fbpx
Cultura e SocietàScienza e Tecnologia

Luna: scoperta una massa metallica sul lato oscuro

5 volte più grande del Piemonte, scoperta grazie a due missioni NASA

Il lato oscuro oscuro della Luna è meta. Non parliamo, purtroppo, di una nuova cover dei Pink Floyd, ma della vera scoperta di una gigantesca massa metallica sulla faccia nascosta del nostro satellite. Racconta di questa curiosa e casuale scoperta la rivista Geophysical  Research Letter. A “vedere”, per così dire, qualcosa di strano nel nostro satellite sono state due missioni NASA GRAIL (Gravity Recovery and Interior Laboratory) e GRO (gravity recognissance orbit).

La scoperta da osservazioni sulla gravità

Nello studiare il campo gravitazionale del corpo celeste per meglio comprenderne la struttura interna hanno sentito una grave alterazione della forza di gravità nei pressi del bacino Polo Sud- Aitken.  Proprio questa stranezza e la necessità di escludere ogni genere di errore hanno poi portato gli scienziati a notare la gigantesca massa di metallo che, per la sua posizione, era sempre rimasta ignota. Il cratere dove il gigantesco agglomerato si trova è di 300 km di diametro, e l’ammasso metallico è 5 volte più grande del Piemonte.

luna massa metallica

Come ha fatto a restare in superficie?

Pare sia stato possibile che questa restasse  sulla crosta del satellite- e non affondasse verso il nucleo in stile razzo di Viaggi Nella Luna– perché l’asteroide che l’ha creata non è atterrato molto tempo fa. La data più plausibile per un evento simile sarebbe di circa 4 milioni di anni or sono. Un’altra spiegazione possibile è nei fenomeni di vulcanismo che hanno colpito il nostro satellite in ere passate: in questo caso il metallo altro che non sarebbe che una distesa di lava solidificata e composta in larga parte di ossido di titanio.

La nuova missione americana sulla Luna potrebbe rivelare nuovi particolari su questa misteriosa massa. Potrà essere sfruttata? Di cosa è davvero formata? Tutte risposte che arriveranno presto se, come prevedibile, la grande corsa verso lo spazio subirà nuove accelerazioni.

Fonte
Ansa
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker