fbpx
Intrattenimento

Sherlock: il punto della situazione

Tutto è iniziato nel 2010, da due talentuosissimi soggetti che sono noti come serial killer di personaggi preferiti e autori senza cuore, e che forse conoscerete per via di Doctor Who, Mark Gatiss e Steven Moffat. Al tempo entrambi impegnati nello scrivere episodi della serie sci-fi, hanno un’idea, una serie  che racconti le avventure di Sherlock Holmes e John Watson. Visto e rivisto direte voi, ma il progetto di Gatiss e Moffat ha una particolarità. Sono entrambi grandi conoscitori dei racconti di Arthur Conan Doyle, e non vogliono semplicemente portare sul piccolo schermo le sue storie, come è stato fatto moltissime volte nel corso degli anni, ma estrapolare le parti più geniali, i dettagli più interessanti, le situazioni più avvincenti dei libri e adattarle al tessuto della Londra del ventunesimo secolo, facendole vivere a uno Sherlock e un John moderni, ma sotto sotto tali e quali a quelli vittoriani. Da quest’idea nasce la serie Sherlock (che avevamo inserito anche nella nostra lista di Serial TV per Nerd di nuova generazione), in cui Benedict Cumberbatch viene scritturato per il ruolo del protagonista, il detective Sherlock Holmes, insieme a Martin Freeman, sarà invece Watson.  Sherlock BBC ha un successo che nessuno si aspetta, attira milioni di fan, soprattutto nel Regno Unito, e moltissima attenzione sui due attori protagonisti. Sono state fin’ora mandate in onda due stagioni, e una terza è in produzione, facciamo quindi un po’ il punto della situazione (da questo momento in poi ci saranno spoiler per chi non ha visto le prime due stagioni).
La seconda stagione si è conclusa con un cliffhanger di quelli che ti lasciano con gli occhi sbarrati e le mani nei capelli. Nel finale di stagione, The Reichenbach Fall, Sherlock è costretto a lanciarsi dal tetto del St.Barts Hospital, metaforicamente spinto da Moriarty che, prima di suicidarsi a sua volta, gli comunica di avere assoldato dei cecchini, che hanno l’ordine di uccidere John e altri se non vedono Holmes buttarsi. Tuttavia nell’ultima scena vediamo il detective vivo e vegeto guardare da lontano Watson, che sta parlando alla sua tomba. La domanda che tutti si stanno ponendo da oltre un anno è: “come ha fatto?”. Le riprese della terza stagione sono iniziate il 18 marzo, quindi analizziamo un po’ le informazioni in nostro possesso, prendendo in considerazione soltanto le comunicazioni ufficiali, e non la enorme quantità di foto e video “clandestini” dal set, che potrebbero spoilerarci punti salienti e rovinarci la sorpresa.
Durante tutto questi mesi sono stati ben pochi gli indizi che Gatiss e Moffat ci hanno dato riguardo gli sviluppi della trama. Tutto ciò che ci è stato concesso, fino all’inizio delle riprese, sono 3 parole: “Rat, Wedding,Bow”. Dal momento che le prime due stagioni sono composte da 3 episodi ciascuna, molto probabilmente anche questa lo sarà,  si tratterebbe quindi di una parola chiave per episodio. Altra caratteristica delle puntate precedenti da prendere in considerazione sono i titoli. Ogni titolo è un gioco di parole con quello di un racconto di Arthur Conan Doyle, stessa cosa varrà per gli episodi della terza stagione, di cui abbiamo già due titoli: “The Empty Hearse”, il carro funebre vuoto, gioco di parole con il libro “The Adventure of the Empty House”, e “The Sign of Three”, il segno dei tre, riferito al racconto “The Sign of Four”. Per quanto riguarda i rapporti tra i personaggi, gli autori fin ora si sono attenuti al canon, e il canon dice che al ritorno di Holmes John è sposato con Mary Morstan, personaggio che potrebbe quindi essere inserito nella terza stagione. Un matrimonio ci sarà sicuramente, come anticipato nelle “parole indizi”, e Sherlock Holmes sarà uno degli ospiti, twittano vari membri del cast.
È proprio il cast della terza stagione a riservarci le sorprese più interessanti. Sarà presente Andrew Scott, l’attore che interpreta Moriarty, ma probabilmente si tratterà di un flashback, e non di un ritorno del villain, vedremo anche Louise Brealey, nei panni di Molly Hooper, colei che potrebbe essere stata decisiva nella riuscita del piano di Sherlock. Ma la new entry interessante è Amanda Abbington, compagna di vita di Martin Freeman, il cui personaggio non è stato rivelato ma “avrà un impatto significativo sulle vite di John Watson and Sherlock Holmes”.
Per chiarire tutti i nostri dubbi non ci resta che aspettare la terza stagione, che andrà in onda alla fine del 2013. Scorrete le immagini per alcune foto spoiler-free dal set, e tweet del cast

Giada Rossi

Laureata in Astronomia, aspirante Astrofisica. Curiosa di natura. Scrivo soprattutto di scienza, ma preferisco parlare di cani buffi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker