sulle tracce del dna, claudia flandoli

Sulle Tracce del DNA, un viaggio a fumetti al centro della cellula

3 min


Ve lo ricordate Esplorando il Corpo Umano? E invece quell’altro cartone animato dove una classe di studenti assieme alla loro prof viaggiava nelle cose microscopiche, dentro un autobus giallo? Ecco, da quando ho letto l’ultimo fumetto di Claudia Flandoli non riesco a smettere di pensare a queste pietre miliari della mia infanzia, e mi è venuta voglia di riguardarmeli. Quindi, siccome voglio far venire la nostalgia anche a voi, vi parlo di “Sulle Tracce del DNA”, scritto e disegnato da Claudia Flandoli per Editoriale Scienza.

sulle tracce del dna, claudia flandoli

“Sulle Tracce del DNA” ci porta in un viaggio, ma non uno di quelli in paesi lontani, super proibiti di questi tempi, e nemmeno fuori dalla porta di casa, ugualmente proibiti. È un viaggio dentro di noi, ma non nel senso metaforico di auto esplorazione (che sarebbe invece molto adatto alla solitudine della quarantena), bensì letteralmente dentro alle nostre cellule, alla ricerca del DNA.
A farci da Virgilio in questo viaggio sono due gemelle, Ambra e Blu, e un pulcino davvero carino. Non è un caso che siano gemelle, la questione dei gemelli omozigoti o dizigoti è una di quelle classiche cose che ti fa accorgere di non ricordarti davvero nulla di biologia. E se in questo momento state pensando “no, io ricordo ogni singolo dettaglio, anzi faccio il biologo molecolare”, forse questo non è il fumetto che fa per voi. Per tutti gli altri, invece, rimanete con me.

Ambra, Blu e il pulcino ci portano in un viaggio dentro la cellula, dal suo strato più esterno fino a giungere al nucleo, dove si trova custodito il DNA. Le cellule umane sono piene di pericoli, e non a tutto è permesso di passare liberamente attraverso i vari strati, per cui i nostri eroi dovranno inventarsi degli stratagemmi per avanzare, e faranno la conoscenza di tanti buffi personaggi lungo la strada. Questi personaggi sono proprio una delle grandi forze del libro ed è evidente come dietro ad ognuno ci sia stato un importante lavoro di caratterizzazione grafica. Ognuno di essi è una componente della cellula con una particolare funzione, e una effettiva forma nella realtà, e ognuno di essi è quindi rappresentato in modo da riflettere entrambe queste cose. Incontriamo ad esempio Ribo, un ribosoma un po’ impacciato che non riesce a trovare una catenella di RNA da leggere, quindi sta lì fuori dal nucleo ad aspettarne una, che puntualmente gli viene rubata da un ribosoma più sveglio. Ambra e Blu lo aiutano a portare a termine la sua missione, e ora che ho conosciuto Ribo non dimenticherò mai più come sono fatti i ribosomi e qual è la loro funzione.

sulle tracce del dna, claudia flandoli
Allo stesso modo anche le metafore utilizzate per spiegare i processi di replicazione del DNA, o altri meccanismi della cellula, sono estremamente azzeccate e funzionali. Non voglio spoilerarvi troppo, ma non pensavo mi sarebbe mai stata spiegata la genetica con dei comodini e dei surfisti, c’è sempre una prima volta.
In generale la narrazione fumettistica, divisa in capitoli ognuno con un tema piuttosto definito, aiuta moltissimo la comprensione dei meccanismi cellulari, che viene poi ulteriormente definita nella seconda parte di ogni capitolo, dove si trova una spiegazione più dettagliata dei temi trattati. Questa appendice è l’unico aspetto prettamente “didattico”, anche se le spiegazioni sono illustrate e leggere.

sulle tracce del dna, claudia flandoli

Ciò ci porta ad una domanda importante: per chi è questo fumetto?
Chiaramente è pensato per i ragazzi (dagli 11 anni in su), e questo target è assolutamente azzeccato. È un ottimo modo per approfondire questi temi nel periodo in cui si studiano per la prima volta a scuola e per imprimerli nella memoria. Super consigliato, quindi, per studenti delle medie, o primi anni delle superiori, che si stanno appassionando alla biologia.
Tuttavia anche i più grandi potrebbero trovarlo una interessante lettura, sicuramente lo è stato per me. La storia è coinvolgente, i disegni davvero azzeccati, e in generale questo fumetto mi ha aiutata a riportare alla mente cose studiate anni fa, capite a suo tempo ma forse un po’ rimosse dalla memoria.
La genetica è un tema estremamente attuale nel progresso scientifico e nelle sue implicazioni per la società, e per comprenderla davvero non è una cattiva idea partire dalle basi.

Se sono riuscita ad incuriosirvi trovate più informazioni riguardo a “Sulle tracce del DNA” sul sito di Editoriale Scienza. Io vado a cercare i VHS di Esplorando il Corpo Umano.

 


Like it? Share with your friends!

Condividi la tua reazione

Amore Amore
3
Amore
Confusione Confusione
4
Confusione
Felicità Felicità
2
Felicità
Paura Paura
4
Paura
Rabbia Rabbia
7
Rabbia
Tristezza Tristezza
1
Tristezza
Wow Wow
3
Wow
WTF WTF
3
WTF

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Giada Rossi

author-publish-post-icon
Laureata in Astronomia, aspirante Astrofisica. Curiosa di natura. Scrivo soprattutto di scienza, ma preferisco parlare di cani buffi.
        






      





 
















 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link