fbpx
Cultura e SocietàIntrattenimento

Stan Lee è scomparso all’età di 95 anni

L'autore, co-creatore di tantissimi personaggi del mondo dei fumetti americani, è scomparso nella mattina di lunedì.

La notizia è arrivata all’improvviso pochi minuti fa: Stan Lee, leggenda del fumetto americano, è deceduto poco fa. Stando a quanto riportato dalle prime fonti, l’autore è stato trasportato in ambulanza nella mattinata di lunedì dalla sua casa nelle Hollywood Hills al Cedars-Sinai Medical Center dove si è spento rapidamente. Stan Lee aveva 95 anni al momento della morte.

Stan Lee è deceduto lunedì mattina

Lee ha iniziato la propria carriera nel 1939 lavorando per Timely Comics, la compagnia che sarebbe poi diventata la Marvel Comics, sua casa per la maggior parte della sua vita. Il suo primo testo pubblicato è stata una storia di due pagine intitolata “The Traitor’s Revenge” inserita nel terzo numero della testata dedicata a Capitan America.

Negli anni ha partecipato alla creazione di alcuni dei personaggi più importanti della Casa delle Idee, da Spider-Man a Daredevil, passando per Hulk, Galactus, i Fantastici Quattro, Ant-Man, Iron Man, Thor, gli X-Men e molti altri ancora. Gli stessi Avengers, il team che riunisce gli eroi più potenti della Terra nei fumetti Marvel, sono nati dalla mente sua e di Jack Kirby nel 1963.

All’inizio del nuovo millennio ha collaborato per la prima volta con la DC Comics, realizzando una serie a fumetti intitolata Just Imagine… in cui ha rivisitato alcuni dei principali personaggi della casa editrice americana.

Con la nascita e crescita dei Marvel Studios e in generale dei cinecomics, Stan Lee si è costruito una certa notorietà anche tra i fan meno hardcore del mondo del fumetto supereroistico, prendendo parte alle diverse pellicole dedicate ai personaggi che ha creato con brevi camei. Nel corso del tempo queste comparsate sono diventate una caratteristica definitiva di quasi tutti i film del genere.

La sua influenza sul mondo del fumetto e dell’intrattenimento è stata fondamentale e lascerà il segno per lungo tempo a venire. La redazione lo ricorda.

Via
THR
Tags

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker