fbpx
Cultura e SocietàFeaturedIntrattenimento

The Handmaid’s Tale: cosa la distopia può dirci di noi

Ecco la terza Stagione di The Handmaid’s tale, ma perché è importante guardarla?

Da oggi su Hulu sará disponibile la tanto attesa terza Stagione di The Handmaid’s Tale, la serie basata su uno dei più rinomati romanzi distopici odierni. Questa è una serie che va oltre la trama del libro e oltre il mero intrattenimento: è cibo per la mente. Farenheit 451, 1984, Il Nuovo Mondo e, chiaramente, Il Racconto dell’Ancella, le opere distopiche più celebri, sono accomunate da uno scopo, il metterci in guardia da quello che potremmo diventare.

Sono opere che evidenziano dei vizi di forma, politici, religiosi, etici, sociologici, e li portano al loro estremo. Si pongono la domanda “cosa succederebbe se si portasse questa distorsione di una determinata scuola di pensiero fino alla fine del suo scopo?” e danno una risposta, spesso terrificante. Sono uno specchio della nostra società, fanno vedere noi stessi in un plausibile futuro che, a primo acchito, potrebbe sembrare molto distante da noi, seppur sia sempre riconoscibile la natura umana anche nelle realtà ritratte in esso.

Quanto è Fiction questa Fiction?

Sarebbe pleonastico dire, semplicemente, che è importante leggere (o guardare) opere distopiche per evitare i futuri dai quali ci mettono in guardia. “Tanto è fantascienza” “Tanto è un futuro distante dal nostro”. Eppure ha quel che di inquietantemente familiare. Quindi oggi andremo un passo oltre e vi mostreremo alcune istanze di come The Handmaid’s Tale, in un certo senso, è una realtà che esiste oggigiorno.

The Handmaid's Tale

Non  si intende che oggi gli Stati Uniti siano diventati un governo totalitario basato sul fondamentalismo religioso, nonostante in molti Stati si insegni ancora il Creazionismo nelle scuole. Neanche si intende che il mondo sia afflitto dallo stesso fattore scatenante, ovvero un abbassamento esponenziale del tasso di fertilità. Parliamo dell’aspetto sociologico e politico descritto da Margaret Atwood, della semplice premessa, il vizio di forma che abbiamo citato, che porta a questo estremo.

Parliamo dell’attaccamento ossessivo a testi religiosi, scelti in modo arbitrario. Nel mondo di Offred, ogni azione, per quanto violenta o ingiusta, viene legittimata da citazioni bibliche, al contempo ignorando altre parti del testo.

Ecco a voi degli esempi di come il mondo di oggi ha subito forti cambiamenti politici e sociali, basandosi su testi autocontraddittori.

1 2 3 4 5Pagina successiva
Tags

Caroline Ribi Zappi

È qua perchè ha sbagliato coordinate dimensionali. Nella vita reale è una persona seria, qui dà libero sfogo al suo nerdismo represso. Sogna invano di diventare il prossimo Piero Angela.

Un Commento

  1. Quindi niente mazzancolle, il pizzetto starter pack della guardia di finanza è abominio, il panino col cammello che mi ha preparato stamattina mamma non lo posso mangiare, con le donne non posso trombare nei giorni delle loro comode rate mensili (ma tanto non trombo da una vita perciò il problema non mi si pone) e se si baciano due uomini é abominio, ma se lo fanno due donne é subito capodanno. Ok, stampato… Ma soprattutto… Perché?!?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker