fbpx
Intrattenimento

Tornano i Banana Splits, ma questa volta protagonisti di un film horror

Un ritorno firmato Hanna-Barbera: i Banana Splits, nota band de Lo Show dei Banana Splits, approderà sugli schermi, ma questa volta come protagonisti cattivi di un film horror.

Banana Splits, dal 1970 ad oggi

Per chi fosse troppo giovane per sapere di cosa stiamo parlando, ecco un po’ di storia: Lo Show dei Banana Splits era una serie televisiva andata in onda dal 1968 al 1970 (con qualche sporadica apparizione negli anni successivi). Lo show alternava segmenti di cartoni animati a scene dal vero, il tutto incentrato su un gruppo musicale composto da quattro personaggi: Fleegie, Bingo, Drooper e Snorky, ossia quattro pupazzoni dall’aspetto di un gorilla, un cane, un leone e un elefante. Ebbe un successo mondiale in quanto fu il primo show firmato Hanna-Barbera a mischiare live action e animazione.

Bene, nel 2019 i quattro simpatici personaggi saranno protagonisti di un film horror che li renderà dei mostri sanguinari.

Speriamo di vedere copiosi spargimenti di sangue, considerando che la MPAA (Motion Picture Association of America) ha vietato il film ai minori di 17 anni per l’alto livello di violenza e di contenuti gore.

Di seguito la trama ufficiale del film:

Un bambino di nome Harley (Finlay Wojtak-Hissong) e la sua famiglia (il fratello Austin, la madre Beth e il padre Mitch) assistono a una registrazione dello show televisivo dei Banana Splits, cosa che dovrebbe rappresentare un evento pieno di divertimento per il compleanno del giovane Harley e un business usuale per la produttrice dello show, Rebecca. Ma le cose prendono una piega inaspettata e il conteggio dei morti aumenta rapidamente. Riusciranno Harley, la sua mamma e i loro compagni d’avventura a uscirne sani e salvi?

The Banana Splits Movie uscirà entro l’anno sul SyFy, e successivamente per il mercato Home Video.

Siamo in attesa di un film che probabilmente rovinerà i ricordi d’infanzia di molti fan.

Tags

Enrico Natalini

il suo DNA è composto al 100% di cultura trash e underground. Che siano libri, film, fumetti, serie tv, spettacoli teatrali, mostre o televendite è un segugio per tutte quelle chicche che sopravvivono all'insaputa del mainstream. Di lui dicono che è come un cartone animato, non ha capito bene se sia un complimento o meno, ma a lui piace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker