fbpx
Intrattenimento

Quentin Tarantino: i ladri gli entrano in casa e lui li fa fuggire

L'incontro faccia a faccia con i malviventi non ha scoraggiato il regista

Quentin Tarantino è fresco di matrimonio con la modella Daniella Pick e per molti il periodo successivo al matrimonio dovrebbe essere quello più felice e sereno di tutta la vita, soprattutto se, come in questo caso, si avvicinano le festività natalizie. Purtroppo non è stato così per il regista che nel cuore della notte ha vissuto un’esperienza pericolosa e molto simile a qualche scena dei suoi film più noti.

TMZ ha raccontato, infatti, che il regista avrebbe ricevuto l’intrusione di due ladri di sesso maschile all’interno della sua abitazione di Woodrow Wilson Drive, a Los Angeles e, dopo averli sentiti muoversi nelle stanze della sua casa, si sarebbe ritrovato faccia a faccia con loro. A quel punto Tarantino avrebbe affrontato gli indesiderati ospiti in un modo che TMZ non ha descritto, ma che ha permesso ai malviventi di fuggire di corsa dall’abitazione portando, però, con sé alcuni gioielli e altri oggetti di valore. Al momento, come riporta sempre TMZ, la polizia sta cercando di ricostruire la dinamica dell’accaduto tramite le telecamere di sorveglianza.

I futuri progetti di Quentin Tarantino

In ogni caso è giusto ricordare che momentaneamente Tarantino sta lavorando a un film molto atteso, in uscita il 26 luglio nelle sale americane: Once Upon A Time in Hollywood, che mostrerà un cast stellare (a partire da Brad Pitt, Leonardo DiCaprio e Margot Robbie). La trama racconterà la storia vera del massacro dell’attrice Sharon Tate – a opera della setta di Charles Manson – dal punto di vista di un attore sul viale del tramonto e della sua controfigura.

Fonte
TMZ
Tags

Giovanni Arestia

Ingegnere informatico con la passione per il cinema, i libri, i videogiochi, i fumetti e i prodotti tech. Nel tempo libero coltivo qualcuna di queste passioni, ne perseguo delle altre e fingo di essere un DJ di fama internazionale producendo canzoni che non ascolta nemmeno mia madre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker