5 sequel Disney che meritano di essere visti
Una selezione di seguiti Disney che, per un motivo o per un altro, vale la pena di guardare

5 min


Le parole “Sequel” e “Disney” messe insieme raramente producono un risultato di successo. Se togliamo fuori da questa definizione i sequel diventati canonici, come Frozen 2 o i vari Toy Story, per quanto riguarda Pixar, restano tutti quei seguiti realizzati solamente per il mercato Home Video e diciamocelo, nessuno di loro vanta una buona reputazione. Ma nel gran numero di sequel (oltre 50!) ce ne sono alcuni meglio riusciti che possono soddisfare la nostra curiosità e ampliare ulteriormente i vari mondi Disney.

Per questo, ne abbiamo selezionati per voi 5 che vale la pena guardare, per un motivo o per un altro. Tutti i film qui sotto citati sono anche disponibili su Disney+, la piattaforma streaming di casa Disney, perciò non avete più scuse per evitare l’adorabile kitsch che vi aspetta!

5 sequel Disney da guardare:

Il Re Leone 2 – Il Regno di Simba

Il Re Leone 2 è sicuramente uno dei sequel Disney più conosciuti, grazie anche al successo straordinario ottenuto dal film originale. Le terre del branco sono libere dal giogo di Scar e Simba e Nala regnano insieme alla loro figlia Kiara. La pace regna sovrana grazie alla guida di Simba che ripercorre le orme del padre. I problemi iniziano quando Kiara incontra Kovu, figlio della malvagia leonessa Zira nonché erede di Scar. Nonostante l’eterno astio che circola tra le due famiglie, i due leoncini iniziano a stringere una forte amicizia che perdurerà anche una volta cresciuti. Kovu, però, è stato addestrato a diventare uno spietato assassino, il suo compito è eliminare Simba e prendere il suo posto nella Rupe dei Re.

Il film presenta diverse analogie con il Classico Disney ma riesce a reinterpretarle in maniera originale e senza scopiazzare, realizzando una versione di Romeo e Giulietta per nulla banale. Uno dei punti di forza de Il Re Leone 2 è dato sicuramente dal carisma dei personaggi che, sebbene non supportato da un doppiaggio o dai disegni del la stessa qualità del primo film, riesce comunque a dare un tono di spessore ad ognuno di essi. Particolarmente ben riuscito è il personaggio di Zira, il villain della situazione che non ha nulla da invidiare ai cattivi Disney che amiamo. Completa il tutto un set di canzoni davvero notevole che “♪ troverà la viaaaaaaa♫” verso il vostro cuore.

Il re leone 2: Il regno di Simba
  • Attributi: Anime / Cartoons
  • Cartoni Animati (Actor)
  • Audience Rating: G (audience generale)

Aladdin 2 – Il ritorno di Jafar

Aladdin 2 è un altro sequel degno di nota con una trama ben realizzata e interessante. Come da titolo, il film è incentrato sulla figura di Jafar, che ritorna, sotto forma di genio, in cerca di vendetta verso Aladdin e Iago, che ha rinnegato lo stregone. Vediamo il ritorno di tutti i protagonisti del Classico con l’aggiunta di Abis Mal, l’avaro mercante che ritrova la lampada di Jafar.

Gli spunti di trama sono interessanti e ci regalano un film piacevole con delle scene particolari, come lo scontro finale tra Aladdin e Jafar o il ritorno del Genio della lampada. A queste si affiancano anche delle canzoni particolarmente ben realizzate nonché il ritorno al doppiaggio del cast italiano presente nel primo film che ha contribuito a dare carattere anche al suo seguito, al contrario del cast originale. Unico grande, abissale punto a sfavore va dato ai disegni e alle animazioni del film, forse il peggior lavoro mai realizzato in un sequel disney. Se riuscirete a sopportare un downgrade esagerato nei vostri personaggi preferiti, allora potreste godervi Aladdin 2 – Il ritorno di Jafar.

La Sirenetta 3 – Quando tutto ebbe inizio

Sequel Disney

La Sirenetta 3 precede la storia raccontata nel Classico Disney rispondendo a una delle domande esistenziale dei ragazzini degli anni ’90: che fine ha fatto la madre di Ariel? Sebbene il film non si focalizzi su questo, riesce a darci delle risposte sulla regina Athena e sull’origine dell’astio di Re Tritone nei confronti del mondo degli umani.

