fbpx
Intrattenimento

Star Trek: quando continuerà il progetto di Tarantino?

Il regista potrebbe lasciare il suo segno nella serie di Star Trek

L’ultimo film della saga di Star Trek, Star Trek 4, era stato cancellato dalla Paramount. La casa di produzione aveva incaricato Mark L. Smith, sceneggiatore di The Revenant, di riscriverne la storia. Quentin Tarantino dovrebbe essere il regista che si occuperà di dirigere il film. Ad oggi non si sa ancora quando e se inizieranno i lavori. Probabilmente dopo l’uscita di C’era una volta a Hollywood, la sua ultima fatica.

Il trailer dell’ultimo film di Tarantino

In un’intervista ad Empire, Tarantino ha dichiarato che “esiste una sceneggiatura per ora, dovrei pesarla ma non ne ho ancora avuto il tempo.” Ha anche confermato che il progetto sarà identificato con R nel sistema di classificazione dei film americani. Ovvero sarà un film vietato ai minori di 17 anni, a meno che siano accompagnati da un adulto.

A proposito di questa decisione Karl Urban, che interpreta il Dottor McCoy, ha rassicurato i fan su una possibile deriva tarantiniana di Star Trek: non sarà pieno di parolacce, ma darà la possibilità a Tarantino di esplorare gli orrori dello spazio. “Non dovreste preoccuparvi del fatto che sia pieno di oscenità e robaccia. Vuole una classificazione R per vedere dove vanno a parare certe conseguenze. Se non è PG, se qualcuno viene risucchiato fuori nello spazio, cosa che abbiamo già visto tutti, potremmo vederlo smembrato prima.” Ha dichiarato l’attore “Per me, quella è sempre stata una delle cose che ho amato di quello che ha fatto DeForest Kelley (lo storico interprete del dottore dell’Enterprise, per chi non lo sapesse). Potrebbe davvero catturare gli orrori dello spazio. Quello sguardo di puro terrore nei suoi occhi mi ha sempre colpito quando ero ragazzo.”

Urban ha anche dichiarato che il progetto è fuori di testa. “Quentin Tarantino è andato da J.J. (Abrams, il produttore) e gli ha suggerito l’idea per un film di Star Trek. Ne so poco e da quello che so, è da matti.”

Aspettiamo novità riguardo il progetto.

Tags

Francesco Briola

Videogiocatore di vecchia data, estimatore di serie d'animazione e film, divoratore di documentari. Parafrasando Sin City, "ha avuto la sfortuna di nascere nel secolo sbagliato": per lui le automobili sono carrozze senza cavalli e sostiene che una spada sia mille volte più affascinante di una qualunque arma da fuoco. Schivo e riservato, è ancora a disagio nel rileggere queste tre righe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker