fbpx
Intrattenimento

Quanti libri è possibile leggere in una vita?

Ogni lettore se lo è chiesto. Immaginiamo (e speriamo!) che tra le nostre file vi siano decine e decine di avidi lettori. Cosa leggiate, quali siano i vostri generi preferiti, è fondamentalmente irrilevante. Del resto, le buone letture non si riconoscono certo dal genere, bensì da altri fattori.
Ma non parliamo di questo.
Sentiamo spesso parlare di persone che si vantano sul numero di libri da loro letti in un certo arco di tempo. Soprattutto adesso che le vacanze estive sono appena terminate: in estate, si sa, complice il tempo libero, si legge sempre un po' di più.
“Durante l'estate ho riletto tutta la trilogia in cinque parti di Guida galattica per gli autostoppisti. Quarantadue volte!”

Ma secondo voi, quanti libri vi sono, al mondo? Secondo una ricerca di Google sulla catalogazione dei libri unici esistenti, possiamo approssimativamente parlare di 129.864.880 volumi. Niente male, non è vero? Probabilmente sono già aumentati leggendo questa frase ma, va beh, teniamo questo numero come buono.
Quanto tempo ci metteremmo, per leggerli tutti? E quanti possiamo aspirare a leggerne, in una vita intera?
Beh, facciamo un paio di calcoli.
Supponiamo abbiate imparato a leggere a cinque anni. In media, un libro contiene circa 300 parole a pagina, ed è composto da 300 pagine. La velocità di lettura standard è di circa 200 parole al minuto (p/m), dove per “parola” si intende una sequenza di 5 caratteri. Teniamo questi parametri come "libro esempio"
Dunque, un libro di 300 pagine contiene
300 parole*300 pagine= 90.000 parole.
Che, senza interruzioni di sorta, possiamo leggere in
90.000 parole/200 parole/minuto= 450 minuti, ovvero sette ore e mezzo.
Supponiamo, ora, che l'unica cosa che dobbiate fare in tutta la vostra vita sia leggere. Continuamente. Niente scuola, niente lavoro… dovete leggere e basta, senza sosta, quello che vi pare. Vi piacerebbe, vero? Togliendo otto ore per dormire, e un'altra oretta per mangiare e lavarvi (a meno che non vogliate continuare anche sotto la doccia), abbiamo ben 15 ore al giorno che potete dedicare alla lettura. Arrivando ad iniziare e terminare, dunque, due libri al giorno.
Andiamo avanti.
Continuate per ogni giorno fino a compiere 80 anni. Quindi per 75 anni.
75 anni*365 giorni = 27.375 giorni, a cui ne aggiungiamo 18 per tener conto degli anni bisestili (ogni 4). Siamo quindi a quota 27.394 giorni.
27.394 giorni * 2 libri al giorno = 54.788 libri.
Dunque, pur leggendo per tutta la vita pressoché costantemente, arrivereste a leggere… beh, ben misera cosa, rispetto a tutti i libri che vi sono al mondo! Per la precisione, ve ne mancherebbero circa 129.810.092.
Ovviamente si tratta di stime. Non tutti i libri sono lunghi 300 pagine, e non tutti leggiamo con la stessa velocità, e per tutta la vita. Perdonateci la precisazione da Capitan Ovvio, ma se non l'avessimo fatta noi… beh, probabilmente ci avrebbe pensato qualcun altro.

Allora, per divertirci ancora un po', inseriamo qualche altra variante.
Con l'esercizio, si può migliorare la propria velocità di lettura, arrivando a leggere anche 1000 parole al minuto. Riprendiamo il nostro libro “standard” di 300 pagine: ad una tale velocità riuscireste a terminarlo in
90.000 parole / 1000 parole/minuto = 90 minuti. Un'ora e mezzo. Il che significa riuscire a leggere ben 10 libri al giorno. Non male, rispetto a prima, non trovate? Ma sarà abbastanza?
10 libri al giorno per 75 anni sono:
27.394 giorni * 10 libri al giorno = 273.940 libri. Oltre il quadruplo, rispetto a prima, ma sempre troppo poco!

Dopo tutti questi bei calcoli, a che cosa vogliamo arrivare?
Ad essere sinceri, a niente. Ci divertiamo, e parecchio, a calcolare cose fondamentalmente inutili. Ma, se proprio volete una “morale”, potrebbe essere questa: se anche vi sforzaste, se anche lo faceste ore ed ore al giorno, in tutta la vita non riuscireste a leggere neanche l'1% dei libri scritti fino ad oggi.
Quindi, in quell'1%, scegliete bene.

Francesca Menta

Nella vita legge fumetti, guarda cartoni e fa altre cose noiose e banali che non vale la pena menzionare. Allenatrice di Pokémon dal 1999. A quanto pare adesso recensisce anche videogiochi, coronando il sogno di una vita: poter gridare con fare oltraggiato "Lo sto facendo per LAVORO" ogni qualvolta viene trovata di fronte ad una console.

4 Commenti

  1. …ed è lo stesso motivo per cui non leggo i libri di Fabio Volo.
    Tra l’altro ho appena finito un libro (Arancia Meccanica) e sono nella classica pausa in cui vuoi continuare a leggere ma non hai la minima idea del prossimo libro da prendere.

  2. @Broly24 Se t’è piaciuto Arancia Meccanica, e non avendo altri elementi per consigliarti (a parte la comprensibile avversione per Fabio Volo 😉 ), ti butto lì qualche altro titolo di genere distopico, che personalmente adoro: Fahrenheit 451 (Bradbury), 1984 (Orwell), La lunga marcia (King), Il mondo nuovo (Huxley). Sono parecchio famosi, quindi non è escluso tu li abbia già letti, ma intanto ci provo. 🙂

  3. Grazie per l’interesse Francesca, in effetti “la lunga marcia” è l’unico che non ho ancora letto! farò un giro in libreria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker