fbpx
Cultura e Società

Tutte le mostre di Lucca Comics & Games 2019

I preparativi per Lucca Comics & Games 2019 sono ormai agli ultimi dettagli. I Padiglioni prendono forma e in diverse aree della città l’organizzazione sta allestendo gli spazi per le mostre che potremo ammirare durante i giorni del festival. Oltre alle esposizioni di Palazzo Ducale, già aperte al pubblico, la città toscana ospiterà il meglio della produzione dell’intrattenimento globale.

Tutte le mostre di Lucca Comics & Games 2019

Palazzo Ducale è la storica location in cui ammirare i lavori di Emil Ferris, Barbara Baldi, Alessandro Bilotta, Jeffrey Catherine Jones, Armand Baltazar e Suehiro Maruo. Camminando per le vie di Lucca potrete invece entrare in palazzi storici in cui ammirare le esposizioni dedicate ad altrettanti artisti.

La prima tappa è il Mercato del Carmine in cui festeggiare gli 85 anni di Paperino attraverso un variegato percorso interattivo. Scoprite la storia di Paperino anche grazie alla realtà virtuale, il tutto attraverso le quattro aree dell’esposizione.

Presso Palazzo Arnolfini

Adrian Smith – A World of Hate!

Saranno fruibili molti originali di uno dei prossimi giochi prodotti dalla CMON e la Guillotine Games: Camelot, questo il nome di lavorazione, sarà un gioco basato sul folklore britannico. Ma saranno esposti anche diversi originali dei suoi primi lavori per la Games Workshop tratti da Warhammer 40.000, e un’ampia selezione di lavori digitali e originali del suo personale progetto fumettistico e poi diventato anche un gioco da tavolo con miniature edito dalla CMON e la Guillotine Games, Chronicles of HATE .

Luca Carboni – Bologna è un’immagine

Prima mostra personale dei quadri del popolare cantautore bolognese che ha spesso realizzato in prima persona i disegni per le copertine dei suoi dischi. Appassionato da sempre di fumetti e illustrazione, passione derivata anche dagli incontri con Bonvi, nell’ultimo album, Sputnik, si è ispirato ironicamente alla grafica sovietica degli anni ‘60-’70, uno stile che ha influenzato moltissimi disegnatori di fumetti e illustratori occidentali.

Chiesa dei Servi

John Buscema – Thor e Conan: umanità aumentata

La prima e più grande mostra al mondo dedicata a uno dei maestri indiscussi del fumetto, definito il Michelangelo dei Comics. Sarà possibile vivere l’incredibile esperienza di leggere due storie complete, una di Conan e una di Thor, figure mitiche delle saghe occidentali, direttamente dalle tavole su cui ha lavorato l’artista.

Palazzo dell’Illustrazione – Fondazione Banca del Monte di Lucca

Le origini del Manga – Da Hokusai al manga moderno

Ideata e curata dal direttore del Museo d’arte orientale Mazzocchi di Coccaglio, Paolo Linetti, con il coinvolgimento di alcuni fra i più accreditati esperti di settore, la mostra analizza il percorso che lega la secolare tradizione illustrazione giapponese del XVII secolo ai manga del XXI, attraverso una selezione di circa 200 opere del grande Katsushika Hokusai, che fra emaki e xilografie, per la prima volta riunirà le tre serie delle celeberrime “Onde”. Verso la fonte del fumetto giapponese risalendo fino al XVI secolo.

Marco Somà – Con passi leggeri

Uno degli illustratori per ragazzi più amati ed apprezzati è già pluripremiato, sarà in mostra con una panoramica delle sue illustrazioni già edite, e in anteprima alcune tavole della versione illustrata dell’Infinito di Giacomo Leopardi e del nuovo libro su King Kong, scritto da Luca Tortolini e in uscita per Kite Edizioni che ci farà vedere lo scimmione più famoso del mondo in una veste del tutto inedita.

Tags

Mattia De Poi

Anche conosciuto come Il Nini, Mattia è il lato gioioso di Orgoglio Nerd. Biondo e curioso, è appassionato di ogni genere fumettistico, Gunpla e avventure. Portatelo in viaggio, all'organizzazione ci penserà lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker