Cultura e SocietàFeatured

Life is Strange: il fumetto, ritorno ad Arcadia Bay

Abbiamo letto il fumetto tratto dal videogioco "Life is Strange", ecco cosa ne pensiamo!

“Come dice il proverbio cinese: ‘Una sola scintilla può dar fuoco all’intera prateria’. Sai, tipo quella storia della farfalla…”

Life is Strange ha rappresentato per molti giocatori, quattro anni fa, una ventata d’aria fresca nel mondo videoludico. L’avventura grafica sviluppata da Dontnod Entertainment e pubblicata da Square Enix, ci ha raccontato una storia fantastica, piena di pathos e di avventura e con dei personaggi a dir poco speciali! Nonostante siano passati anni dall’uscita del primo capitolo della serie, “l’effetto farfalla” di Max e Chloe non si è ancora fermato, neanche con l’arrivo di Life is Strange 2. Sebbene il secondo capitolo introduca nuovi personaggi, le avventure di Max e Chloe proseguono grazie al fumetto ufficiale pubblicato da Titan Comics.

Il fumetto racconta le storie di Arcadia Bay dopo gli eventi del gioco, perciò ATTENZIONE! se non avete avuto ancora il piacere di giocare a Life is Strange, vi consigliamo di fermarvi qui e tornare a leggere una volta completata la storia.

Arcadia Bay, un anno dopo

La Graphic Novel inizia ad un anno esatto dalla fine degli eventi di Life is Strange. Proseguirà il finale in cui decidiamo di salvare Chloe condannando, però, Arcadia Bay.

Le due giovani protagoniste sono sopravvissute alla tempesta che ha colpito la loro città natale e si sono trasferite a Seattle nel tentativo di iniziare una nuova vita. Qui si sono create un nuovo gruppo di amici ma i fantasmi del passato continuano a tormentarle. Nonostante abbia smesso di “saltare” nel tempo, Max inizia infatti a percepire diversamente la realtà ed avere strane visioni di un presente alternativo. Temendo per la sua salute e notando le continue emorragie dell’amica, Chloe deciderà di tornare ad Arcadia Bay e trovare una soluzione lì “dove tutto è iniziato”.

Qui, Max e Chloe, dovranno fare i conti con il passato ritrovando un’Arcadia Bay distrutta e affrontando le conseguenze delle loro azioni. L’incontro (reale o meno) con gli amici e familiari si rivelerà più duro del previsto e soltanto aiutandosi a vicenda potranno sopraffare le difficoltà.

Un tuffo nel passato (?)

Leggere questo fumetto è stato proprio come fare un salto nel tempo a quattro anni fa quando, per la prima volta, abbiamo avuto a che fare con Max e Chloe. Le stesse emozioni, le stesse sensazioni che abbiamo provato nello sperimentare una storia così potente e ben realizzata, le abbiamo provate anche qui. La trasposizione a fumetti, non ha fortunatamente stravolto la psicologia dei personaggi. Max è la stessa ragazza fragile ma determinata che abbiamo imparato a conoscere con il videogioco e Chloe è sempre la stessa ribelle solitaria. Insieme, ancora una volta, per affrontare le difficoltà della vita.

Il tema del “viaggio nel tempo” ha uno spazio molto ridotto rispetto al capitolo videoludico, ma ancora presente. Con un brillante stratagemma i due possibili finali del gioco si intersecano in questa storia presentandoci una interessante visione del “What if” nel mondo reale. Come prevedibile, l’intero fumetto è caratterizzato da una comprensibile velata tristezza. Rivedere i luoghi di Arcadia Bay completamente distrutti o rasi al suolo ci ha reso malinconici.

Life is Strange 

Il fumetto di Life is Strange è composto da quattro episodi pubblicati da Titan Comics. La casa editrice britannica non è nuova in fatto di “fumetti tratti da vidogiochi” (Vedi, Bloodborne, Dark Souls, Assassin’s creed…) e siamo davvero felici che abbiano scelto di dare una chance anche a Life is Strange. Sebbene non sia un sequel canonico del videogioco, si è rivelato essere una piacevole visione di un possibile svolgimento della trama. La scrittrice, Emma Vieceli e la disegnatrice, Claudia Leonardi, sono riuscite a cogliere appieno l’essenza delle protagoniste, elemento che, a nostro avviso, è stato parte fondamentale del successo del videogioco.

Vista la direzione del sequel ufficiale, difficilmente vedremo la trama del primo capitolo di Life is Strange svilupparsi ulteriormente ma è stato bello rivedere Max e Chloe di nuovo insieme.

Tags

Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker