Intrattenimento

Tales of the City, una nuova featurette per la serie Netflix

Ispirata ai racconti di Armistead Maupin, arriverà il prossimo 7 giugno sulla piattaforma.

Ancora poche settimane e arriverà una nuova serie TV originale Netflix. Stiamo parlando di Tales of the City, un progetto basato sui racconti di Armistead Maupin, il cui debutto sulla ben nota piattaforma di streaming è fissato per il prossimo 7 giugno. In vista del suo arrivo, Netflix ha diffuso poche ore fa una speciale featurette dedicata a questa nuova serie, che potete trovare qui sotto.

Nuova featurette per Tales of the City

Il filmato, della durata di circa 3 minuti, ci porta per mano nel mondo del progetto, con la showrunner Lauren Morelli a farci da guida. Il commento suo e del resto della produzione (compreso parte del cast) scorre sulle immagini della serie TV. Vediamo come il racconto si sviluppi intorno a un grande flashback degli anni ’60, legato ad Anna Madrigal.

Di seguito potete trovare la sinossi ufficiale della serie:

Basata sui romanzi di Armistead Maupin, la serie TV originale Netflix Tales of the City segna l’inizio di un nuovo capitolo dell’omonima saga tanto amata dai lettori. Mary Ann (Laura Linney) torna a San Francisco e si ricongiunge alla figlia Shawna (Ellen Page) e all’ex marito Brian (Paul Gross), vent’anni dopo averli lasciati per dedicarsi alla propria carriera. In fuga dalla crisi di mezz’età generata dalla sua nuova vita perfetta in Connecticut, Mary Ann torna rapidamente nell’orbita di Anna Madrigal (Olympia Dukakis) e della sua famiglia adottiva, formata da una nuova generazione di giovani queer che vivono al numero 28 di Barbary Lane.

Cosa ne pensate? Siete curiosi di scoprire tutto su questa Tales of the City? Cosa vi aspettate da questo nuovo show? Vi ricordiamo che l’appuntamento è per il 7 giugno, ovviamente su Netflix.

Tags

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker