio doloso che ha colpito lo studio Kyoto Animation lo scorso luglio, appare chiaro che molti progetti e iniziative non potranno svolgersi come da programma. Nonostante il supporto dei fan e dei media di tutto il mondo, lo studio ha infatti deciso di posticipare o annullare alcune delle iniziative in programma.

Crunchyroll ha condiviso un comunicato nel quale vengono rivelate le sorti dell’undicesima edizione dei Kyoto Animation Awards:

Following the arson attack on Kyoto Animation that occurred on July 18, we have received words of encouragement from many people, and would like to express our deep appreciation. We have been receiving submissions from many entrants every day, and our judges were excited about the prospect of finding a novel that can be part of a new age of creative output. However, our entire staff is currently engaged in recovery efforts following the arson attack, and so we have decided to suspend the 11th Kyoto Animation Awards.

The Sankei News ha inoltre informato che il governo giapponese ha istituito delle agevolazioni fiscali per le donazioni dedicate allo studio, una delle realtà più prestigiose e celebri nel campo degli anime.

Sei giorni dopo l’incendio, il 24 luglio, Kyoto Animation aveva aperto un conto bancario per le donazioni: finora ha ricevuto circa due miliardi di yen, ovvero quasi diciassette milioni di euro. Questa somma è destinata ai famigliari delle persone coinvolte e alla ricostruzione dell’edificio.

L’incendio

La mattina del 18 luglio, un uomo di quarantun anni ha cosparso di benzina alcune stanze di Kyoto Animation e parte del personale. Prima di darsi alla fuga, ha appiccato l’incendio. Il bilancio delle vittime è tremendo: si contano trentacinque persone decedute e altrettante rimaste ferite. Questo atto criminale è considerato dai media nipponici una delle più grandi stragi avvenute sul territorio giapponese dopo il secondo conflitto mondiale.

Fonte
comicbook.com
Tags

Nicolò Monti

Lettore e gran bevitore di caffè, rigorosamente non zuccherato. Appassionato di storie ambientate in Europa del Nord e divoratore di musica nel tempo libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker