fbpx
FeaturedIntrattenimento

Cosa guardare su Netflix | Luglio 2019

Il sole incandescente, l'afa e le temperature alte. Il rimedio è solo uno: ai propri posti e telecomandi alla mano!

Il momento che tutti temevamo è qui: il mese più caldo dell’anno è arrivato e si sta facendo strada tra afa, temperature oltre i 35 gradi e goccioline di sudore che scendono delicatamente dalla nostra fronte. Netflix anche a luglio è la nostra unica fonte di salvezza, assieme al condizionatore e tanta acqua fresca, quindi che cosa aspettate?

Avete perso la rubrica di Giugno? Non temete!

Ah okay, non sapete cosa guardare? Non preoccupatevi, ci pensiamo noi a darvi una mano!

Nel Sottosopra fa più fresco: parola di Stranger Things

Inutile chiedersi quale potrebbe essere la serie tv del mese: lo sappiamo già tutti, da mesi e mesi. Finalmente la terza stagione di Stranger Things è arrivata ed è cosa buona e giusta andare nel Sottosopra, amici miei. I motivi sono tanti: innanzitutto perché, da quanto ho potuto constatare, fa molto più fresco, poi ci sono Dustin e Steve e poi anche Dustin e Steve ma anche Steve e Dustin.

E poi sì, ne vale davvero la pena. Vi state chiedendo perché? Il motivo ve lo spiega nello specifico il mio collega Mattia nella sua stupenda recensione. Mentre leggete, però, fate attenzione: il Mind Flayer può trovarsi ovunque, quindi armatevi di mazza chiodata e tenete gli occhi aperti.

Non dimenticate però che, questo mese, è uscita un’altra terza stagione attesa dal pubblico: stiamo parlando de La Casa di Carta e ve ne parla la mia collega Anna nella sua recensione!

Trame complesse con 7SEEDS tra gli anime Netflix di luglio

L’anime vincitore di questo mese afoso è 7SEEDS, originale Netflix realizzato dallo studio Gonzo e diretto da Yukio Takahashi. La trama gira intorno a Natsy Iwashimitzu e altri tre personaggi che, senza sapere in che modo, si ritrovano su un’isola sperduta in mezzo al mare: all’apparenza paradisiaca e rilassante, questo luogo si trasformerà in poco tempo nel loro peggiore incubo.

L’isola è infatti abitata da creature insolite e spaventose. Lo scopo dei nostri protagonisti sarà quello di sopravvivere all’interno dell’isola: ce la faranno o verranno sovrastati dalle creature che sorvegliano l’isola?

Questo mese Netflix, almeno dal mio punto di vista, ha fatto un po’ cilecca per quanto riguarda l’argomento anime. Poche aggiunte ed alcune anche non troppo coinvolgente: però, come al solito, sono riuscita a trovare qualcosa che, fin da subito, si è dimostrato interessante e questo non guasta mai.

La trama di questo anime è intrigante e si presenta fin da subito abbastanza complessa, quindi vi consiglio di prestare bene attenzione ad ogni particolare. Seppur contorta all’inizio, la storia inizierà ad entrare nel vivo, costringendovi a terminare la visione di 7SEEDS in un pomeriggio (cosa che, forse, ho fatto io stessa).

I disegni sono realizzati molto bene, possiedono colori intensi e la cura del dettaglio salta subito all’occhio. Il doppiaggio italiano, protagonista della mia seconda visione, ha superato le mie aspettative (anche se, personalmente, preferisco il doppiaggio originale) e le varie “colonne sonore” che accompagnano i nostri protagonisti in questa misteriosa e strana avventura sono a dir poco ottime.

7SEEDS è un anime abbastanza particolare, impegnativo e che, almeno all’inizio, richiede un briciolo di attenzione in più ma state pur certi che si tratta di un ottimo prodotto in grado di allietare questi pomeriggi afosi ed insopportabili.

Point Blank – Conto alla rovescia: il nostro film Netflix di luglio

Amici, purtroppo questo mese Netflix ha fatto qualche danno anche dal punto di vista dei film e sono stata costretta a sceglierne uno, nonostante non mi abbia fatto impazzire. Detto ciò, spero che per qualcuno di voi possa essere una piacevole sorpresa.

Il vincitore di questo mese è Point Blank – Conto alla Rovescia, con Joe Lynch alla regia e Adam G. Simon alla sceneggiatura: si tratta del remake dell’omonima pellicola francese del 2010 diretta da Fred Cavayé.

La trama ha come protagonista Abe, un criminale che dopo aver rubato una chiavetta USB contenente del materiale estremamente importante, viene investito da un’auto e portato in ospedale: qui riceve assistenza da un infermiere di nome Paul.

Mateo, il fratello di Abe, per costringere Paul a far evadere l’uomo dalla struttura ospedaliera, decide improvvisamente di rapire sua moglie. L’infermiere riesce nel suo intento ma lui e il criminale sono inseguiti dalla polizia: inizia così una corsa contro il tempo e due poliziotti, il tenente Lewis e l’agente Masterson che sono disposti a tutto pur di catturare il famigerato criminale.

Ciò che mi spinse a guardare questo film fu la presenza di nomi molto noti: nel cast troviamo Frank Grillo (Abe), Anthony Mackie (Paul), Marcia Gay Harden (tenente Lewis) e Boris McGiver (Masterson). Insomma, si tratta di nomi conosciuti ed apprezzati sul grande schermo, quindi non potevo lasciar dietro questa pellicola.

Purtroppo però quello che sembrava, all’apparenza, un buon prodotto si è rivelato il contrario (almeno secondo il mio punto di vista e i miei gusti). La trama all’inizio si mostra interessante e sembra di trovarsi davanti un thriller movimentato che ha come protagonista una vera corsa contro il tempo, di quelle in grado di trasmettere ansia ed angoscia.

Il problema iniziale sta nella presenza di alcuni elementi che, nel corso della storia, vengono totalmente messi da parte, senza più essere ripresi. Inoltre, sotto alcuni punti di vista si perde il lato thriller, che è quello che attira principalmente nel trailer di presentazione e non si riesce ad entrare totalmente in contatto con i personaggi del film. Gli attori, comunque, hanno svolto un ottimo lavoro ed hanno interpretato i loro ruoli al meglio.

La musica che accompagna la pellicola è buona e la fotografia fa la sua figura.

Possiamo concludere dicendo che Point Blank, alla fine dei giochi, è una pellicola decente che non richiede troppo impegno da parte dello spettatore e potrebbe permettervi di passare una serata tranquilla, magari con qualche bevanda ghiacciata accanto.

Miei cari amici, anche oggi siamo giunti al termine della nostra piccola rubrica. Questo mese Netflix è stato abbastanza povero dal punto di vista di nuovi contenuti (escluse le serie forse). Speriamo che per agosto migliori e ci regali qualcosa di più intrigante. Bevete tanto e continuate i vostri re-watch sulla nostra piattaforma preferita!

 

 

Tags

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker