Pagliacci Assassini dallo Spazio Profondo

2 min


Non vi chiederemo di immaginare Pennywise (il Clown di IT)  perché fa paura perfino a noi. Ma è anche vero che ci state già pensando, perciò ci faremo perdonare e cercheremo di togliervelo dalla testa parlando di Killer Klowns from Outer Space, un “collega” meno conosciuto del terrificante film per la Tv citato prima e che non abbiamo intenzione di rinominare.
Questo Cult Movie è ovviamente parto degli anni '80, non c'era alcun dubbio, i fratelli Chiodo sono degli Italo-Americani appassionati di effetti speciali e decidono di scrivere e dirigere uno degli horror più strambi di sempre, è inutile dire che ci riescono.
Siamo nella solita cittadina di periferia americana dove non succede niente fuori dall'ordinario. Abbiamo il redneck armato di fucile fisso nel suo portico, lo sceriffo manesco che odia i giovinastri e, ovviamente, i giovinastri che pomiciano duro nelle Cadillac sul promontorio.
Ma indovinate che succede? Qualcosa che assomiglia ad una meteora cade nel bosco vicino alla simpatica cittadina, sorpassa gli infrattati, la casetta del contadinotto e diventa un enorme circo luminoso volante pieno di Klown mostruosi armati di pistole spara Pop Corn.
La citazione da Shakespeare è ovvia.

Non siamo davanti ad un documentario, l'attinenza storica e scientifica non è il punto cardine della sceneggiatura, speriamo che lo abbiate intuito quando abbiamo scritto “Circo Luminoso Volante” perciò da questo momento cominciate a “pensare quadrimensionalmente”, aprite la mente insomma.
La pellicola è un'accozzaglia di scene senza capo né coda, ogni nuova inquadratura nasconde una potenziale assurdità che vi farà divertire non poco, in particolare se organizzate una visione “pubblica”.
In un'ora e ventidue minuti troverete tutti i cliché delle pellicole di fantascienza mescolate con le trovate più trash e ricercate legate ai clown.
Perciò ecco che vediamo umani costretti in bozzoli di zucchero filato e utilizzati come marionette da ventriloquo, palloncini annodati a forma di cane che abbaiano veramente e pop corn che crea pagliacci tentacolari. Tutto questo, ai protagonisti, non fa un baffo.
L'astronave-circo degli “uomini truccati” trasuda cartone, non cartone animato, proprio cartone, cartone e legno nello specifico e inoltre vanta un'architettura Mattelliana (della Mattel).
Colori pop, rumori strani e il più stupido sistema di porte mai studiato, se non ci credete informatevi e fateci sapere secondo voi come una razza “superiore” potrebbe mai ideare delle porte del genere.
Ma non parliamo degli infissi, sarebbe “inchiostro” sprecato, parliamo della parte migliore, ovvero della fine.

L'eroe, un poliziotto dalla faccia conosciuta (comparirà infatti più avanti anche nella Signora in Giallo, facendo un enorme salto di qualità) è, da solo, rinchiuso nella navicella contro una trentina di Clown, anzi Klown, di plastica e gomma, sembra dover soccombere e non c'è speranza.
Fortuna che le pareti dell'astronave sono di compensato e un camioncino dei gelati random può facilmente attraversarle, entrare nella pugna e salvare il povero ragazzo.
Peccato però che qualcuno si sia dimenticato (alieni compresi) dell'enorme pagliaccio volante capo dell'invasione che ora sembra interessato al veicolo, e così parte una lotta titanica fra il furgone e l'entità extra terrestre dal sorriso facile.
Una volta rottamato il camioncino, il boss finale può dedicarsi al pulotto e lo afferra virilmente pronto a divorargli la faccia. Ma è ora che entra in gioco il colpo di genio dei fratelli Chiodo.
Mike Tobacco, l'agente, (sì, Tobacco) si ricorda di conoscere il punto debole dei malvagi alieni, allora prende il proprio distintivo e con l'ago fa scoppiare il naso rosso del mostro.
Con un pop e qualche coriandolo il Clown detona in maniera spropositata lanciando galassie e smeraldi di The Sims per tutta la cittadina.
La cosa migliore è che per la fine del 2012 è previsto un remake/sequel in 3D di questo assurdo abominio.
Il nostro consiglio è di procurarvi, legalmente, una copia del DVD di Killer Klowns from Outer Space, obbligare qualche amico a vederlo con voi e passare una serata nel delirio.


Like it? Share with your friends!

Condividi la tua reazione

Amore Amore
7
Amore
Confusione Confusione
10
Confusione
Felicità Felicità
1
Felicità
Paura Paura
8
Paura
Rabbia Rabbia
4
Rabbia
Tristezza Tristezza
4
Tristezza
Wow Wow
6
Wow
WTF WTF
2
WTF

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

danieledacco

author-publish-post-icon
        






      





 
















 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link