In questi anni abbiamo visto tanti tipi diversi di vampiri (anche quelli che non avremmo voluto): quelli classici, quelli che brillano, quelli che camminano alla luce del sole e quelli che bevono sangue sintetico.
Alcuni vorremmo dimenticarli altri invece ci sono rimasti nel cuore.
Come per esempio Mosquiton, protagonista dell'omonima serie tv che tempo fa veniva trasmessa su MTV, quando ancora sul canale erano in programmazione anime di un certo livello e quando, beh, esisteva ancora.
La storia narra di una giovane fanciulla, Inaho, in cerca dell'eterna giovinezza. Come darle torto, pochi vogliono vedersi invecchiare e perdere la possibilità di intraprendere nuove avventure!
Per raggiungere il suo scopo si fa aiutare da un vampiro, Alucard von Mosquiton,  accompagnato da due bambini:  Yuki che controlla il ghiaccio e Honoo che controlla il fuoco.
Non mancheranno grandi pericoli, situazioni comiche e a volte ammiccanti.
I più romantici seguiranno anche l'ambigua – ma non troppo- storia d'amore tra la creatura della notte e l'intraprendente Inaho. Chi preferisce l'azione avrà combattimenti semplici e mostri in abbondanza.
Il manga, scritto da Negishi Hiroshi e Akahori Satoru e illustrata da Isomata Tsutomu, è stato pubblicato per la prima volta nel lontano 1996 e conta 4 volumi che qui in Italia possiamo trovare targati Magic Press Edizioni.
Dalle pagine è stato tratto prima un OVA e in seguito la serie tv di cui accennavamo prima.
La protagonista è una testa calda che si è prefissata un obiettivo e non intende farsi scappare la preda per nessuna ragione al mondo. Dopo aver ascoltato per anni le storie della nonna, innamorata di un vampiro, utilizza l'eredità lasciatale per lanciarsi alla ricerca dell'o-part, un misterioso e mistico manufatto che si racconta doni l'eterna giovinezza.
Mosquiton, dal canto suo, è legato alla ragazza tramite un contratto siglato col sangue e si presta a fare tutto ciò che ella gli ordina, comprese le pulizie di casa e le incombenze più imbarazzanti.
Solo quando i pericoli si fanno apparentemente insormontabili il vampiro si fa di colpo serio e accresce i suoi poteri bevendo il sangue della sua padrona. Allora nessuno poi ha più voglia di scherzare. 
Tanto che, ogni volta, sistemata la minaccia, tenta di uccidere Inaho prosciugandola.
Più che due amanti, la maggior parte delle volte, paiono un genitore stanco e le sua figlioletta viziata e rumorosa, cui non è in grado di negare nulla.
Eppure, nonostante la semplicità,  e a volte l'irritazione provocata dalla protagonista, questo prodotto ha un suo fascino. 
Ci si affeziona immediatamente ad Alucard e alla rassegnazione piena di segreto affetto con cui segue Inaho. In qualche modo apprezziamo lei per la tenacia con cui corre verso la sua meta, la forza con cui insegue il suo sogno nonostante questo la porti ad essere eccessivamente egoista.
Ma nonostante tutto, alla fine, mostra una dolcezza nei confronti di Mosquiton che ci fa un po' ricredere.
C'è anche la questione dell'eterna giovinezza, che affascina e al contempo fa sorgere mille dubbi: essere immortali è davvero una benedizione?
Da una parte si vede invecchiare il mondo e morire tutte le persone che si è conosciute. 
Dall'altra si ha più tempo e la possibilità di vedere il futuro sbocciare davanti ai nostri occhi. 
Certo è che la nostalgia ammanta sempre i ricordi di una bellezza un po' opaca.
A voi l'ultima parola.
Noi torniamo a leggere il manga.

Like it? Share with your friends!

What's Your Reaction?

Amore Amore
0
Amore
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Paura Paura
0
Paura
Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

monicafumagalli

author-publish-post-icon