fbpx
FeaturedIntrattenimento

Top 5 D&D: I cinque migliori paladini che non ti aspetti

La classe? Paladino. Il contesto? Qualunque, purchè non sia medievale fantasy. Dai, che abbiamo quasi finito!

Nicolas Eymerich – Nicolas Eymerich, Inquisitore

Parliamo ora di uno dei nostri personaggi letterari preferiti, consapevoli di quanto iperbolica sia questa dichiarazione. Ma fidatevi che è così. Per chi non lo conoscesse, Eymerich è il protagonista di una lunga serie di romanzi scritti da Valerio Evangelisti, da cui sono stati tratti diversi fumetti, radiodrammi e persino videogiochi. Basato su una persona realmente esistita, Eymerich è l’Inquisitore generale del regno di Aragona nel XIV secolo, e dedica tutte le proprie energie, e la propria sconfinata cultura, alla lotta contro i culti eretici e diabolici che imperversano in Europa. Questo fa di lui…un chierico, giusto? In fondo è un frate domenicano, letteralmente parte della Chiesa. Eppure il carisma del personaggio si basa in larga misura sulla sua concezione dell’Inquisizione medievale: gli inquisitori, secondo il punto di vista di Eymerich, non sono preti qualunque, ma un vero esercito, i portatori di spada, secondo gli insegnamenti di Gesù Cristo. L’intero ordine dei Predicatori, poi, nella sua concezione è da considerarsi un ordine militare nella lotta di Dio contro il suo avversario: i Domini Canes, i mastini di Dio. Eymerich, insomma, vede sé stesso come ben altro rispetto a un semplice prete, non gli interessano le prediche e non si fa alcuna remora ad utilizzare la spada in prima persona, in spudorata deroga a tutte le più ovvie regole di comportamento dei prelati. Certo, qualche livello da chierico ce l’ha di sicuro, ma questo aspetto marziale e il suo essere costantemente in prima linea fanno di Eymerich un vero e proprio paladino.

Pagina precedente 1 2 3 4 5 6Pagina successiva
Tags

Gabriele Bianchi

Lettore, giocatore, conoscitore di cose. Storico di formazione, insegnante di professione, divulgatore per indole. Cercatelo in fiera: è quello con la cravatta.

Un Commento

  1. Ed ecco che abbiamo il miglior articolo di questa serie! (Si sente solo un po’ la mancanza dei consigli musicali che firmavano l’Università Invisibile)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker