1403114540-collana_matematica_corriere_della_sera

L’ultimo teorema di Fermat: la Matematica come un romanzo

2 min


“Dispongo di una meravigliosa dimostrazione di questo teorema, che non può essere contenuta nel margine stretto della pagina”
Leggiamo questa frase e subito ci viene da applicarla alla definizione di Nerd, a ciò che vede nel suo essere e ancor più in profondità: qualcosa che non può essere rilegato tra  margini striminziti, in confini e nemmeno in banali stereotipi. 
Invece si tratta di un'affermazione di Pierre de Fermat, matematico della prima metà del XVII secolo, riguardante il suo teorema, un teorema che ha trovato soluzione solamente dopo 350 anni.
La matematica…
Per alcuni di noi -compreso qualcuno della redazione- la matematica è stata uno scaltro avversario per molto anni; persi in un labirinto di numeri che parevano insormontabili ci trovavamo a dover affrontare in singolar tenzone equazioni che ci volteggiavano attorno come Oberyn Martell, dotati di lance che sapevamo essere avvelenate. Scrivevamo famosi e importantissimi teoremi sui nostri quaderni, accanto alle traduzioni della lingua di Mordor e quest'ultima ci sembrava meno spaventosa.
Per altrettanti di noi invece è sempre apparsa come l'unica spiegazione plausibile in un mondo di caos, un po' come i tasti del pianoforte per Novecento, un rifugio sicuro fatto di pochi segni, che in realtà erano infiniti. Codici funzionanti come formule magiche, che spiegavano incredibili verità più di quanto potesse mai fare una sola persona in tutta la sua vita.
Ogni numero così statico eppure in continua mutazione, combinazioni che aprivano porte, enigmi che svelavano dilemmi, e dubbi trasformati in nuove strade da seguire nella scoperta del tutto.
Come può non suscitare in noi Nerd grandi emozioni? Che siano esse di repulsione o di brama? Mai ci troveremo davanti alla matematica con fredda indifferenza!
Perché allora non fronteggiarla una volta o mille in più, dimostrarle che non la temiamo o farle vedere quanto è stata importante per noi, sfruttando l'occasione che ci viene offerta dal Corriere Della Sera..
Da oggi sarà in edicola la nuova collana di saggi “La Matematica come un romanzo”, con la prima uscita “L'ultimo teorema di Fermat” di Simon Singh, una collana che ci accompagnerà sino a Novembre con un totale di 24 volumi imperdibili.
Ognuno di loro ci racconterà qualcosa che non sappiamo, incontreremo uomini che hanno sfidato i grandi misteri, come Atreyu che avanza verso l'Oracolo del Sud senza poter tornare indietro perché solo così gli sarà possibile salvare la sua terra dal Nulla che avanza inesorabile.
Scienza, filosofia, fisica e psicologia, che si intrecciano e poi si allontanano solo per rincontrarsi ancora e trascinarci con loro per aprirci gli occhi.
Non sono solo libri per chi a colazione mastica simmetrie ed equazioni per iniziare la giornata col piede giusto, ad ogni pagina scaveremo un po' più nell'animo di coloro che hanno perso volontariamente la loro battaglia contro chi li voleva normali e omologati, menti che sapevano che c'era altro per loro ad attenderli se solo avessero avuto il coraggio di fare il primo passo.
Additati, emarginati, folli e tormentati.
Non vi suona un qualche campanello?
Abbiamo capito dal primo istante che Fermat era uno di noi, ed abbiamo il sospetto che lo siano tutti i protagonisti dei volumi che devono ancora uscire.
Vi avvisiamo già che il 25 di Giugno sarà in edicola “L'equazione dell'anima” di Arthur Miller, e lo scintillante incontro tra Wolfagang Pauli e Carl Jung e il difficile compito di trovare un punto di contatto tra materia e spirito.
Sentiamo già gli ingranaggi della mente muoversi con rapidità e il brivido dell'aspettativa scorrere sulla pelle…
Se siete curiosi, com'è naturale che siate, vi lasciamo anche il qui il link del sito dedicato all'iniziativa.

Like it? Share with your friends!

One Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Ho adorato L’ultimo teorema di Fermat e lo consiglio a chiunque, anche a chi non è un appassionato di matematica… sembra quasi un romanzo d’avventura! 🙂

monicafumagalli

        






      





 
















 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link