Raccontarvi dettagli sulla trama sarebbe superfluo e vogliamo lasciarvi scoprire da soli alcuni particolari. Ma non illudetevi, non siamo in presenza di un film particolarmente complesso o profondo. È però interessante scoprire un lato della storia fino ad ora nascosto così come anche scoprire di più sul rapporto tra Ariel e le sue sorelle o come ha incontrato per la prima volta Flounder.

Ancora una volta, la musica la fa da padrona occupando il tema centrale del film, mal supportata però da una serie di canzoni piuttosto blande. Da sottolineare invece la qualità dei disegni e delle animazioni, straordinaria per un sequel Disney, con colori vivaci e uno stile molto simile al classico originale.

Le Follie di Kronk

Le follie dell’Imperatore è uno dei Classici Disney più apprezzati per il suo humor stravagante e la sua originalità che difficilmente potrà essere superata. Le follie di Kronk, sequel e spin-off, riesce però a difendersi bene con una trama divertente e un senso dell’umorismo che segue la scia (un po’ alla lontana) del Classico originale. Questo film racconta la storia di Kronk dopo che Kuzco è ritornato umano e Yzma è stata cacciata dal palazzo reale sotto forma di gatta. Kronk è diventato il cuoco  e il capo fattorino alla Patria della carne di Mudka, il ristorante nel cuore della giungla comparso nel primo film.

La sua vita viene scossa dall’arrivo di una lettera del suo Papi, in cui lo avvisa che verrà presto a trovarlo. Suo padre ha sempre disprezzato la passione di Kronk per la cucina e ha sempre voluto che il figlio avesse una moglie e una bella casa. Da qui inizieranno una serie di disavventure per Kronk che si dividono in due archi narrativi ben distinti. Nel primo vediamo il ritorno di Yzma e dei suoi loschi piani per truffare gli anziani di una casa di riposo, mentre nel secondo compare il personaggio di Birdwell, la caposcout del villaggio con la quale Kronk inizierà, non senza difficoltà, una relazione amorosa.

La trama non presenza spunti particolarmente brillanti ma conserva lo spirito de Le follie dell’Imperatore regalandoci una piacevole ora. Forse avremmo preferito vedere più Kuzco e meno canzoncine inutili ma nello scenario desolato dei sequel Disney, questo riesce a salvarsi.

Cenerentola 3 – Il gioco del destino

Sequel Disney

Doppelgänger, viaggi nel tempo e realtà alternative! No, non è un episodio della vostra serie sci-fi preferita ma gli elementi della trama che compongono Cenerentola 3 – Il gioco del Destino. La storia è ambientata un anno dopo gli eventi del Classico Disney e non tiene conto di ciò che è successo nel secondo film (grazie al cielo!). Cenerentola vive serenamente con il Principe di cui è più innamorata che mai ma uno straordinario evento minaccia la loro felicità. La sorellastra Anastasia, entra in possesso della bacchetta magica della fata Smemorina e insieme a Lady Tremaine, la userà per tornare indietro nel tempo al momento della famosa prova della scarpetta di cristallo. Con la magia dalla sua parte, Lady Tremaine volgerà la storia che tutti noi conosciamo in favore della stessa Anastasia mentre la povera Cenerentola dovrà tentare di riconquistare il cuore del Principe.

Da qui in poi la storia si sviluppa in maniera abbastanza lineare e semplice dove non mancano piccoli colpi di scena e scelte di sceneggiatura interessanti per un sequel Disney. Oltre ai già citati elementi sci-fi, è stato anche interessante osservare l’evoluzione del personaggio di Anastasia che acquista sempre più carattere. I disegni e le animazioni, tutto sommato, non sono così tremende, salvo giusto qualche scena realizzata un po’ frettolosamente mentre non si può dire la stessa cosa per le canzoni presenti di cui avremmo fatto volentieri a meno.

Disney Classics - Komplettbox
  • Tim Matheson, Roy Atwell, Stuart Buchanan (Actors)
  • David Hand (Director) - Disney Classics Complete Movies 1937-2018 55-DVD Boxset (Producer)
  • Audience Rating: Non valutato

Like it? Share with your friends!

Condividi la tua reazione

Amore Amore
9
Amore
Confusione Confusione
5
Confusione
Felicità Felicità
5
Felicità
Paura Paura
11
Paura
Rabbia Rabbia
3
Rabbia
Tristezza Tristezza
4
Tristezza
Wow Wow
8
Wow
WTF WTF
7
WTF

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Daniele Cicarelli

author-publish-post-icon
Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.
        






      





 
















 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link