fbpx
Senza categoria

Naruto Ultimate Ninja Storm Trilogy: la rivincita dei fan di Naruto

Ciascuno di noi ha il proprio scheletro nell'armadio: una serie, o un fumetto, che ci ha accompagnati per tanti anni, magari a partire dall'infanzia o la prima adolescenza, e del quale, adesso, non andiamo particolarmente fieri. Perché i gusti sono cambiati, perché alla fine ci ha delusi, perché quello che una volta ci sembrava perfetto adesso non ci sembra più così privo di difetti, o per tutte queste ragioni insieme. 
Per più di qualcuno – e per chi sta scrivendo questo articolo – questo scheletro nell'armadio è Naruto. Arrivato in Italia nel 2003 (2006 per quanto riguarda la serie animata) e andato avanti per oltre dieci anni, ha coperto un discreto arco delle nostre vite. Qualcuno s'è stancato, droppandolo a metà. Qualcuno è rimasto fino alla fine e il finale gli è piaciuto; altri, invece, ne sono rimasti delusi.
Comunque sia, Naruto è finito da quasi quattro anni e, a meno di non star seguendo il sequel coi vari figlioli dei personaggi principali, qualcuno starebbe cercando di lasciarselo alle spalle. Senza voltarsi indietro. 
Poi, però, succede che Bandai Namco fa uscire dal cilindro il porting di Naruto Ninja Storm Trilogy per Nintendo Switch.
I vari giochi della serie Ninja Storm sono stati sviluppati da CyberConnect2, studio che si è occupato, tra le altre cose, della "precedente" serie Ultimate Ninja su Playstation 2 e di Jojo's Bizarre Adventure: All Star Battle. Si è dunque fatto apprezzare in quanto a fedeltà nei confronti delle opere originali e, in generale, alla cura per quanto riguarda le dinamiche di gioco. Insomma, abbastanza una sicurezza.
E quindi che fai? Non ci giochi?
Naruto Ninja Storm Trilogy è una collection sbarcata su Nintendo Switch dal 26 aprile, che contiene i primi tre titoli della serie di picchiaduro Ninja Storm. Questi ultimi vanno a coprire gli archi narrativi che vanno dalla formazione del Team 7 fino alla Guerra Mondiale dei ninja. Il tutto è reso con dovizia di particolari, andando di fatto a sviscerarli e ad offrire al giocatore/fan la possibilità di esserne parte attiva, con l'ausilio di cutscenes realizzate magistralmente.
A farla da padrone in questo senso sono le battaglie contro i boss, che divengono più spettacolari man mano che si avanza con la storia. CyberConnect2 è riuscito a coniugare la bellezza cinematografica delle lotte clou – basti pensare a Naruto che tenta di sottomettere il Nove Code - ad una difficoltà spesso tutt'altro che semplice per il giocatore. Si tratta di sequenze che, per far parte di un picchiaduro, non hanno nulla da invidiare alle originali presenti nell'anime e che anzi, in alcuni casi riescono a risultare addirittura più emozionanti proprio in virtù della partecipazione del giocatore, non più mero spettatore ma protagonista. 
Avremo ovviamente anche delle missioni secondarie, che, per quanto siano spesso leggermente ripetitive e scarsamente interessanti dal punto di vista narrativo, ci aiutano a fare pratica e ad accumulare esperienza e denaro.   
Sono inoltre presenti le immancabili modalità in multiplayer da due giocatori, sia in locale che, a partire dal secondo titolo, online.
Avere tutta la trilogia in un'unica soluzione consente di apprezzare quella che è stata la crescita del titolo, a partire dalle meccaniche ancora acerbe del primo (del resto si parla di un gioco uscito quasi dieci anni fa), fino ad arrivare alla maturità del terzo, con un maggiore comparto di personaggi giocabili, un maggior numero di mosse e una personalizzazione più ampia. 
CyberConnect2 ha oggettivamente fatto un ottimo lavoro nel riproporre ambientazioni e situazioni che un fan dell'opera sa riconoscere a colpo d'occhio, e ha dato un ulteriore colpo di coda offrendo la possibilità di sfruttare circa ottanta personaggi giocabili, ciascuno con le sue tecniche ed abilità peculiari.
E credeteci, sfondare di botte Madara Uchiha usando Ino Iamanaka può risultare, per quanto strano, particolarmente soddisfacente. 
I difetti ci sono, ovviamente: come picchiaduro 3D è piuttosto “standard”, e per qualcuno che non è interessato all'opera in sé può risultare scarsamente interessante. Inoltre, in modalità portatile nessuno dei tre titoli dà il meglio di sé: la qualità dell'immagine cala drasticamente, pur rimanendo accettabile e pur essendo poco soggetta a lag. Considerando tuttavia l'ottima qualità della grafica, è comunque un peccato.
Ad ogni modo, Ultimate Ninja Storm Trilogy si rivolge ai fan: è chiaro, e nonostante qualche piccola pecca riesce a farlo benissimo.
E magari riesce anche a farci fare la pace, almeno in parte, con una storia con la quale non si è rimasti proprio in ottimi termini.

Francesca Menta

Nella vita legge fumetti, guarda cartoni e fa altre cose noiose e banali che non vale la pena menzionare. Allenatrice di Pokémon dal 1999. A quanto pare adesso recensisce anche videogiochi, coronando il sogno di una vita: poter gridare con fare oltraggiato "Lo sto facendo per LAVORO" ogni qualvolta viene trovata di fronte ad una console.

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker