pro edizione xxxl saldapress garth ennis

The Pro: la prostituzione al servizio della giustizia (e della satira)

4 min


The Pro è uno storico, leggendario fumetto del 2002, scritto da Garth Ennis e disegnato ed inchiostrato dal duo Amanda Conner & Jimmy Palmiotti. La pubblicazione di questo fumetto si deve alla Image Comics, e proprio domani uscirà nelle fumetterie la più recente edizione in italiano, grazie a saldaPress: si intitolerà Pro – Edizione XXXL, sarà, appunto, in grande formato, cartonata, e ricca di contenuti aggiuntivi. Siamo riusciti a dare un’occhiata in anteprima alla versione italiana, e vi assicuriamo che si tratta di un’edizione di tutto rispetto, pronta a dare giustizia a questo fumetto geniale.

The Pro: una storia di giustizia

Di cosa parla The Pro? La storia è incredibilmente semplice, nella sua geniale irriverenza. Tutto incomincia quando il Guardiano, un alieno onnipotente che orbita il pianeta Terra, decide di concentrare la sua attenzione su una procace ragazza madre, intenta ad…intrattenere i suoi clienti notturni pur di portare a casa qualche dollaro per mantenere sé stessa e il neonato. Questo “vizietto” del potente Guardiano gli è valso il soprannome di Guardone (in inglese, il gioco di parole è fra Viewer e Voyeur), e il rimprovero del suo aiutante robotico. Pur di giustificare le sue azioni, il Guardiano sostiene che sta soltanto osservando un potenziale nuovo supereroe, perché chiunque può essere un eroe. I due scommettono proprio su questo punto, e il Guardiano dona alla ragazza parte del suo potere cosmico, rendendola superforte, super-resistente, super veloce e capace di volare.

the pro

È quindi il momento di reclutarla all’interno della Lega dell’Onore, il supergruppo di supereroi che combattono ogni giorno per gli ideali di libertà, verità e giustizia. Qui la comicità metafumettistica degli autori raggiunge il massimo: in quella che è una ovvia versione parodistica della Lega della Giustizia troviamo il Santo, un Superman così ingenuo e digustosamente onorevole da far venire il diabete persino a Kal-El; il Cavaliere e lo Scudiero, una versione di Batman e Robin che solleva dubbi sulla…professionalità del loro rapporto; Lady, la Wonder Woman del gruppo, chiaramente presente solo come “quota rosa”; Limone, un’esilarante rilettura di Lanterna Verde, con gli stessi identici poteri, ma…tremendamente, oltraggiosamente gangsta, e infine Speedo, un misto fra Aquaman e Flash. I membri della Lega enunciano alla ragazza gli ispirati ideali che muovono tutti i veri eroi, e le danno la buona notizia che anche lei, ora, potrà entrare a far parte dell’esercito del bene. La ragazza accetta…quando le viene assicurato che i membri della Lega ricevono uno stipendio…e finalmente diventa la Pro, ed inizia la sua carriera da supereroina, combattendo il male a fianco della Lega dell’Onore.

The Pro: la satira (non troppo) nascosta

Ben presto, però, diventerà assai ovvio che la ragazza non è proprio quel che si dice “materiale da supereroe”: è sboccata, scorretta, estremamente volgare e…onesta. La presenza della Pro nel gruppo presto farà venire a galla tutte le ipocrisie, piccole e grandi, della Lega e dell’intera società. A che serve un gruppo di eroi che si limitano a prendere a cazzotti dei pittoreschi supercattivi, quando il vero male che serpeggia nel mondo è una società, una cultura e una politica che permettono che una ragazza debba mantenere il proprio figlio appena nato prostituendosi per pochi dollari? Per quanto questo non sia un argomento esattamente nuovo, e anzi sia un topos fumettistico ormai classico affrontato in molte opere (alcune delle quali dello stesso Garth Ennis), è questo messaggio di fondo che rende The Pro un fumetto così straordinario. Non è solamente una storia cialtrona per il gusto di esserlo, il politicamente scorretto non è fine a sé stesso: come si legge nell’introduzione, scritta dallo stesso Ennis, The Pro è un “antidoto perfetto agli sproloqui disgustosamente ipocriti pubblicati dalle case editrici più importanti”, e un modo per “trascinare nel fango una manciata di marchi registrati corporativi”, intendendo dire “icone culturali” del mondo del fumetto, ovviamente.

the pro

Conosciamo bene lo stile esplosivo e ruvido di Garth Ennis. Ogni sua opera, da Preacher a The Boys, è intrisa di una vulcanica satira diretta talvolta agli stilemi del mondo dei fumetti, talvolta alla società in senso lato. The Pro, come abbiamo visto, non fa eccezione. Stiamo parlando di un’opera esplicita, naturalmente, e volgare come poche, compreso il resto del catalogo di Ennis. Non vi priveremo del piacere di scoprire per conto vostro fin dove si spinge questa sublime sconcezza. Vi raccontiamo soltanto di una scena, perché è la più iconica e rappresentativa di questo fumetto leggendario, e cercheremo di farlo nella maniera più pulita possibile. Sarà dura! Dunque: un malintenzionato minaccia la vita del figlio della Pro. Il Santo interviene, risolvendo facilmente la situazione con i suoi superpoteri inarrestabili. La Pro, quindi, decide di ringraziarlo facendogli…ciò che sa fare meglio. Per il Santo è la prima volta in assoluto, e l’esperienza gli piace così tanto che all’ultimo momento sposta la testa della ragazza per salvarle la vita. Così facendo, però, la…liquida dimostrazione dell’apprezzamento del Santo, sparata alla velocità di un siluro a causa della sua superforza, colpisce l’ala di un aereo di linea facendolo precipitare. Il Santo, eroico come sempre, vola verso l’aereo e lo conduce in salvo nel più vicino aeroporto…dimenticandosi, però, di indossare solo il pezzo sopra del costume.

the pro

Anche questa scena non è fine a sé stessa, ma serve ad illustrare la profonda ipocrisia perbenista che anima i personaggi ed è condivisa (e anzi, attesa) dall’intera società. Dopo che il Santo finisce su tutti i giornali, la Lega, furiosa, incolpa la Pro. Nessuno però ha la risposta pronta quando lei fa notare che il Santo era perfettamente consenziente durante l’intero rapporto. Questa scena incapsula perfettamente quello che è The Pro: estremo, volgare, assurdo, ma con un importante messaggio di fondo. Ve lo consigliamo e raccomandiamo senza alcuna esitazione, con l’ovvia precauzione di essere consapevoli e pronti per quel che state per leggere! Si tratta di un fumetto che davvero non dovrebbe mancare nello scaffale di un appassionato, e fortunatamente saldaPress ci offre l’opportunità di procurarcelo facilmente ed in un’edizione di pregio. In Pro – Edizione XXXL si trovano diversi schizzi (haha) preparatori di Amanda Conner, la già citata introduzione di Garth Ennis e un’altra storia breve che racconta il dietro le quinte di un particolare momento del fumetto: La Pro affronta la Tro (titolo origninale: The Pro vs. The Ho). Vogliamo fare i nostri più sentiti complimenti ai traduttori, Matteo Casali, Leonardo Rizzi e Stefano Formiconi. Abbiamo letto la versione originale, che è piena di fucking di qua, fucking di là, e i tre eroici traduttori sono riusciti a non ricorrere al terribile fottutamente neanche una volta. Bravi!


Like it? Share with your friends!

Condividi la tua reazione

Amore Amore
2
Amore
Confusione Confusione
2
Confusione
Felicità Felicità
2
Felicità
Paura Paura
3
Paura
Rabbia Rabbia
3
Rabbia
Tristezza Tristezza
2
Tristezza
Wow Wow
10
Wow
WTF WTF
5
WTF

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gabriele Bianchi

author-publish-post-icon
Lettore, giocatore, conoscitore di cose. Storico di formazione, insegnante di professione, divulgatore per indole. Cercatelo in fiera: è quello con la cravatta.
        






      





 
















 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link